Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La questione che vede coinvolta la Virtus e la squadra francese del Roanne, oltre a Marcelus Kemp e KC Rivers, sta continuando, divenendo, giorno dopo giorno, oltre che stucchevole, del tutto pericolosa per le V nere. Oggi Rivers arriverà a Bologna insieme alla sua compagna, che tanta parte ha avuto nell’abbandono di Roanne (che la signora proprio non sopportava) e nella scelta di Bologna, ritenuta dalla donna prima ancora che dall’atleta la meta ideale. Il problema è che, nonostante i tempi tecnici lo permetterebbero, il tesseramento di Rivers per il decisivo match di domenica a Cantù è ancor oggi in forse. Il problema è legato alla richiesta di svincolo d’urgenza che Marcelus Kemp ed il suo agente hanno presentato alla Fiba, che dovrebbe rendere nota la propria decisione all’inizio della prossima settimana, lunedì o martedì. Ciò cozza e non poco con quanto atteso dalla squadra di Roanne, che, certa che la risposta sarebbe arrivata entro ieri, non ha così potuto tesserare in tempo utile Kemp per la trasferta di domani a Le Havre, fondamentale per rimanere in vetta alla classifica del campionato francese. Avessero immaginato che la situazione avrebbe preso questa piega, probabilmente i transalpini non avrebbero ceduto Rivers alla Virtus così in fretta. E ciò porta al problema primario del momento in casa bianconera: per tesserare il nuovo giocatore occorre anche il transfer da parte di Roanne. La quale, in ossequio al vecchio adagio “occhio per occhio, dente per dente”, potrebbe avere la bella pensata di non concedere l’ok, o anche solo di ritardarlo, costringendo così Rivers a guardare dalla tribuna la partita di Cantù. La Virtus sarebbe in questo modo costretta a giocare la settima partita in fila senza un americano.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.