agosto 1, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il PSN Store di Sony addebita agli sviluppatori almeno $ 25.000 per visualizzazione

Illustrazione per un articolo intitolato Sony Charging Devs Almeno $ 25.000 per vedere il PlayStation Store

immagine: Sony

a sermone arrabbiato su twitter, l’editore di giochi indipendente Iain Garner di Neon Doctrine ha scatenato le sue frustrazioni nel tentativo di pubblicare giochi su una delle principali console di gioco, che secondo lui non sono stati realizzati da Microsoft. Mentre si sfoga la milza, si suggerisce che per ottenere un importante aggiornamento del gioco dal titolare dello stand sia necessario spendere almeno $ 25.000. Secondo i dati finanziari che abbiamo verificato da un’altra fonte, se Sony è ciò di cui sta parlando, potrebbero essere $ 200.000.

Senza nominare Sony o PlayStation (presumibilmente per darci spazio per pensare che potrebbe significare Atari VCS), lo sviluppatore ed editore britannico Garner spiega quanto possa essere difficile ottenere supporto, essere nel negozio e persino sbloccare sconti quando i giochi vengono rilasciati sulla piattaforma .

“Se a Platform X non piace il tuo gioco, non c’è nessun problema e nessun amore”, afferma Garner, dopo aver affermato che per attirare l’attenzione è necessario “fare i salti mortali”. Suggerisce che gli sviluppatori “non hanno la capacità di gestire i loro giochi”, e poi passa a dettagliare come l’esistenza del gioco dipende dalla valutazione del prodotto da parte del proprietario della piattaforma. Come si fa questa valutazione? Non so, non lo condividono e non condivideranno il valore che attribuiscono al mio gioco”.

Garner afferma che tutti i giochi rilasciati nel negozio devono passare attraverso uno stile “molto difficile” [compliance check] Pubblica 3+ generazioni di software di backend”, quindi crea un trailer specifico per la piattaforma, scrivi un blog per il loro sito, quindi “invia più moduli di social media”. Anche assumere un account manager per aiutare con questo è difficile.

Dopo aver affermato che anche la possibilità di essere lanciata con uno sconto richiede l’approvazione del proprietario della console – e anche in questo caso è “estremamente limitata” – Garner continua a fare l’affermazione più famosa. Tutto questo può essere superato pagando un minimo di $ 25.000. È un numero da allora Verificato da due fonti.

A partire da questo prezzo, il file leggenda L’editore afferma che questa azienda esporrà un gioco nel suo negozio, assicurandosi che raggiunga gli occhi dei giocatori. E ovviamente questo è prima del 30% standard dei profitti che vanno al titolare della piattaforma.

Sebbene Garner non abbia mai menzionato alcun nome, abbiamo verificato in modo indipendente che questi accordi sono sicuramente in atto con Sony per PlayStation.

Il numero di giochi indie rilasciati ogni settimana su qualsiasi piattaforma è già insostenibile per i sistemi attuali. Come dice MikeSwitch ha almeno 30 giochi rilasciati a settimana, mentre Steam attualmente vede circa 50 nuovi giochi لعبة giorno. Farsi notare su qualsiasi piattaforma, quando non si ha la spesa di marketing e il clamore in anticipo di un editore AAA, è incredibilmente difficile, con dozzine di giochi decenti che passano completamente inosservati ogni mese.

Questo crea un’opportunità per i proprietari di piattaforme, che non possono necessariamente mostrare ogni nuovo gioco in primo piano nei loro negozi di console. Laddove si può sperare in soluzioni come una migliore organizzazione umana, o una migliore esposizione di sezioni di spicco dedicate alle regioni indipendenti più promettenti, l’imposizione di denaro a quei centri superiori sembra inevitabile.

Dai documenti ufficiali che abbiamo visto, quella commissione può essere solo fino a sei cifre per una promozione del fine settimana. Ci ha anche detto che Microsoft gestisce sistemi di pagamento simili a Xbox Store. Naturalmente, per i principali editori, questo è solo un altro numero nel mio foglio di calcolo di marketing multimilionario, ovvero i costi di fare affari. Ma per sviluppatori ed editori indipendenti, lavorare su budget totali, probabilmente a cinque cifre o meno, è assolutamente insostenibile. Finché le principali piattaforme rilasceranno entrambi i tipi di giochi alle stesse condizioni, mettendoli in diretta competizione tra loro, il gioco di Garner sarà solo una delle migliaia di storie frustranti che trovano impossibile attirare alcun interesse.

Abbiamo contattato Sony per un commento e aggiorneremo se risponderanno.

Nel frattempo, abbiamo chiesto a Ian Garner perché ha sentito il bisogno di parlare dopo la sua ultima chiamata con Platform X.

Ci ha detto che “Platform X sta perdendo i giochi indie su larga scala mentre ci usa come parte essenziale del loro marketing”, probabilmente riferendosi al profilo più ampio che alcuni giochi indie sono stati presentati all’E3 di quest’anno. “La mia ultima chiamata ha mostrato che non si preoccupano di noi, delle nostre opinioni o del nostro sostentamento. Peggio ancora, garantisce ai clienti un affare peggiore e hanno meno opzioni. Non capisco la logica, ma sembra essere un male per tutti, compresi .”

READ  Windows 11 è pieno di deliziosi dettagli