Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/MIRANTE.mp4

La cosa più bella è rivedere Mirante con i guantoni e pronto a fare ciò che ama. Giocare a calcio, buttarsi sui palloni. Un lavoro che, come diceva l’altra sera ai club Angelo Da Costa, ti fa diverso, perchè il portiere deve essere diverso dagli altri. Ci vorrà ancora un po’, diciamo un mese, ma quando rischia di andarci di mezzo la salute, tutto il resto va in secondo piano. I
Dopo la prima partita di campionato con il Torino, proprio l’ultimo giorno di mercato, a Milano si è sparsa la voce che il Bologna cercava un portiere. Di più che la Juve voleva Mirante e che il Bologna si stava cautelando. Poi, per smentire la sera il Bologna ha fatto un comunicato indicando il malore del giocatore. Da allora tanto silenzio, i miglioramenti che venivano di tanto in tanto fatti rimbalzare dalle parole del suo procuratore, fino alla bella notizia della scorsa settimana, con la quale si è fatto sapere che il giocatore avrebbe ripreso ad allenarsi in attesa del via libero agonistico definitivo. Ora le immagini degli allenamenti sul campo fanno tornare a tutti un bel sorriso e la certezza che il peggio è passato.
I giocatori hanno fatto sapere che durante questo periodo Antonio è sempre stato a fianco dei compagni, è andato nei box a bordo campo durante le partite e Destro gli ha pure dedicato un gol sotto la curva andandolo poi ad abbracciare.
Da Costa nei suoi confronti è stato quasi fraterno, quando gli ha detto che gli conservava la porta in attesa del suo ritorno e che non avesse nessun timore perchè tutti sapevano che quello sarebbe stato il suo posto. E’ vero che quando si è in una squadra e un compagno non sta bene è normale cercare sempre di difenderlo, ma in questo caso la cosa è sembrata molto spontenea ma pure molto sentita da parte di tutti.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.