Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/RVM_BOLOGNA_20150309.mp4
Il Bologna è tornato e dopo un primo tempo di difficoltà sabato pomeriggio è ripartito da Varese con la quinta vittoria consecutiva, il miglior bilancio esterno dalla stagione dello scudetto 1963-64. I tanti che avevano messo in discussione Lopez hanno riposto l’ascia di guerra e a meno di rovesci ad oggi inimmaginabili il tecnico viaggerà sereno per le ultime dodici partite. Dovranno essere quelle del ritorno nella massima serie e solo al raggiungimento dell’obiettivo si potrà parlare di futuro. Intanto c’è da registrare una squadra che ha conquistato diciotto punti nelle prime nove partite del girone di andata, uno in più dell’andata e ha consolidato il secondo posto in attesa di un match, quello con il Modena, che dovrà essere una vera festa, non solo nelle due curve, che saranno sicuramente stracolme. Dopo due vittorie consecutive si attende un buon esodo di tifosi del Modena, che andrà aggiunto ai 3600 biglietti offerti da Banca di Bologna ai ragazzi e alle loro famiglie nei distinti laterali. Queste due presenze, che riempiranno il settore ospiti e i distinti, saranno una spinta notevole verso un’affluenza record in questa stagione che potrà avvicinarsi alle 20.000 unità, davvero un colpo d’occhio importante per una partita, che, svolta alle 15 della domenica se non altro per la dislocazione sembra ricordare antichi derby di serie A.
In maglia rossoblù il giocatore più atteso sarà sicuramente Daniele Cacia, che, dopo aver toccato quota dieci, attende la primavera per spiccare il volo come accaduto nelle ultime stagioni in serie B. Ma bisogna tener conto che rientrerà anche Laribi, secondo bomber del Bologna, così come Matuzalem. Entrambi hanno scontato la squalifica e si presenteranno regolarmente in campo, dove tra i rossoblù non saranno, presenti, invece, né Krsticic e neppure Mancosu ancora infortunati. Potrebbe tornare tra i convocati anche Morleo, che dopo il lungo infortunio è riuscito ad allenarsi con i compagni per una decina di giorni, ha giocato un’ora con la Primavera e in caso di necessità potrà comunque essere utile alla causa. Ancora è presto per individuare l’undici di partenza, anche perchè Lopez continua a stupire. Dopo il 4-1-3-2 di partenza a Varese, trasformato nella ripresa in un 4-2-3-1, il tecnico sembra pronto a ritrovare il trequartista dietro alle due punte, un modulo ben conosciuto ma che in casa, nelle ultime quattro uscite, ha portato solo tre miseri punti. E’ necessario invertire la rotta davanti ai propri tifosi il prima possibile, e il derby di domenica sembra essere l’occasione migliore.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.