octubre 17, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Tutti i fan sono stati banditi dalle Olimpiadi di Tokyo a causa dell’aumento dei casi di COVID e della diffusione di Delta

Ingrandisci / Il marchio è esposto sulla recinzione che circonda lo Stadio Olimpico l’8 luglio 2021 a Tokyo, in Giappone. Il primo ministro giapponese Yoshihide Suga ha dichiarato il quarto stato di emergenza a Tokyo che durerà per tutte le Olimpiadi e sarà in vigore fino al 22 agosto.

Agli appassionati di sport stranieri e nazionali è ora vietato partecipare agli eventi olimpici nell’area di Tokyo poiché i casi di COVID-19 circolano in città e la variante delta altamente trasmissibile continua a diffondersi.

I funzionari olimpici hanno deciso di vietare gli spettatori domestici durante un incontro giovedì con i funzionari giapponesi, che hanno anche dichiarato lo stato di emergenza nella città più popolosa del mondo a causa di un picco di infezioni. Lo stato di emergenza entrerà in vigore il 12 luglio e durerà fino al 22 agosto. Questo copre la totalità dei Giochi Olimpici, che si svolgeranno dal 23 luglio all’8 agosto. I Giochi Paralimpici iniziano il 24 agosto.

“Molte persone non vedevano l’ora di guardare le partite negli stadi, ma vorrei che tutti si divertissero a guardare le partite in TV a casa”, ha detto il governatore di Tokyo Yuriko Koike dopo l’incontro di giovedì. Associated Press. “Fa male perché così tante persone stanno cercando di vedere in posti”.

Il divieto di spettatori è l’ultima svolta nel controverso tentativo di ospitare i Giochi in mezzo a una pandemia globale che ha mietuto 4 milioni di vittime. I giochi sono stati rinviati dal 2020 a causa del coronavirus e gli esperti medici e il pubblico giapponese si sono opposti ai piani per continuare i piani.

READ  Nell'ultimo pasto frugale di un uomo 2.400 anni fa, gli scienziati vedono segni di sacrificio umano

“Anormale”

Nel marzo di quest’anno, gli organizzatori hanno annunciato che gli spettatori stranieri sarebbero stati banditi. Ma a giugno, con il calo dei casi di COVID-19 in Giappone, i funzionari hanno discusso i piani per consentire a un numero limitato di spettatori locali di partecipare di persona. Ma quei piani sono stati vanificati quando i casi hanno ricominciato a salire negli ultimi giorni.

La media di sette giorni dei nuovi casi giornalieri è aumentata in Giappone 17 percento Nelle ultime due settimane, mercoledì nel Paese sono stati segnalati quasi 2.200 casi. Tokyo ha segnalato 920 di quei casi, che è il maggior numero di casi in città da metà maggio. Nel frattempo, gli sforzi di vaccinazione in Giappone hanno incontrato difficoltà, con solo il 15% della popolazione completamente immunizzata.

“Tenendo conto dell’impatto del ceppo delta, al fine di impedire che una recrudescenza dell’infezione si diffonda in tutto il paese, dobbiamo intensificare le misure di prevenzione del virus”, ha affermato il primo ministro Yoshihide Suga.

Tra la preoccupazione per l’afflusso di migliaia di atleti e altri visitatori associati alle Olimpiadi, come sponsor e giudici, gli esperti di salute in Giappone sono preoccupati per la diffusione dell’infezione da Tokyo ad altre prefetture.

Oltre a vietare gli spettatori, il primo ministro Suga ha chiesto a bar e ristoranti di non servire alcolici durante l’emergenza, nel tentativo di sopprimere le celebrazioni legate alle Olimpiadi.

“L’infezione è in una fase di espansione, e tutti in questo paese dovrebbero comprendere la gravità di ciò”, ha affermato il dottor Shigeru Omi, uno dei massimi consulenti medici del governo. Omi aveva precedentemente sostenuto il divieto di spettatori e descritto l’hosting delle Olimpiadi durante una pandemia come “innaturale”, osserva l’Associated Press.

READ  La tempesta tropicale Elsa atterra a Cuba, puntando la Florida