noviembre 28, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il perseverante Rover della NASA scarica rocce marziane «per guardare qualcosa che nessuno ha mai visto prima»

La congiunzione solare, il periodo in cui il Sole si trova tra la Terra e Marte, è iniziata il 2 ottobre, interrompendo le comunicazioni della NASA con il rover. Questo blackout è terminato il 19 ottobre e la perseveranza è tornata alla ricerca di segni di vita antica sul Pianeta Rosso.

Uno degli obiettivi principali del rover è raccogliere campioni di rocce e sporcizia sulla superficie di Marte che verranno riportati sulla Terra nelle future missioni. Lei ha già Sono stati raccolti due campioni Ha usato l’aiuto dell’elicottero Ingenuity, che fungeva da ricognitore aereo, per trovare i suoi prossimi obiettivi degni di un campione.

Dal 25 ottobre è stata raggiunta la perseveranza in alcuni degli affioramenti rocciosi in un’area a sud di una regione intermedia del pianeta, che interessano il team scientifico del land rover. Il rover ha un raschietto sul braccio robotico che può raschiare gli strati di roccia per guardare all’interno di queste rocce.

«Rocce stratificate come questa si formano spesso nell’acqua e possono contenere indizi su come era il loro ambiente una volta. Vediamo se questo sarebbe un altro buon posto per #SamplingMars», si legge in un post dall’account Facebook del rover, attivato da NASA, il 4 novembre.

Dopo aver scheggiato la roccia, la sonda ha inviato immagini per mostrare cosa c’era sotto lo strato superiore arrugginito: quella che sembrava essere una raccolta di minerali granulati e sedimenti.

«Fissare dentro per guardare qualcosa che nessuno ha mai visto prima. Ho eroso un piccolo pezzo di questa roccia per rimuovere lo strato superficiale e guardare sotto. Azzeramento sul mio prossimo obiettivo per #SamplingMars», un account Facebook di Perseverance pubblicato il 9 novembre.

Il contenuto minerale delle rocce del cratere Jezero, che un tempo era il sito di un lago 3,7 miliardi di anni fa, agisce come un’antica capsula del tempo indisturbata. Possono dire agli scienziati come si sono formate le rocce e com’era il clima in quel momento. Questo può fornire una panoramica di come apparivano il delta del lago e del fiume quando il pianeta era più caldo e umido – e potenzialmente abitabile.

READ  La nuova aggiunta della Russia alla stazione spaziale: quando guardarla

La perseveranza sembra prepararsi a raccogliere un campione di roccia erosa per vedere cosa potrebbero rivelare i misteri di Marte a South Séítah.

«Perseverance e il suo team hanno fatto molta strada negli ultimi otto mesi di operatività su Marte», ha scritto in un recente post sul blog Perseverance David Pedersen, ricercatore associato per lo strumento PIXL del rover presso l’Università tecnica della Danimarca. «Ora, questo fa parte della normale routine di missione del rover per raccogliere campioni di roccia e condurre la scienza di prossimità utilizzando gli strumenti montati sulla torretta all’estremità del braccio robotico/manipolatore».