Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Non sono di certo giorni fausti per la Fortitudo. La squadra ha fallito l’obiettivo minimo del raggiungimento dei playoff, anzi nemmeno di obiettivo si trattava, dal momento che l’unico dichiarato apertamente era stato quello della promozione. E’ logico che, per il tifoso comune, non riuscire nemmeno a raggiungere i playoff, dovendo ora affrontare addirittura l’onta dei playout per non retrocedere in serie C, non aiuta di certo a riconoscersi nella nuova creatura, che ha ereditato dalla casa madre la storica F scudata ma che non riesce ancora ad esserlo in tutto e per tutto. Un po’, come si diceva, per i fallimenti sportivi della squadra che va in campo, un po’ perché la nascita della nuova entità nella sua forma definitiva tarda ad arrivare, un po’ (anzi soprattutto) perché, ancor oggi, si fatica terribilmente a liberarsi del passato. Il passato, per intenderci, che porta il nome di Gilberto Sacrati. Il presidente della vecchia Fortitudo Pallacanestro ieri ha superato il primo scoglio fallimentare con apparente assoluta tranquillità, dichiarando di aver pagato tutto quello che c’era da pagare. In realtà sono stati saldati 3 piccoli fornitori, dei quali ieri si discuteva appunto l’istanza, ma non è stato assolutamente saldato l’ex giocatore biancoblù Dalibor Bagaric (che per Sacrati non sarà mai da pagare, anche se non si sa il perché) e soprattutto non è stata saldata Equitalia, che attende da Sacrati tasse non pagate da diversi zeri. A tal proposito il n.1 della vecchia F scudata ha dichiarato di essere a posto, avendo rateizzato il debito: in realtà Equitalia ha fatto sapere tramite il suo Ufficio Stampa che valuterà la documentazione della richiesta presentata da Sacrati. Quindi non è per niente vero che sulle tasse l’accordo è stato già trovato, e questa fandonia va ad aggiungersi alle tante altre rifilateci da Sacrati da anni a questa parte. E la sopravvivenza della sua vecchia società è, giorno dopo giorno, un ostacolo per la nuova Fortitudo.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.