Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Dopo un lungo inseguimento durato settimane, e fallito in diverse occasioni, ora finalmente il Cesena può guardare tutta dall’alto verso il basso. Il successo in casa della Pro Sesto, e i risultati favorevoli delle dirette concorrenti, hanno permesso ai bianconeri di raggiungere la vetta solitaria a nove giornate dal termine del campionato. Non male per una squadra che sta si esprimendo un ottimo gioco, ma che sta mandando in rete in pratica soltanto i centrocampisti, sabato hanno infatti segnato Giaccherini e Sacilotto. Le punte romagnole sembrano essere in perenne letargo, con Motta, fermo a dieci reti ancora dal girone d’andata, Djuric che non è più andato a segno dal derby col Cesena dello scorso 19 gennaio, e Veronese che è ancora fermo ai box per un infortunio, problema che potrebbe fargli saltare il match casalingo di lunedì prossimo in casa con il Padova. Questo testimonia che il potenziale della band di Bisoli non è ancora espresso del tutto, e quando anche le punte inizieranno a trovare la rete con continuità allora il Cesena sarà davvero imprendibile. Per misurare le ambizioni romagnole, ci sono ora tre impegni importanti consecutivi, che se superati nel migliore dei modi, potrebbe regalare una bella fetta di serie B. Si inizia lunedì nel posticipo casalingo con il Padova, poi la settimana seguente ci sarà la trasferta a Novara, per finire lunedì 6 aprile al Manuzzi con la diretta inseguitrice Pro Patria, sempre in posticipo.
Tra le pretendenti ai playoff, e perché no al primo posto, c’è anche il Ravenna, diventata una macchina da punti e da reti incredibile. Nel solo girone di ritorno i giallorossi hanno ottenuto 19 punti sui 24 disponibili, in pratica tutti i punti dell’andata, diventando il secondo miglior attacco del girone. Nel facile successo per 2-0 con il Lecco, inoltre, la difesa non ha subito reti per la quinta volta nelle ultime otto gare, segno che oltre ai bomber Curiale e Zizzari, è tutto il collettivo a girare al meglio, dal portiere Brignoli al centrocampo. Non è un caso infatti che il forfeit all’ultimo minuto di Rossetti sia passato inosservato con l’inserimento di Filipi.
Domenca ci sarà la trasferta in casa della Sambenedettese, poi al Benelli arriva la Reggiana, primo scontro diretto per mirare ancora più in alto.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.