Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il nome è sempre più complicato e nessuno lo ricorderà. L’importante è che sia vincente. E’ la SF16-H, la nuova Ferrari presentata oggi alle 12 direttamente sul portale web della casa di Maranello. Dal prossimo 20 marzo con il via del nuovo campionato del mondo in Australia a Melbourne si capirà se le tante parole utilizzate in questi giorni saranno al vento o davvero ci sarà in questa stagione maggiore competitività in vista della vittoria finale del mondiale. Dal punto di vista estetico si caratterizza per la la colozione bianca del cofano e sotto l’abitacolo, mentre tecnicamente è tutta da scoprire.
Per ora di lei si dice che è condannata a vincere. Una vittoria nel mondiale piloti che sfugge alla scuderia dal 2007. Una richiesta da parte dei ferraristi di tutto il mondo, che colorano le piste di ogni continente, e che cominceranno proprio dall’Australia. Nello stesso momento si sa che il patron della Ferrari, Sergio Marchionne, è uno al quale la politica di De Coubertine della partecipazione piace molto poco. Si gareggia solo per vincere e da quando è in carica ha rivoltato l’organico della squadra, iniettato milioni di euro di risorse e imposto un imperativo categorico, essere vincenti già in Australia nella gara di apertura di questo campionato.
Una bella responsabilità per lo staff tecnico guidato da James Allison perché questa è la prima Ferrari interamente progettata sotto la sua direzione tecnica. I piloti sono sempre gli stessi: Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Il tedesco dovrà gioco forza aumentare le tre gare vinte lo scorso anno nella sua stagione di esordio in rosso e il finlandese dovrà tornare a farlo, visto che, non va dimenticato, è l’ultimo campione del mondo in pista con una monoposto del Cavallino. Una coppia che probabilmente per il basso numero di vittorie e per la chiara differenza tecnica mostrata lo scorso anno, non è per nulla litigiosa. Anzi collaborativa e completamente focalizzata sul grande obiettivo. Lunedì i primissimi responsi della pista nella sessione di test a Montmeló. Dal 22 al 25 febbraio andrà in scena il primo vero confronto coi rivali, su una pista che assai rappresentativa della bontà di una Formula 1.

Categoria: Sport, Ultime sportive

Commenti sono chiusi