octubre 17, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Astros ha battuto i Dodgers per porre fine a una serie di sconfitte consecutive

Houston – Il manager di Astros Dusty Baker ha visto Albert Pujols avvicinarsi nella sua scheda di punteggio, una ruga che ha aggiunto un tocco snervante a un gioco che è già pieno di dramma. Quindi deve essere stato Pujols – il nemico di lunga data di Astros – che è venuto a colpire due colpi nella nona partita che rappresentano la corsa incatenata mercoledì sera.

Con Astros che si avvicinava all’uscita di Ryan Presley con il torcicollo e sferrava un colpo devastante al già sconfitto Houston Bull, Baker si rivolse a Brian Abreu Al nono posto, una differenza di tre partite. Una coppia che cammina cammina sui nervi tesi e apre la strada ad Abreu per affrontare il principe Alberto. Abreu è stato all’altezza della sfida e ha colpito Pujols mentre ha oscillato per concludere la sua carriera di debutto in una spettacolare vittoria per 5-2 sui Dodgers al Minute Maid Park.

“Ho avuto frequenti incubi in passato quando Albert ci picchiava più volte”, ha detto Baker. “[Abreu] Hanno dato buoni stadi quando ne avevamo bisogno e abbiamo vinto la partita “.

Questa era già una notte in disperato bisogno per gli Astros, poiché hanno eliminato una delle peggiori partite della stagione: una sconfitta per 9-2 martedì nella loro quarta sconfitta consecutiva. Di fronte al fulmine Trevor Bauer e senza il battitore designato Yordan Alvarez e il difensore Michael Brantley, le probabilità erano contro Astros.

“Ieri è stato difficile per noi”, ha detto Altuve. “È molto importante che siamo usciti stasera e abbiamo cambiato le cose molto velocemente. Abbiamo segnato alcuni calci e Luis Garcia è stato fantastico oggi. Sono così contento che abbiamo vinto questo”.

Garcia, che ha fatto la sua terza partenza consecutiva, ha lanciato 100 lanci acuti, 39 nel terzo debole in cui gli è stato permesso di correre ma è rimasto bloccato nelle basi cariche. Doveva ancora essere sfidato, poiché ha inviato gli ultimi 10 giocatori che ha affrontato.

“Colgo ogni occasione che mi danno”, ha detto Garcia, che ha ridotto la sua età a 2,93 e WHIP a 1,02 in 46 turni. “Approfitto di queste opportunità ogni volta che esco come assistente, e come esordiente. Non so se rimarrò un regolare, ma sono pronto ad andare in qualsiasi situazione”.

Il soffitto chiuso del Minute Maid Park ha fatto eco agli applausi dei fan di entrambe le squadre di una delle competizioni più feroci del baseball, una rivalità che risale ai giorni della Western National League negli anni ’70 e ’80 e culminata con la vittoria di Astros nel Mondiale 2017. Serie – un titolo che ha sollevato interrogativi due anni dopo quando ha scosso lo scandalo dei furti di Sports Signal.

Gli Astros insiste sul fatto che il loro obiettivo era cercare di farsi strada attraverso una serie di sconfitte e perdite crescenti, ma nel profondo, non potevano sopportare l’idea dei Dodgers – e delle loro migliaia di fan vestiti di blu – e lasciavano che Houston salutasse il le prossime scope per spazzare due giochi.

“È stata una partita ravvicinata per tutta la notte”, ha detto Baker, l’ex star dei Dodgers che ha giocato 105 partite con l’Astrodome nella sua carriera. “Non vedevi quasi nessuno correre su e giù per il corridoio o andare in bagno. È stato così divertente. È così che ricordo Houston.”

Gli Astros e i Dodgers si incontreranno di nuovo ad agosto a Los Angeles prima che i fan per la prima volta da quando è scoppiato lo scandalo del furto di segnali nel 2019, una serie che sarà più intensa. La rivalità infuria tra Astros e Dodgers.

Correa ha detto: “Molte persone hanno detto molto, e questo non significa che usciamo tutti i giorni e cerchiamo di vincere per quello che hanno detto. Non ci interessa”.