septiembre 17, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Calcio e TV: lo share televisivo delle partite dell’Italia a Euro 2020

Dopo 53 anni, la nazionale italiana di calcio ha conquistato un altro titolo di campione d’Europa proponendo un calcio divertente e convincente, come forse non si era mai potuto apprezzare in passato in una seppur vincente selezione azzurra. Uno dei meriti di Roberto Mancini è stato appunto quello di far divertire le persone e i tifosi, e non a caso l’Italia è stata una delle squadre più amate di Euro 2020, ricevendo i complimenti e le congratulazioni di tutte le federazioni, amiche o “meno”. A dare ragione a Roberto Mancini e i suoi ragazzi ci sono i dati relativi alle preferenze televisive nelle serate in cui giocava l’Italia. Vediamo partita dopo partita lo share della nazionale in TV.

Tre partite del girone giocate all’Olimpico

L’Italia ha avuto la “fortuna” di inaugurare quest’europeo all’Olimpico, e sarà Paese ospitante anche di semifinali e finale di Nations League, in cui esperti e dati del sito di scommesse Planetwin365 vedono la Francia come favorita davanti proprio agli azzurri. Durante le tre partite contro Turchia, Svizzera e Galles, Insigne e compagni hanno dimostrato di tenere ai colori della nazionale e non hanno lesinato giocate e sacrificio per raggiungere tre vittorie in altrettante gare, così come spera di fare in Nations League Mancini in ottobre.

L’esordio contro la Turchia dell’11 luglio ha fatto registrare ben oltre 12 milioni di italiani collegati alla partita per una media del 50% di share. L’apprezzamento durante il girone è via via aumentato fino a toccare i 15 milioni di telespettatori nel secondo match vinto per 3-0 contro la Svizzera.

Austria e Belgio: numeri da protagonista anche in televisione

L’ottavo di finale con l’Austria ha automaticamente decretato la fine e l’assegnazione del primato di imbattibilità per goal subiti da questa nazionale, che si assesta a 1168 minuti a rete inviolata; non solo, il successivo quarto di finale contro il Belgio ha rappresentato la quindicesima vittoria consecutiva fra qualificazioni e fase finale di un torneo continentale, cosa mai riuscita a nessuna altra nazionale.

READ  Il Movimento 5 Stelle italiano sull'orlo del collasso

Ma oltre a questi numeri da record e al raggiungimento della semifinale contro la Spagna, le partite contro Austria e Belgio hanno confermato una nazionale leader anche in televisione. L’ottavo di finale vinto con reti di Chiesa e Pessina ha “incollato” davanti alla TV ben 13 milioni di italiani su Rai 1, e oltre 1,5 milioni di telespettatori su Sky, pari a uno share quasi del 70%. Durante i supplementari lo share ha però raggiunto il 73% sommando Sky e Rai 1. Con il Belgio pressapoco stesso risultato, con un interesse crescente: 15 milioni 483 mila telespettatori pari al 65,2% di preferenze in televisione.

Nonostante i diversi maxi schermi installati in tutta Italia che hanno fatto riempire diverse piazze l’apice è stato toccato con Spagna e Inghilterra in semifinale e finale. La semifinale contro gli iberici ha toccato un picco del 77% di share, che si traduce in 19,5 milioni di spettatori, ma i rigori nella finale contro i padroni di casa dell’Inghilterra sui quali il nostro Donnarumma è stato decisivo hanno visto davanti a schermi, teleschermi e dispositivi Rai oltre 17 milioni di tifosi italiani, che sommati ai tre milioni sintonizzati su Sky fanno toccare un nuovo record in tema di share televisivo per la nazionale di calcio, superando il 78%. La nazionale 2020 è vincente in tutti i settori, sperando lo sia anche il prossimo ottobre a Milano.