agosto 14, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

TIM italiana emette il terzo avviso di profitto del 2021 nel mezzo della guerra del consiglio di amministrazione

  • DIM abbassa le previsioni sugli utili chiave delle imprese domestiche 2021
  • L’evidenza suggerisce che il consiglio impiegherà più tempo per consegnare l’offerta KKR
  • Fonti dicono che Vivendi sta valutando un rimpasto di consiglio

MILANO, 16 dic. (Reuters) – Telecom Italia (DIM) (DLITMI) ha emesso il suo terzo avviso di profitto quest’anno in vista della riunione del consiglio di amministrazione di venerdì, che dovrebbe richiedere più tempo per avere effetto sull’offerta di acquisizione da parte di KKR, finanziata dagli Stati Uniti . (KKR.N).

TIM, il sesto gruppo di telecomunicazioni più grande d’Europa, ha dichiarato mercoledì in tarda serata che la sua partnership con DAZN per lo screening del calcio italiano ha ridotto le previsioni di entrate 2021 per le sue attività domestiche a causa di entrate fiscali inferiori al previsto.

Il partner chiave è Vivendi L’ex amministratore delegato di TIM Luigi Kupitosi è stato accusato delle scarse prestazioni finanziarie del gruppo telefonico e quattro fonti hanno detto a Reuters in forma anonima mercoledì che dovrebbe essere sostituito per rimuoverlo dal consiglio di amministrazione. Per saperne di più

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Il gruppo si incontrerà venerdì per discutere, tra le altre cose, dell’acquisizione da parte di KKR di 33 miliardi di euro (37,29 miliardi di dollari), ha affermato una fonte, ma è probabile che non vengano presi provvedimenti importanti.

«Telecom non può valutare l’approccio di KKR in questo momento perché non ci sono condizioni», ha detto la fonte, aggiungendo che la decisione di concedere l’accesso finanziario ai suoi libri era «impossibile».

READ  Napoli, Italia, ospiterà la prima fase della stagione 3 di ISL dal 20 agosto 2021

Il gruppo ha affermato che qualsiasi decisione dovrà attendere il nuovo piano aziendale del gruppo all’inizio del prossimo anno.

«Una situazione del genere riduce leggermente la possibilità di fare offerte e mette alla prova la pazienza di KKR», ha affermato in una nota l’analista di Panka Acros Andrea de Vita.

KKR, che già possiede azioni di FiberCop, la rete dell’ultimo miglio di TIM, ha richiesto due diligence prima di formalizzare l’offerta presentata il 19 novembre, ma non ha fissato alcuna scadenza. Per saperne di più

L’impasse sulla gestione rischia anche di complicare le cose.

Due fonti hanno affermato che se Gubitosi non si fosse dimesso da amministratore durante l’incontro di venerdì, Vivendi potrebbe convocare un’assemblea straordinaria dei partner per nominare un nuovo consiglio.

Un rimpasto del consiglio potrebbe anche essere innescato dalle dimissioni della maggioranza dei consiglieri.

Giovedì le azioni DIM hanno chiuso in ribasso di 0,9.

Andamento del titolo TIM e codice blue-chip d’Italia

TIM ora si aspetta che i ricavi organici del 2021 «abbassino gli adolescenti» prima di prendere in prestito dopo interessi, tasse, ammortamenti e leasing per le sue attività domestiche. A ottobre prevede un «calo elevato a una cifra» per le imprese.

«Questa nuova guida rappresenta un quarto trimestre negativo, rispetto a un calo del 9,8% in nove mesi, che potrebbe portare a un calo di oltre il 20% su base annua», ha affermato De Vita.

contratto DAZN

All’inizio di quest’anno, DIM ha firmato un accordo da 1 1 miliardo con DAZN, un servizio di streaming sportivo, per aggiornare i suoi servizi di banda larga e pay-TV. Per saperne di più

TIM sta ora cercando di ridurre il costo dell’accordo, a seguito di un accordo per distribuire le partite del campionato di calcio italiano di alto livello con entrate inferiori al previsto. Per saperne di più

READ  Il divieto di allevamento di pellicce in Italia è l'ultimo colpo a un'industria morente

Alla luce delle trattative in corso sull’accordo DAZN, eventuali termini non ricorrenti saranno determinati e registrati nel 2021, si legge in un comunicato di TIM.

TIM ha affermato che l’EBITDA-AL organico del gruppo per il 2021 varrà oltre 5,4 miliardi di euro, grazie alla crescita del suo segmento di attività brasiliano, che si è stabilizzato su un rapporto «medio a una cifra».

Secondo il rapporto annuale di TIM, l’EBITDA-AL è stato di 36,3 miliardi nel 2020 e il gruppo aveva precedentemente segnalato il calo «medio a una cifra» di quest’anno.

L’intermediazione di Jefferies stima 20 5,8 miliardi a livello di panel di consenso per l’EBITDA-AL organico 2021.

Dopo aver pagato 35 435 milioni per le licenze, l’indebitamento finanziario netto consolidato rivisto della società dovrebbe essere di circa 0,6 17,6 miliardi.

(1$ = 0,8849 euro)

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporto aggiuntivo di Shivani Tanna, Vishal Vivek a Bangalore e Stephen Jokes a Milano, montaggio di Kirsten Donovan, Paul Simao e Leslie Adler

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.