Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Trenkwalder rientra tra le squadre papabili per un ripescaggio in serie A. Il tutto nasce da un sopralluogo della Comtec (commissione di controllo della Federbasket) nella sede del Basket Napoli, in seguito al quale è emersa qualche irregolarità da parte della società partenopea. Nel caso (a dire la verità, piuttosto remoto), che Napoli venisse esclusa dalla massima serie, in biancorossi sarebbero in corsa insieme ad altre formazioni. Ma il patron Stefano Landi, pur ammettendo che qualche spiraglio ci sia, rivela che le probabilità sono molto poche.
Landi, quanto c’è di veritiero nell’eventualità di un ripescaggio della Pallacanestro Reggiana in serie A?
«Abbiamo scoperto questa cosa qualche giorno fa. Io sono fuori Reggio e non sono molto aggiornato, Dalla Salda è al corrente di tutto».
Vigilate dunque, in attesa di sviluppi?
«Ribadisco che non so nulla, ma non capisco come facciamo ad essere in lizza per un posto utile, dovremmo avere molte squadre davanti a noi».
Venendo alla squadra, domani partirà alla volta del ritiro di Castelnovo Monti.
«A tal proposito ringazio il comune di Castelnovo Monti che ci ospita prmai da diversi anni in un ambiente confortevole e ci permette di prepararci al meglio per la stagione».
Cosa pensa della nuova Trenkwalder?
«Non ho ancora visto gli allenamenti né i nuovi all’opera, ma sono sicuro che partiranno tutti con una grande carica già dalla preparazione».
La preoccupa la situazione degli infortunati?
«Non c’è niente di grave, la situazione eè sotto controllo. La frattura di Heinrich è di lieve entità, i giovani Melli e Campani sono attentamente monitorati».
Il coach sostiene che ci vorrebbe una partenza lanciata.
«Sono d’accordo, il calendario ci ha riservato squadre forti già all’inizio e dunque ci servirebbe incamerare punti importanti. Significherebbe sottrarli ad altre squadre che lottano per il nostro stessso obiettivo».
Domani partirà anche la campagna abbonamenti. Auspici particolari?
«Ho sempre detto che non sto a guardare le fredde cifre, i dieci abbonamenti in più o in meno. Credo che a Reggio ci sia un grande interesse per il basket e che nel pubblico che ci segue ci sia uno zoccolo duro importante. L’importante è che la squadra inizi bene, in modo da creare un bell’entusiasmo intorno a sé, e tutto verrà di conseguenza. Speriamo che i tifosi biancorossi rispondano».

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.