octubre 22, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

‘Soul crushing’: i decessi per Covid-19 negli Stati Uniti raggiungono i 1.900 al giorno

I decessi per COVID-19 negli Stati Uniti sono saliti a una media di oltre 1.900 al giorno per la prima volta dall’inizio di marzo, poiché gli esperti affermano che il virus sta invadendo in gran parte un gruppo distinto: i 71 milioni di americani che non sono immunizzati.

Questo turno mortale ha riempito gli ospedali, ha tenuto l’inizio dell’anno scolastico, ha ritardato il ritorno agli uffici e ha demoralizzato gli operatori sanitari.

È devastante”, ha detto la dottoressa Dina Hubbard, una pediatra di Kansas City, Missouri, area che ha allattato i bambini prematuri con taglio cesareo in un ultimo disperato tentativo di salvare le loro madri, alcune delle quali sono morte. Per gli operatori sanitari, le morti, combinate con la disinformazione e l’incredulità sul virus, sono state “spezzanti e sconvolgenti”.

Ventidue persone sono morte in una sola settimana al Cox Health Hospitals nell’area di Springfield-Branson, un livello approssimativamente paragonabile a quello di Chicago. La Virginia Occidentale ha avuto più morti nelle prime tre settimane di settembre – 340 – rispetto ai tre mesi precedenti messi insieme. La Georgia ha una media di 125 morti al giorno, più della California o di altri stati più popolosi.

“Devo dirtelo, il ragazzo dovrebbe chiedersi se ne vedremo mai la fine”, ha detto Colin Follis, un medico legale della contea di Madison, Missouri, che lavora in un’impresa di pompe funebri.


Kyle Greene via AP

In questa foto del file del 31 agosto 2021, Ann Enderle assiste l’RN di un paziente COVID-19 nell’unità di terapia intensiva medica (MICU) presso il Saint Luke’s Boise Medical Center di Boise, Idaho. (Foto AP/Kyle Green, file)

La nazione è rimasta sbalordita di nuovo a dicembre quando ha assistito 3000 morti al giorno. Ma è stato allora che quasi nessuno è stato vaccinato.

Ora, quasi il 64% della popolazione degli Stati Uniti ha ricevuto almeno una dose del vaccino COVID-19. Tuttavia, il tasso medio di mortalità giornaliero è aumentato del 40% nelle ultime due settimane, da 1.387 al 1947, secondo i dati della Johns Hopkins University.

Gli esperti sanitari affermano che la stragrande maggioranza dei deceduti e dei ricoverati non è stata vaccinata. Sebbene alcune persone vaccinate abbiano avuto infezioni rivoluzionarie, queste tendono ad essere lievi.

Il numero di americani ammissibili alla vaccinazione che non hanno ancora ricevuto un’iniezione è stato stimato a più di 70 milioni.

“C’è un rischio molto reale che tu possa finire in ospedale o anche nelle pagine di un necrologio”, ha detto il dott. Bruce Vanderhof, direttore medico del Dipartimento della salute dell’Ohio, a coloro che non hanno ricevuto la vaccinazione. “Non diventi uno statistico quando c’è un’alternativa semplice, sicura ed efficace per uscire oggi e vaccinarsi”.

Il Dr. William Moss della Johns Hopkins ha affermato che molte comunità a bassa vaccinazione hanno anche alti tassi di condizioni come l’obesità e il diabete. Questa combinazione, insieme alla variante delta più contagiosa, si è rivelata fatale.

“Penso che questo sia un vero fallimento della società e il nostro peccato più grave essere a questo punto in cui abbiamo ospedali sopraffatti, unità di terapia intensiva sopraffatte e fino a questo punto in termini di morti quotidiane”, ha detto Moss.

Il 18 agosto 2021, foto di file, un impiegato locale di un'impresa di pompe funebri copre il corpo di un paziente deceduto COVID-19


Gerald Herbert via AP

In questa foto del file del 18 agosto 2021, un impiegato locale di un’impresa di pompe funebri copre il corpo di un paziente COVID-19 morto mentre si preparava a essere rimosso dalla banchina di carico, presso il Willis Knighton Medical Center di Shreveport, Los Angeles (AP Photo /Gerald Herbert, File)

I nuovi casi di coronavirus sono diminuiti ogni giorno negli Stati Uniti dall’inizio di settembre e ora sono circa 139.000. Ma le morti di solito impiegano più tempo a cadere perché le vittime spesso durano settimane prima di soccombere.

In Kansas, Mike Lemon, 65 anni, pensava di aver sconfitto il COVID-19 ed era tornato al lavoro per alcuni giorni. Suo nipote Caden Lemon, 22 anni, di Wichita, ha detto che il virus gli ha “fritto” i polmoni ed è morto la scorsa settimana.

Ha detto che suo nonno non è stato vaccinato per paura di una brutta reazione, e inoltre non ha ricevuto il vaccino per lo stesso motivo, sebbene gli effetti collaterali gravi si siano dimostrati estremamente rari.

Ha descritto suo nonno come un “uomo di fede”.

“Sessantacinque sono ancora piccoli”, disse il giovane. “E lo so. Sembra sorprendente e inaspettato, ma il COVID non ha sorpreso Dio. La sua morte non è stata una sorpresa per Dio. Il Dio che servo è più grande di questo”.

Il generale in pensione della Guardia Nazionale James Hoyer, che guida la task force statale sul coronavirus, ha affermato che i casi in West Virginia stanno scendendo dall’apice dell’epidemia, ma si prevede che i decessi e i ricoveri continueranno ad aumentare per altre sei settimane.

Il Dr. Greg Martin, presidente della Society for Critical Care Medicine e che pratica principalmente al Grady Hospital di Atlanta, ha affermato che il personale sta tremando sotto la pressione.

“Penso che tutti nel 2020 pensassero che ce l’avremmo fatta a superare questo. Nessuno pensava davvero che l’avremmo visto allo stesso modo nel 2021.

Martedì il governatore del Wyoming Mark Gordon ha attivato la Guardia nazionale dello stato per fornire assistenza agli ospedali che si occupano di un aumento del numero di pazienti COVID-19.

In Oklahoma, l’Hillcrest Hospital South a Tulsa è tra i numerosi centri medici in tutto il paese ad aggiungere obitori temporanei. I decessi sono ai massimi storici lì, ha affermato Bennett Jester, amministratore delegato dell’ospedale, da tre a quattro volte il numero che vedrebbe in un mondo non COVID-19.

Ha detto che anche il personale è sfinito.

Ha detto: “Non si sono registrati per diventare infermieri di terapia intensiva solo fino a quando le persone non sono morte da loro”. “Hanno firmato per diventare infermieri di terapia intensiva per portare le persone a riprendersi e guarire le persone sull’orlo della morte”.

READ  13 fortunato? Il Mars Creativity Helicopter scende per foto più dettagliate durante il prossimo volo