Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il Bologna è tornato ad allenarsi a Casteldebole con una certezza in più. La salvezza è arrivata quest’anno con nove giornate di anticipo e solo un autolesionista e pessimista totale può ora pensare che i ragazzi possano mollare o non provare a raggiungere qualcosa che per ora è un sogno, ma domani chissà. Lo scorso anno la Juventus è arrivata in Europa con 55, ora il Bologna raggiungendo quella quota e sperando che il Palermo non faccia la finale di coppa Italia potrebbe sperare in qualcosa che varrebbe molto più dello scudetto, potrebbe assomigliare alla tripletta dell’Inter o forse ancora di più. Per questo serve l’aiuto di tutti: dalla stampa, che non può solo cercare di alimentare cose negative, i tifosi, che oltre a continuare a essere il 12 uomo, possono, grazie alle tante offerte proposte dalla società, riempire il Dall’Ara come gli ultimi due appuntamenti quando abbiamo visto sugli spalti dai 20 ai 25.000 spettatori. Uno spettacolo che rende merito a chi si sta battendo perché anche la situazione economica si normalizzi. Al proposito le vittorie sembra davvero stiano facendo bene, se è vero, come ha detto Consorte, che aver conquistato la salvezza e dunque la certezza che anche il prossimo anno arriveranno tra i 25 e i 28 milioni da Sky, ha aperto i cordoni delle banche, che hanno garantito alla società le fideiussioni necessarie a sbloccare gli ultimi sei milioni dalla Lega. Questo vuole dire che il Bologna potrà arrivare senza più problemi al termine della stagione, non dovendo correre dietro agli eventi come il pagamento di tasse o stipendi. E così lo stesso Consorte, che oggi presenta altri soci di Bologna 2010, può con la giusta calma verificare il nome dell’amministratore delegato, una figura che dovrà egli stesso essere capace in futuro di garantire alla società quelle entrate economiche alle quali, ora, sta pensando Intermedia, che potrebbe rimanere un partner della società, ma non come in questo caso, la mamma putativa del Bologna.
Presto ci saranno anche novità sui contratti, da Malesani a Longo, da Di Vaio a coloro che andranno in scadenza. Ma anche per coloro che non saranno confermati la stagione non è persa, dopo un anno come questo di sicuro sarà molto più facile trovare una sistemazione.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.