enero 24, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Gli ospedali della California ritengono che Omicron si traduca in un minor numero di ricoveri e soggiorni più brevi

nuovo studia Dei quasi 70.000 pazienti COVID in California che mostrano che Omicron causa una malattia meno grave rispetto ad altre varianti di coronavirus. La nuova ricerca, pubblicata online martedì, In linea con risultati simili da Sud Africa, Gran Bretagna e Danimarcae Oltre a una serie di esperimenti sugli animali.

Rispetto a Delta, la probabilità di inviare un’infezione da omicron in ospedale è stata dimezzata. Degli oltre 52.000 pazienti Omicron identificati dalle cartelle cliniche elettroniche per Kaiser Permanente nel sud della California, un grande sistema sanitario, il dottor Leonard e colleghi hanno scoperto che nessun paziente stava usando un ventilatore durante quel periodo.

«È davvero un fattore virale che spiega il rischio più basso», ha affermato Joseph Lenard, epidemiologo dell’Università della California, Berkeley, e autore dello studio, che non è stato ancora pubblicato su una rivista scientifica.

Nonostante la virulenza meno grave di Omicron, gli ospedali statunitensi stanno inciampando con l’afflusso di casi di coronavirus. Il dottor Lenard ha detto che questo paradosso era il risultato della diffusione dell’alternativa a macchia d’olio. In media, più di 730.000 persone risultano positive al virus ogni giorno negli Stati Uniti, quasi tre volte il picco precedente dello scorso inverno.

«Poiché è più trasmissibile, ci saranno inevitabilmente molti ricoveri», ha affermato il dottor Lenard.

Nelle ultime settimaneLa Gran Bretagna e molti altri paesi riferiscono che Omicron ha un minor rischio di ospedalizzazione. Quando l’alternativa ha colpito gli Stati Uniti il ​​mese scorso, il dottor Leonard e i suoi colleghi hanno iniziato ad analizzare le cartelle cliniche elettroniche detenute dalla Kaiser Permanente della Southern Californiaserve 4,7 milioni di persone.

READ  Sono state scoperte tre nuove specie di puzzola maculata in piedi

Hanno analizzato 69.279 pazienti sintomatici risultati positivi al coronavirus tra il 30 novembre e il 1 gennaio. Tre quarti dei campioni positivi contenevano la variante omicron, mentre il resto era delta.

I ricercatori hanno quindi seguito le persone che sono risultate positive per vedere se sono finite in ospedale. Sono stati esclusi i cosiddetti pazienti Covid casuali che sono arrivati ​​in ospedale con altri reclami e sono risultati positivi al virus solo all’arrivo.

Lo studio ha rilevato che rispetto a Delta, Omicron ha dimezzato il rischio di ospedalizzazione. Inoltre, le persone che sono arrivate in ospedale con Omicron sono rimaste per un periodo più breve. L’ospedale variabile rimane più di tre giorni, che è una diminuzione del 70 per cento rispetto al Delta Hospital.

Quattordici pazienti Delta sono morti, mentre solo un paziente Omicron è morto. Questa differenza si è tradotta in una riduzione del 91% del rischio di morte.

Mentre gli scienziati hanno raccolto prove che Omicron è meno grave, hanno lottato per capire perché. Uno dei motivi è che le persone con omicron hanno più difese immunitarie rispetto alle onde precedenti.

In altri paesi, i ricercatori hanno scoperto che le infezioni precedenti con altre varianti riducono le possibilità che le persone si ammalino gravemente di omicron. La vaccinazione fornisce anche protezione.

«I vaccini sono molto utili», ha detto il dottor Lenard. Lui e i suoi colleghi hanno scoperto che i californiani vaccinati avevano dal 64 al 73% in meno di probabilità di essere ricoverati in ospedale rispetto alle persone non vaccinate.

Anche tra le persone non vaccinate, era improbabile che Omicron provocasse il ricovero in ospedale da Delta.

READ  Guarda gli enormi razzi lunari della NASA parcheggiati, i booster e tutto il resto

Il dottor Leonard ha affermato che questa ulteriore analisi ha mostrato che Omicron è essenzialmente meno grave. Studi sugli animali indicano che Omicron infetta prontamente le cellule delle vie aeree superiori, ma funziona male nei polmoni, il che potrebbe spiegare i suoi lievi effetti.