Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La scorsa settimana si era consumata la vendetta di Sharrod Ford, che dopo aver violato la Futur Show Station con Montegranaro aveva gridato al mondo la propria voglia di riscatto nei confronti di una Virtus che l’aveva trattato male. Stavolta l’ex aveva il dente ancor più avvelenato, essendo rimasto fuori squadra per un anno intero perché non aveva accettato una riduzione dello stipendio, di quello stipendio che la Virtus stessa gli aveva offerto e che gli aveva fatto firmare. Parliamo di Alex Righetti, giocatore tutto cuore che ieri con la canotta di Varese ha letteralmente seppellito le V nere con la sua miglior prestazione: 21 punti in 25 minuti, con un 5/8 da 3 davvero tombale per la Virtus soprattutto perché sferrato nei minuti finali, quando i bianconeri potevano teoricamente ancora rientrare nel match. Al di là delle scusanti delle V nere, che si erano in effetti presentate in Brianza senza Winston e Sanikidze, fa pensare come siano avvelenati questi ex bianconeri: e dal momento che non si tratta di casi isolati ma di un numero di giocatori che oramai si fa fatica a contare con le dita di due mani, forse conviene ripensare con calma alla cosiddetta “gestione delle risorse umane” che negli ultimi anni si sta portando avanti in Virtus. E’ andata invece bene alla Fortitudo, che ha espugnato il parquet di Caorle affiancandola così in classifica: peccato per il neo finale dell’infortunio del capitano Davide Lamma, che se dovesse rivelarsi grave toglierebbe ai biancoblù, dopo Carretta, l’unico altro giocatore davvero insostituibile dell’Aquila. In Lega Due è andata malissimo per Ferrara e Rimini, sconfitte rispettivamente da Barcellona e Casale Monferrato, mentre Imola ha superato agevolmente San Severo e Forlì si è aggiudicata a sorpresa il derby contro Reggio Emilia.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.