septiembre 25, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Sì, la star del tennis italiano Camila Giorgi è ebrea. E il suo libro preferito è “Il diario di Anna Frank”.

(J.D.A.) – Questa settimana Camila Giorgi ha vinto il National Bank Open, il torneo di tennis più prestigioso del Canada, ed è stata una pietra miliare per due motivi.

Innanzitutto, è stato il primo grande successo della carriera del 29enne Un grande rimpianto – Era 71a prima di cadere contro la numero 6 Carolina Bliskova in finale.

In secondo luogo, Giorgi divenne il primo atleta ebreo a vincere l’evento in 56 anni, quando l’americana Julie Heldman fu invitata al Canadian Open del 1965. Fondato nel 1881, è il secondo torneo di tennis più antico dopo il Canadian Open Wimbledon.

Giorgi era persino sorpreso e se l’è cavata.

“Non credo di avere possibilità [to win the tournament] In questi anni”, ha raccontato al Jewish Telegraph nel suo inglese stentato dopo il match.

Da anni circola la notizia che Giorgi potrebbe essere ebreo Ha pensato di ottenere la cittadinanza israeliana Gioca per la nazionale alla competizione in stile Fed Cup-World Cup. Ha confermato alla JTA che i genitori degli argentini emigrati in Italia erano ebrei. In effetti, il suo libro preferito è “Il diario di Anna Frank”.

“Il libro mi ha commosso perché ero ebrea, ma lei era un brav’uomo che vedeva il buono nelle persone”, ha detto Giorgi alla JDA.

Sebbene non abbia visto Giorgi vincere il National Bank Open in televisione, la Heldman ha detto che conosceva il giocatore italiano e i suoi ebrei ed era “felice” di apprendere del suo successo.

“Questo risultato parla bene non solo del desiderio e del talento di Georgie, ma anche della fama del tennis e della diaspora ebraica in tutto il mondo”, ha detto Heldman, ora 75enne e nonna, dalla sua casa di Santa Monica, in California.

“Non ci sono tanti ebrei quanti in qualsiasi altra parte d’Italia, quindi il titolo di Giorgi indica che chiunque, inclusi ebrei di tutto il mondo, può eccellere nel tennis o in qualsiasi altro campo”, ha detto l’ex campione. Nel 1969 è stato inserito nella International Tennis Hall of Fame, la quinta al mondo e il mese scorso.

Il titolo del National Bank Open ha spostato la classifica mondiale della Georgia al 34° posto e ha seguito una serie positiva: ha vinto 16 delle 20 partite degli Open di Francia alla fine di maggio, raggiungendo i quarti di finale per l’Italia alle Olimpiadi di Tokyo all’inizio di questo mese.

Camila Giorgi serve alla National Bank Open Final il 15 agosto 2021 allo stadio IGA di Montreal.

Giorgi ha elogiato suo padre Sergio per il suo successo, ha combattuto nella Guerra delle Falkland del 1982 in Argentina ed è stato il suo allenatore da quando ha preso in mano un razzo per la prima volta – all’età di 5 anni.

La squadra padre-figlia è uno dei tanti fattori che hanno portato al successo nel tennis professionistico. La defunta madre di Heldman, Gladys, era la sua identità: ha fondato il World Tennis Magazine e ha contribuito a lanciare il Women’s Tour negli anni ’70.

Claudia e Sergio Giorgi sono emigrati in Italia da La Plata, in Argentina, nel 1991 prima della nascita di Camila. La giovane Camila ha preso lezioni a partire dall’età di 5 anni e ha vinto diverse competizioni junior. Ha ricevuto una borsa di studio per il tennis dal famoso allenatore Nick Polletieri all’età di 9 anni e ha vinto molti eventi junior.

Poiché la classifica di Giorgi è aumentata nel corso degli anni, è stato selezionato nella squadra italiana di Fed Cup. Tuttavia, nel 2012, Georgie non è salito abbastanza in profondità nelle classifiche per formare una squadra, e i suoi genitori sono stati ispirati dalle autorità israeliane a vedere Georgie come il numero 2 dietro Shahar Pierre, secondo Rafael Keller di Israel Sports Radio. Giorgi alla fine ha deciso di competere per l’Italia e dal 2014 ha giocato nella Fed Cup per il suo paese d’origine.

Giorgi ha vinto il National Bank Open e ha sconvolto molti giocatori n. 1 in classifica, tra cui le ex star Victoria Azarenka, Maria Sharapova e Caroline Wozniacki. Giorgi ha raggiunto i quarti di finale di Wimbledon nel 2018, perdendo contro Serena Williams.

“La cosa più interessante di Georgie, all’età di 29 anni, è che è stata in grado di trasformare e trasformare il suo gioco in modo tale da battere i migliori giocatori di Montreal”, ha detto Cindy Schmerler, scrittrice del New York Times ed ex editore. Mondiale di tennis.

Fuori dal campo, Georgie si è rifugiata nel rigoroso mondo dello sport professionale, offrendo complimenti a sua madre – che disegna il suo abbigliamento da corte – per l’arte e altre cose. Con quasi mezzo milione di follower, è diventata Un campione di Instagram Così come.

“Amo la mia vita. Voglio eccellere nel tennis, ma il tennis è il mio lavoro – ha detto Georgie -. In definitiva, so che la mia famiglia mi ama. Mi piacciono l’arte, i musei e i negozi, quindi la mia vita è in equilibrio”.

READ  Il ristorante italiano di JoJo progettato per l'ex True Blue Community Club a West Barco