junio 18, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Jeff Bezos esploderà nello spazio con il primo volo dell’equipaggio del razzo

CAPE CANAVERAL, Florida (AP) – Jeff Bezos è sopravvissuto al valore dei suoi compagni miliardari e decollerà nello spazio il mese prossimo quando la sua compagnia Blue Origin effettuerà il suo primo volo con un equipaggio.

Il 57enne fondatore di Amazon e la persona più ricca del mondo, secondo le stime di Forbes, diventerà la prima persona a lanciare il proprio razzo nello spazio.

Bezos ha annunciato le sue intenzioni lunedì e, in una dimostrazione di fiducia ancora più audace, ha detto che avrebbe condiviso l’avventura con suo fratello minore e migliore amico, Mark, un investitore e vigile del fuoco volontario. Ha detto che l’avrebbe reso più significativo.

Il primo volo di Blue Origin con persone a bordo – dopo 15 voli di prova riusciti dei razzi riutilizzabili di New Shepard – decollerà il 20 luglio, la data esatta perché segna il 52° anniversario del primo sbarco sulla luna di Neil Armstrong e Buzz Aldrin dell’Apollo 11 .

I fratelli Bezos partiranno dal remoto Texas occidentale insieme al vincitore in un’asta di beneficenza online. Non si sa ancora chi potrebbe riempire la capsula da sei persone durante il volo di 10 minuti che porterà i suoi passeggeri a un’altitudine di circa 65 miglia, appena fuori dal confine dello spazio, per poi tornare sulla Terra senza entrare in orbita.

In questa immagine dal video reso disponibile da Blue Origin, una capsula New Shepard utilizza i paracadute per atterrare durante un test nel Texas occidentale mercoledì 14 aprile 2021. Jeff Bezos guiderà il suo razzo nello spazio il mese prossimo, unendosi al primo equipaggio per volare Origine Blu.
In questa immagine dal video reso disponibile da Blue Origin, una capsula New Shepard utilizza i paracadute per atterrare durante un test nel Texas occidentale mercoledì 14 aprile 2021. Jeff Bezos guiderà il suo razzo nello spazio il mese prossimo, unendosi al primo equipaggio per volare Origine Blu. (Foto: Blue Origin tramite AP)

Bezos ha detto di aver sognato di viaggiare nello spazio da quando aveva cinque anni.

“Vedere la Terra dallo spazio, ti cambia. Cambia il tuo rapporto con questo pianeta, con l’umanità. È una Terra”, ha detto Bezos in un post su Instagram. “Voglio fare questo viaggio perché è qualcosa che ho voluto fare per tutta la vita. È un’avventura. È un grosso problema per me”.

Suo fratello ha aggiunto: “Non mi aspettavo che dicesse che sarebbe stato sul primo volo, e poi quando mi ha chiesto di venire con me, sono rimasto sbalordito”.

Bezos si dimetterà da CEO di Amazon 15 giorni prima del decollo. Ha annunciato mesi fa che voleva trascorrere più tempo nella sua compagnia missilistica e nel suo giornale, il Washington Post.

La sua partecipazione in Amazon è di 164 miliardi di dollari, il che lo renderebbe di gran lunga la persona più ricca a volare nello spazio.

Finora, i miliardari in cerca di emozioni forti hanno dovuto acquistare posti in capsula dal programma spaziale russo o, più recentemente, da Elon Musk di SpaceX, che sta pianificando il suo primo volo privato a settembre. Questi voli orbitali, che generalmente durano diversi giorni, con visite alla Stazione Spaziale Internazionale, costano decine di milioni di dollari a persona.

Il volo della capsula New Shepard di Blue Origin, dal nome di Alan Shepard, il primo americano nello spazio, impiegherebbe cinque minuti in meno rispetto al volo suborbitale di Shepard a bordo della capsula Mercury nel 1961.

Ma la capsula Blue Origin è 10 volte più spaziosa con un’enorme finestra in ogni sedile, in effetti le finestre più grandi di sempre per un’astronave.

La società, con sede a Kent, Washington, sta sviluppando un razzo orbitale intitolato a John Glenn, il primo americano ad orbitare intorno alla Terra.

