Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Quando il Bologna è in difficoltà e le scelte del tecnico sono praticamente obbligate, ecco che normalmente scatta un effetto per il quale le energie vengono raddoppiate e i risultati sulla carta più difficili arrivano quasi come miracoli. E’ successo nelle ultime stagioni e la grave emergenza del centrocampo rossoblù sembra aver reso la partita con il Cagliari sempre più in salita. Mancheranno i pilastri, Perez e Mudingayi e dunque se mancherà la quantità bisognerà cercare di sviluppare maggior vivacità e corsa, con l’utilizzo di giocatori dalle caratteristiche completamente diverse. Il centrocampo provato nel pomeriggio sembra sempre a tre, con Taider e Krhin alternati davanti alla difesa, mentre Pulzetti e Casarini hanno agito a destra e a sinistra. Sembra questo il trio che dovrà tentare di supportare Ramirez e Kone più che Diamanti, con Acquafresca più che Di Vaio come unica punta, anche se il tecnico li ha provati in maniera equivalente. Si tratta di un esperimento, al quale, probabilmente Pioli avrebbe fatto volentieri a meno. Nello stesso momento una necessità, dopo la prestazione negativa messa in campo dalla formazione tipo domenica scorsa con il Cesena. Non potendo cambiare allenatore tutte le settimane, è giusto che sia lui a dare la scossa, provando a cambiare tattica e interpreti. E allora questa trasferta arriva a proposito, anche perchè la squadra di Ballardini è in crisi di identità come e più del Bologna, anche se poi può contare su 13 punti, che sono solo 3 più del Bologna e con la sconfitta di ieri sera in casa con il Siena è arrivato alla quarta sconfitta consecutiva. Un passo falso potrebbe riportarli nel baratro di una zona caldissima e dunque dal punto di vista psicologico Ballardini dovrà fare molto. Nello stesso momento per i book makers la vittoria degli isolani è altamente probabile, visto che è quotata a 1,85, mentre addirittura a 4,50 i tre punti per i rossoblù. 4-3-1-2 il probabile schieramento del Cagliari, con Pisano, Canini, Ariaudo e Agostini davanti ad Agazzi, quindi Conti al centro con Biondini e Nainggolan, quindi Cossu dietro a Tiago Ribeiro e Larrivey. Ad arbitrare è stato chiamato Valeri di Roma.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.