Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Sarebbe troppo facile dire che la Virtus ha vinto per una bomba di Fontecchio a 15” dalla fine e per una stoppata di Okaro White a due secondi dal termine. Perchè non si darebbe il giusto merito ad una squadra che pur avendo inseguito per tutto l’incontro, non ha mai staccato la spina, è sempre stata dentro la partita, non ha pensato che comunque una sconfitta a Pistoia potesse starci, ma ha creduto fino in fondo a due punti che sembravano sempre più lontani più la fine dell’incontro di avvicinava. Ed eccola, invece, la squadra da playground che voleva Valli, quella che si diverte a giocare e che vuole mettere anche l’ultima mattonella nonostante il -5 all’ultimo giro di lancette e una squadra, Pistoia, che sembrava non voler cedere di un centimetro. Sugli scudi ieri il più importante prospetto dal basket italiano, che anche ieri si è preso ben oltre tutte le sue responsabilità. Il coach ha capito che doveva giocarsi lui le chance di agguantare l’incontro, lui che prima aveva stoppato Cinciarini e fatto capire che la riscossa era possibile. Ma al suo fianco un ottimo Allan Ray praticamente perfetto, con 20 punti e 3/4 da tre. L’ex Villanova è stato l’unico a fare canestro con continuità per tutta la partita, e nell’ultimo minuto ha messo una tripla cruciale. Senza dimenticare i rimbalzi di Mazzola e alla regia di Matteo Imbrò. Certo, di strada da fare ce n’è ancora tanta, e Gilchrist (che non era al 100%) e Gaddy – che comunque nell’ultimo quarto è stato importante con una tripla e l’assist a Fontecchio – devono migliorare ancora parecchio. Però una vittoria così – la prima esterna – è cruciale e può significare tanto anche in ottica di coesione del gruppo, e di convinzione nei propri mezzi.
Ora dal campo la Virtus sposta la propria attenzione a giovedì prossimo, 13 novembre 2014, quando alle 14, il Collegio di Garanzia dello Sport discuterà nella sede del Coni a Roma il ricorso che Virtus Pallacanestro Bologna ha presentato nei confronti della Federazione Italiana Pallacanestro, concernente la penalizzazione di 2 punti comminata il 18 luglio scorso. La società, che sarà assistita dallo studio legale Conte, sarà rappresentata dal presidente Renato Villalta. Si tratta di un tentativo senza troppe speranze, ma è chiaro che se i due punti fossero restituiti una buona parte della salvezza sarebbe stata colta, visto che Caserta non ha ancora vinto mentre le due in testa alla classifica, Sassari e Venezia hanno comunque perso un incontro e viaggiano a soli due punti dalle inseguitrici.
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/RVM_VIRTUS_20141110.mp4

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.