Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20151123.mp4

A 48 ore dal pareggio con la Roma che da continuità ai risultati, il Bologna guarda la classifica e si accorge che solo quelle dietro ai rossoblù hanno perso. Quindi un punto che fa morale ma muove poco la classifica. I rossoblù hanno appena due punti di distanza dalla zona rossa e dunque il clima di grande euforia deve comunque rapportarsi ai soli 13 punti della classifica. Ecco, allora, che la trasferta di Torino, senza Mattia Destro, deve essere ancora vissuta in un clima di grande umiltà e consapevoli che ancora nulla è stato fatto. Umiltà e sangue freddo. Consapevolezza che la condizione è arrivata e che la squadra se la può giocare con chiunque. Ed inoltre che i punti vanno conquistati uno alla volta per arrivare a 40 il prima possibile. E’ vero che ne sono stati fatti 10 nelle ultime cinque partite, ma Torino e Napoli divengono due partite difficilissime. I granata davanti al loro pubblico sono davvero compatti e capaci di sfruttare anche la più piccola occasione. Il Napoli è in testa alla classifica sia per il tandem Iguain-Insigne, già autrice di 17 gol in due, ma pure di una difesa che si è registrata al massimo.
Ecco, allora, che c’è già una grandissima attesa per il match delle 12.30 del 6 dicembre con i partenopei. Oggi è partita la prevendita e nel settore della tribuna family c’è già stato il tutto esaurito ed è vicina alla chiusura anche la Bulgarelli. Vero, sono pochi i posti rimasti fuori abbonamento, ma fa comunque capire che c’è grande attesa e i 23.000 della Roma, specie se il tempo sarà clemente potrebbero essere sicuramente superati, considerando, pure, l’entusiasmo dei tifosi azzurri.
In casa Bologna si riprende domani pomeriggio con una doppia seduta. A riposo per un paio di giorni Maietta, mentre torneranno in gruppo Krafth e Zuculini. Donedoni, quindi, ha la scelta più ampia possibile, anche se l’esultanza di Destro lo ha fatto squalificare, facendo arrabbiare parecchio in tecnico. Probabile che Oikonomou possa prendere il posto di Maietta in difesa, mentre se non sarà cambiato l’assetto tattico sarà Mancosu a giocare da centravanti. Possibile anche il rientro di Rizzo a centrocampo per Brighi che non ha affatto demeritato, mentre altri cambiamenti non dovrebbero esserci.
Infine la notizia che si è divulgata in questi giorni è l’accordo vicino tra il Bologna e il Comune per andare avanti con il Dall’Ara come nuovo stadio. Tra alcune settimane il Bologna farà avere alla sovraintendenza e ai tecnici del Comune il piano dei lavori per poter cominciare prima possibile. Dopo il diluvio di sabato Saputo è sempre più convinto della necessità di uno stadio coperto in ogni settore e al suo completamento il Dall’Ara sarà un signore di quasi 100 anni ma diventerà uno degli stadi più belli d’Italia.

Categoria: Calcio, Sport

Commenti sono chiusi