octubre 26, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Sulla scia delle dimissioni di Jon Gruden per e-mail abusive, Raiders QB Derek Carr dice “sblocca tutto” nella corrispondenza delle squadre NFL

Henderson, Nevada – Sentimentale Derek Carr, che ha stretto un’amicizia unica con Jon Gruden negli ultimi tre anni, ha avuto un’idea sulla scia delle dimissioni dell’allenatore dei Las Vegas Raiders dopo che le e-mail trapelate hanno mostrato che aveva usato un linguaggio razzista, misogino e omofobo per un periodo di sette anni: ” .

“Se iniziassimo ad aprire le e-mail e i messaggi di tutti, le persone inizierebbero a sudare un po’… e si spera non troppo. Ma forse è quello che dovrebbero fare per tutti gli allenatori, allenatori e proprietari in futuro, è aprirsi”, quarterback ha detto ai Raiders mercoledì. “Devi aprire tutto. Guarda cosa succede.”

Sul suo ex allenatore Carr ha detto: “Amo il ragazzo, [but] Tu odi il peccato. Nessuno è perfetto.”

Meno di 48 ore dopo le dimissioni di Gruden, il proprietario dei Raiders Mark Davis, il direttore generale Mike Mayock e l’allenatore ad interim Rich Bisachia si sono rivolti a una squadra emotivamente scossa nel corso di una riunione di mercoledì mattina. Tutti e tre hanno inviato un semplice messaggio: le situazioni di allenamento temporaneo di solito si verificano in ritardo in una stagione saltata.

“Tutti i nostri obiettivi sono davanti”, ha detto Mayock. “[We’re] 3-2, una partita fuori dalla AFC [West] Comando. Il focus dovrebbe essere su Denver”.

I Raiders, che domenica giocano ai Denver Broncos, hanno due sconfitte consecutive.

Parlando con i giornalisti mercoledì, Mayock ha detto che Bisachia è stata la scelta giusta, pur osservando che il resto della stagione sarà un test per tutti i soggetti coinvolti.

“Ha un grande rispetto nello spogliatoio, nel nostro spogliatoio, come qualsiasi allenatore che abbia mai visto”, ha detto Mayock di Bisachia, che manterrà le funzioni di coordinatore della propria squadra.

READ  Mercurio e Cielo avanzano al secondo turno

“È un grande allenatore?” Mayoc ha continuato: “Ma è un uomo migliore, e quello che ho sempre detto alle persone quando lo sostengo è che è il leader più naturale che io abbia mai visto”.

Mayock ora ha l’ultima parola nelle decisioni dei dipendenti su Bisaccia, una valutazione che Gruden aveva precedentemente detenuto su Mayock.

Bisachia, 61 anni, è stato assistente della NFL per 20 stagioni, 11 delle quali sotto Gruden, con soste a Tampa Bay, San Diego, Dallas e con i Raiders. Ma non è mai stato un capo allenatore a nessun livello da quando ha iniziato la sua carriera nel 1983.

Ha letto una dichiarazione preparata all’inizio della sua disponibilità ai media.

“Coach Gruden mi ha dato la possibilità di allenarmi nella NFL e sarò sempre grato per questo”, ha detto Bisachia con voce crepitante. “Tuttavia, abbiamo tutti una responsabilità qui e dobbiamo essere responsabili delle nostre parole e azioni. Nessuno è più grande dello scudo dei Raiders. I Raiders hanno sempre sostenuto la diversità, l’inclusione e la giustizia sociale. È importante che viviamo questi ideali e portarli nel futuro. Non possiamo cambiare il passato, ma possiamo forse fare di più per rendere migliore il domani”.

Anche Bisaccia ha fatto eco al messaggio di Mayock.

“La cosa unica per noi è che abbiamo una buona squadra”, ha detto. Abbiamo 12 partite [remaining]Sentiamo di avere tutto il tempo, sentiamo che tutti i nostri obiettivi sono ancora avanti.

“Siamo stati 3-0 alla volta, abbiamo perso due partite. C’è un intoppo sulla strada, non è la fine della strada. Metteremo insieme le nostre teste e metteremo i giocatori nella posizione migliore che possono vincere la partita, e vedremo cosa succede domenica… Ho una nipotina di 7 anni.” Può mettere un mucchio di X e O sul tabellone, ma dico sempre ai ragazzi, è quelli che danno vita alla X e alla O.”

READ  I Chicago Bears dicono che il quarterback Andy Dalton rimane il titolare se sta bene; I primi test non mostrano alcuna rottura del legamento crociato anteriore

Gruden era il chiamante nell’attacco. Questa responsabilità ora ricadrà sul coordinatore offensivo Greg Olson, che era l’OC dei Raiders e playcaller quando Carr era un rookie nel 2014.

Carr ha detto che sentire la voce di Olson durante l’allenamento era familiare, ma fastidioso, considerando da quanto tempo aveva sentito Gruden.

Il campo pratica era una tregua dal trauma emotivo che i predoni stavano provando.

“Quello che ho detto ai giocatori questa mattina è che ci sono una varietà di opinioni su Jon Gruden, dalla completa condanna alla completa simpatia e tutto il resto”, ha detto Mayock. “E quello che ho detto ai giocatori, in sostanza, è che hai diritto alla tua posizione. Hai diritto a dire la tua. Ma alla fine… la squadra deve venire prima a un certo punto, dopo la famiglia e il tuo religione.

“Ho parlato con molti giocatori di colore. Abbiamo contattato un gruppo di giocatori, bianco e nero. Tutti hanno emozioni e sentimenti. Ho parlato con alcune delle persone della mia divisione nera. Manager scout professionale [Dwayne Joseph], ho solo detto, ‘DJ, non posso mettermi nei tuoi panni, aiutami. “

fine difensivo Karl Nessib, il primo giocatore attivo della NFL a dichiararsi gay, ha chiesto e ricevuto una giornata personale.

“Abbiamo passato molto tempo cercando di aiutare questi ragazzi e parlando con questi ragazzi, non parlando con loro, ma parlando con loro”, ha detto Mayock. “L’altra cosa che voglio dire è solo per Karl [Nassib]E, siamo onesti, è una comunità di persone apertamente gay.

“Abbiamo una grande comunità di giocatori afroamericani. Stiamo cercando di fare tutto il possibile anche per quella comunità, ovviamente. È iniziato lì. Nessuno lo dimentica. Sto cercando di lavorare con tutti e continueremo a farlo Quello.”

READ  Raul Jimenez: l'attaccante del Wolverhampton torna dalla frattura al cranio nella sconfitta amichevole pre-campionatoوديةودية

Alla domanda su chi stesse pensando nel suo primo giorno da allenatore temporaneo, Bisachia ha detto che stava pensando ai suoi genitori.

“Mio padre [acted like he] Era il capo allenatore di football dei New York Giants. Non l’ha mai detto a nessuno, sai? Ho cinque sorelle, quattro figli e cinque nipoti. Per avere la possibilità di allenare i Las Vegas Raiders. Wow, giusto? Quindi, io Immagino, davvero, questo è il punto. L’unico per cui soffocherei.”