Il volo di Bezos lancerà ufficialmente l’attività di turismo spaziale della compagnia. La compagnia non ha ancora iniziato a vendere posti al pubblico e nemmeno ad annunciare il prezzo del biglietto per i viaggi brevi, che prevedono circa tre minuti di assenza di gravità.

Il sito di lancio e atterraggio di Blue Origin si trova a 120 miglia a sud-est di El Paso, vicino al confine con il Messico. Dopo che la capsula si è staccata, il razzo ritorna sulla Terra e atterra in posizione verticale, per essere riutilizzato. La capsula, anch’essa riutilizzabile, scende sotto i tendalini.

Anche Richard Branson di Virgin Galactic, un temerario temerario, alpinista e mongolfiera, sta pianificando un viaggio nello spazio a bordo del suo lanciarazzi entro la fine dell’anno dopo un altro volo di prova sul New Mexico.Virgin Galactic ha completato il suo terzo volo di prova nello spazio con un equipaggio due settimane fa. La compagnia non vuole che salga a bordo finché l’imbarcazione non è stata accuratamente dimostrata.

Lunedì, il 70enne Branson ha fatto le congratulazioni a Bezos, uno scrittore di libri di Wall Streeter di buon cuore in confronto. Branson ha twittato che le loro aziende stanno “sbloccando l’accesso allo spazio – che cosa straordinaria!”

Come Blue Origin, la società di Branson invierà i clienti paganti nei tratti più bassi dello spazio su voli su e giù, non voli in orbita attorno alla Terra.

SpaceX di Musk ha già trasportato 10 astronauti sulla stazione spaziale della NASA e ha venduto diversi posti su voli privati. Lo stesso Musk non si è ancora impegnato ad andare nello spazio, anche se ha ripetutamente affermato di voler morire su Marte, ma non all’impatto.


Che grande opportunità non solo per intraprendere questa avventura, ma per poterla fare con il mio migliore amico.

– Mark Bezos


Fino a poco tempo, Blue Origin è stato criticato da alcuni per aver progredito troppo lentamente, soprattutto se confrontato con SpaceX. Bezos ha adottato lo slogan dell’azienda, “Gradatim ferociter”, che in latino significa “passo dopo passo, ferocemente”, e lo ha adornato sui cosiddetti stivali da cowboy fortunati che indossa quando lancia la sua compagnia nello spazio.

“È impressionante che Blue Origin abbia fatto con tanta attenzione e costruito un veicolo affidabile e meno ambizioso che ha maggiori probabilità di successo”, ha dichiarato il direttore del laboratorio di progettazione spaziale della Vanderbilt University Amrutur Anilkumar in una e-mail lunedì. “Vale la pena notare che Bezos si sente a suo agio nel portare suo fratello in tour; questa è forse la migliore espressione di sicurezza e affidabilità”.

Mentre le capsule Blue Origin e SpaceX sono completamente automatizzate, Virgin Galactic ha due piloti nella cabina di pilotaggio per ogni volo spaziale. Un incidente del 2014 ha ucciso un pilota e ferito gravemente l’altro.

Per il posto all’asta, Blue Origin ha aperto le offerte online il 5 maggio, il 60° anniversario del volo di Shepard. Ammonta a 2,8 milioni di dollari.

L’asta si concluderà sabato, con l’importo della vincita devoluto a Club for the Future, la fondazione educativa Blue Origin, che incoraggia i giovani a intraprendere una carriera scientifica. All’asta hanno partecipato circa 6000 persone provenienti da 143 paesi.

In un video pubblicato da Bezos su Instagram, la reazione di Mark Bezos quando suo fratello lo ha invitato sul volo è stata: “Dici sul serio? … Serio?”

“Che grande opportunità non solo per intraprendere questa avventura, ma per poterla fare con il mio migliore amico”, ha detto il fratello minore.


La business writer dell’Associated Press Michelle Chapman ha contribuito a questa storia

Il Dipartimento della salute e della scienza dell’Associated Press riceve il sostegno della Divisione di educazione scientifica dell’Howard Hughes Medical Institute. AP è l’unico responsabile di tutti i contenuti.

Copyright © 2021 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito.

Immagini

Storie correlate

Altre storie che potrebbero interessarti

READ  Futures Dow Jones: il mercato azionario continua a crescere durante la settimana in fuga e il bitcoin rimane attivo; Segui Google, Nvidia e Tesla