agosto 19, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

UFC 269, The Morning After: Capire l’orribile perdita di Amanda Nunes

Cos’è successo ieri sera?

Il punto di questo articolo non è quello di screditare la nuova eroina Giuliana Pena. Tutto merito di «The Venezuelan Vixen», che ha mantenuto le sue promesse prima del combattimento alzandosi in piedi e portando il combattimento a Nunes. Tuttavia, l’attenzione qui non è sulla performance di Pena, che era… ragionevole? Non hai sbloccato nuove abilità o fatto nulla di particolarmente scioccante da un punto di vista tecnico.

Il litigio di Giuliana Pena è stato abbastanza ordinario.

L’esibizione di Amanda Nunes non è stata altro che il solito atto da «Leonessa». È iniziato come previsto: Nunes ha abbattuto il suo avversario due volte in 90 secondi con un calcio al polpaccio e poi un potente pugno diretto. Ha scelto di lottare un po’ con Bina, ma ehi, Nunes non ha mai avuto paura di entrare nel regno più forte del suo avversario.

Tutto è crollato al secondo turno. Nunes non aveva alcun senso del tempismo o della distanza, colpendo forte con calci bassi e pugni ad ogni turno. Pina rimase in piedi sul pavimento e vomitò, facendo poco o nessun inganno o preparazione. Tuttavia, i pugni di Pena sono caduti, mentre Nunes ha sbagliato più che mai. Costretta a terminare il servizio con poco tempo rimanente, Pina lasciò cadere la schiena e soffocò senza alcuna difesa.

Quello che è successo?

Ci sono tre opzioni realistiche. Innanzitutto, Nunes è entrata in 13 anni nella sua carriera. In media, i professionisti iniziano a regredire intorno ai 10 anni, quindi l’età e l’usura probabilmente raggiungeranno la regina.

In una nota simile, Nunes potrebbe non averci lavorato. Forse Pina ha visto una vittoria facile e non ha passato molto tempo in palestra; Potresti essere caduto vittima di Citazione famosa di Marvin Hagler. Succede ai vecchi pugili, anche (soprattutto?) ai grandi pugili.

READ  El resultado del partido Paris Saint-Germain-Marseille: Neymar y Kylian Mbappé aseguran la victoria de los parisinos en Le Classic

C’è un problema con queste due interpretazioni: Nunes sembrava perfetto per l’inferno. Nel suo primo ritorno ai pesi gallo da anni, Nunes è stata chiaramente in ottima forma. I combattenti lavati non raggiungono il massimo della forma fisica, né gli atleti che non sono disposti a passare ore.

Molto probabilmente – e la ragione fornita dalla stessa Nunes – era un problema mentale. Nunes si è addormentato al volante la scorsa notte e non è riuscito a farlo funzionare. Il suo tempismo era sbagliato, probabilmente si era stancata, e quando la presentazione le ha dato la possibilità di riprovare un’altra notte, l’ha presa.

Tutti i combattenti affrontano un onere simile di dover competere in una data specifica. Non c’è possibilità di riprenotare o ritardare se uno si sveglia e si sente un po’ riposato. Quando due cinture sono più pesanti sulle spalle, quel fardello diventa più pesante.

Immagina per un momento che fosse un normale mercoledì. Molti dei tuoi buoni amici si connettono e fanno piani che contano davvero per te sabato sera. I programmi sono fatti, tutti sono eccitati… fino a sabato mattina, quando non ne hai proprio voglia e vuoi solo stenderti sul divano. Ora immagina che il tuo piano del sabato sera includa una scazzottata, un avversario disposto a morire per la vittoria e un avversario che si rifiuta di andare lontano.

Questa è la tua ricetta per uno dei più grandi sconvolgimenti nella storia dell’UFC. Non è una storia avvincente, ma alla fine è stata tutt’altro che un grande titolo di sempre.

Finora.

Al massimo UFC 269: risultati «Oliveira vs. Poirier» e una partita, fare clic su qui!

READ  Trasmissione di notizie: il sostituto dell'Arsenal Aubameyang, oltre a Pogba e l'ultimo Cavani