Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20131127.mp4

Il Bologna pensa a Parma e guarda con interesse il nuovo corso della comunicazione. Interviste in diretta, esclusive per i giornali, molta più libertà di parola. Così diventa interessante la lettura dei giornali, con il Direttore Generale Zanzi che spiazza il responsabile della contabilità, affermando che non è vero che il Bologna a gennaio deve vendere qualcuno perchè basta scontare in anticipo i diritti televisivi, in pratica comincia già a salutare la compagnia dicendo che il suo unico pensiero è la salvezza, mentre si scaglia contro i suoi detrattori dicendo che il Bologna ha sei osservatori che scandagliano tutti i campionati, ma se non ci sono soldi difficilmente i contatti possono andare a buon fine. Per le stesse parole Salvatore Bagni fu cacciato su due piedi, ma erano altri tempi.
Sul campo, invece, l’allenamento mattutino ha detto che Diamanti non lo ha svolto a causa dell’influenza, che si spera nel giro di un giorno possa sparire, anche perchè essendo l’incontro l’anticipo della quattordicesima giornata, c’è comunque un giorno in meno per la preparazione.
A parte, ma per un lavoro personalizzato, Natali, Perez e Pazienza ma la loro disponibilità al Tardini non è in discussione. Seduta differenziata ancora per Gimenez e Cherubin che sono gli unici indisponibili, mentre in vista dell’anticipo al Tardini inutile dire che c’è voglia di stupire. L’obiettivo contro Cassano e compagni vorrebbe essere quello di stupire, proprio contro una formazione galvanizzata dall’aver espugnato il San Paolo. Pioli vorrebbe fare il colpaccio per dare spazio alle seconde linee contro il Siena in coppa Italia, per poi giocare a viso aperto con la Juventus, con le spalle coperte da due buoni risultati con Inter e i ducali. Dunque conferma in toto per la formazione che ha giocato domenica sera, con l’unica sostituzione dell’infortunato Cristaldo, che tornerà o il 15 o il 22 dicembre con un ritrovato Rolando Bianchi, che dopo essersi sbloccato con l’Atalanta ha giocato un secondo tempo di grande personalità con l’Inter.
Dunque, quando mancano ancora tre giorni e dunque i ballottaggi sono aperti, certa la conferma della difesa a tre anche se in questi giorni è stata provata anche quella a quattro, con l’opzione aggiuntiva del rientro di Mantovani, mentre sugli esterni il rupero di Cech lo mette in competizione con Morleo, così come a destra Garics è solo favorito su un Crespo che si sta ritagliando un buon minutaggio. Krhin e Perez sembrano essersi definitivamente conquistati una maglia da titolare, mentre in avanti Diamanti e Kone saranno dietro a Cristaldo, mentre in caso di forfait del capitano sono pronti Laxalt e Christodoulopoulos.
Intanto stasera grande festa dei tifosi a Casalecchio, mentre la dirigenza si ritroverà in un locale del centro per parlare delle questioni legate anche al bilancio e per un momento di aggregazione.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.