septiembre 18, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Un paziente COVID-19 in ospedale a Rapid City condivide la sua storia

RAPID CITY, SD (KELO) – Mentre ci dirigiamo verso il fine settimana, il South Dakota sta assistendo a un picco di casi di COVID-19.

Attualmente, ci sono circa 6.000 casi attivi nello stato. Ci sono 230 pazienti affetti da coronavirus negli ospedali del South Dakota; 66 di loro sono in terapia intensiva. Ci sono 36 pazienti sui ventilatori.

Il tasso di vaccinazione nello stato sta lentamente aumentando. Finora, solo più del 62% dei residenti del South Dakota idonei a ricevere il vaccino ha ricevuto almeno un’iniezione. Quasi il 57 per cento ha completato le vaccinazioni.

Un uomo di Rapid City afferma che la sua lotta con il COVID-19 lo ha aiutato a rendersi conto dell’importanza di vaccinarsi.

La paura degli aghi ha impedito ad Adam Bradsky, che ha compiuto 33 anni, di ottenere il vaccino COVID-19.

“Sto solo pensando, ho 32 anni. Mi sto allenando, sto mangiando bene, sarà solo un raffreddore, non un grosso problema”, ha detto Adam Bradsky, un paziente COVID-19.

Circa un mese fa, Bradsky è risultato positivo al coronavirus. Poi, pochi giorni dopo, si ritrovò in ospedale con gravi problemi respiratori, polmoni che esplodevano e alcuni pensieri spaventosi.

“La cosa fastidiosa del COVID è che sei stato malato per così tanto tempo e nulla è migliorato, quindi psicologicamente sei tipo, ‘Starò meglio un giorno?'”, ha detto Bradsky. “

Bradsky è stato qui al Monument Health per tre giorni prima di poter tornare a casa.

Bradsky dice che alcuni dei suoi sintomi sono rimasti con lui, inclusa la perdita di respiro, l’alta frequenza cardiaca e la nebbia del cervello.

“È deludente e a causa della malattia e in ospedale. Ho avuto un po’ di atrofia muscolare dove ho perso 15 libbre di muscoli scheletrici, ed è difficile perché sei più debole ed è difficile fare le cose che facevo io, ” ha detto Bradsky.

Bradsky ha intenzione di ottenere un vaccino contro il COVID-19 quando sarà in grado di farlo. Incoraggia fortemente gli altri a fare lo stesso.

“Prendere il vaccino è stato molto meglio per me, quindi…” ha detto Bradsky.

I casi di COVID-19 a Rapid City sono in aumento. I funzionari sanitari stanno esortando tutti a prendere le dovute precauzioni e a farsi vaccinare.

“Tutto questo ci mostra chiaramente che c’è una maggiore trasmissione della variante Delta e tutte le ragioni per essere preoccupati”, ha affermato il dottor Shankar Kura, Monument Health.

secondo Dashboard COVID-19 sul sito web della Rapid City Area SchoolCi sono più di 200 casi attivi tra gli studenti e 29 casi attivi tra i dipendenti.

Circa 550 studenti e personale sono in quarantena o isolamento.