agosto 15, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Ye’s Stem Player ha la pelle liscia e tutte le luci

Ad un certo punto dello sviluppo, il nuovo dispositivo per la creazione di musica di Kano Computing avrebbe avuto dei buchi per le dita. «Dio ha creato l’uomo. L’uomo è la più grande tecnologia di Dio», ha spiegato Yi, artista Precedentemente noto come Kanye West, come ricorda il CEO e co-fondatore di Kano Alex Klein. «Quindi, quando produciamo tecnologia, probabilmente deve essere modellata nella nostra immagine».

Il prodotto finale, Stem Player, realizzato da Kano in collaborazione con Ye, non ha fori per le dita. Ma è non convenzionale. È uno strumento musicale eccentrico che ti consente di ascoltare e manipolare la musica in tempo reale e, anche se i buchi non si vedono, si adatta facilmente a una delle tue mani.

Il Kano non ha uno schermo, il che significa che puoi ascoltare e giocherellare con la musica usando solo pochi pulsanti e quattro «steli» sensibili al tocco sul dispositivo. Possono essere usati insieme per manipolare gli «gambi» (diversi aspetti di una traccia come il canto o la batteria) dalle canzoni dell’album Ye donda, che è precaricato sul dispositivo. Oppure, grazie all’apprendimento automatico, può fare lo stesso trucco con qualsiasi album che ci metti sopra.

Queste borchie su un bordo hanno un dare soddisfacente.
Fotografia di Jay Peters/The Verge

Questo piccolo altoparlante si alza sorprendentemente bene.
Fotografia di Jay Peters/The Verge

il suonatore di gambo Si sono conosciuti nel giro di pochi anni. Klein dice che lui e lui hanno iniziato a lavorare insieme prima dell’uscita di Gesù è il re, che è stato rilasciato nel 2019. Sembra che un giorno abbiano avuto l’idea di «quello che allora veniva chiamato il dispositivo dell’album» allo Ye’s Lamborghini. (Ho visto Klein a fare una passeggiata per prendere i falafel e gli ho chiesto di salire in macchina.) Donda Quindi potrebbero pubblicarlo insieme all’album.

Accendi Stem Player e sarai accolto da una leggera vibrazione e quattro luci colorate che appariranno su ciascuno degli steli. Premi il pulsante al centro per riprodurre la musica – quando l’ho fatto mentre scrivevo questo, la batteria ha suonato su «Hurricane» e ha riempito la mia scrivania di rumori forti al The Weeknd. Ma se vuoi sentire Solo The Weeknd, tutto quello che devo fare è «spostare» le luci su tre delle aste come se stessi spingendo i cursori sulla tavola armonica per sfumare gli altri lati della canzone.

Non sei nemmeno limitato a giocherellare con uno stelo alla volta. Ho usato quattro dita per accordare tutti i gambi contemporaneamente, e Stem Player ha continuato qualunque cosa facessi. (Anche se ho decisamente peggiorato il suono della canzone.) Puoi anche creare loop e aggiungere effetti in tempo reale.

Il dispositivo è bello da tenere in mano e divertente con cui giocare. È anche morbido al tatto, il che lo distingue dai tanti altri utensili in metallo e plastica con cui interagisco ogni giorno. Klein mi dice che l’esterno è una «miscela unica» fatta di «molti polimeri diversi» e io ci credo: il suonatore di stelo non sente nulla di ciò che ho afferrato prima. (Più di una volta mi sono ritrovato a giocarci con una mano mentre ero alla mia scrivania.)

Poiché tutto è a portata di mano, è facile giocherellare con le canzoni mentre le ascolti. Aggiungere effetti e creare loop è meno facile: ho dovuto cercare un tutorial su come farlo. Ma giocherellare con le gambe è già abbastanza divertente.

«Volevamo che fosse un dispositivo che puoi raccogliere, sentire, vedere le luci, sentire le vibrazioni e che ti darà quel senso di comfort e controllo, che penso manchi in molti schermi oggi», Klein disse.

Tuttavia, non mi sono sentito a disagio nell’ascoltare un intero album con Stem Player in mano. La musica per me è un’attività di sottofondo; Spesso metto su musica mentre faccio i lavori di casa o mentre faccio jogging, che non sono esattamente i momenti ideali per giocherellare con Stem Player. Ma non dirò mai di essere un produttore musicale: la mia esperienza musicale è in gran parte costituita da anni banda di paese – Quindi, per chi ama creare la propria musica, Stem Player può essere uno strumento straordinariamente interessante.

«Alla fine della giornata, c’erano molte direzioni da seguire, e una cosa in cui mi dai sempre dei premi e mi istruisci quasi sempre, che mi dà una buona direzione, è fare le cose», ha detto Klein. «Finisci le cose, mettile fuori. Ci sono sempre cose che puoi fare per modificarlo e cambiarlo. Una grande opera d’arte che davvero non finisce mai, viene semplicemente tralasciata. »

Fotografia di Jay Peters/The Verge

READ  Tom Holland mantiene la sua promessa al ragazzo che ha salvato sua sorella da un attacco di cane