septiembre 25, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Sei mesi dopo, su Marte, il mini elicottero della NASA vola ancora alto

Il piccolo elicottero è diventato il solito compagno di viaggio del rover persistente.

Washington, Stati Uniti:

Doveva volare solo cinque volte. Tuttavia, l’elicottero della NASA su Marte, Ingenuity, ha completato 12 voli e non è pronto per la pensione.

A causa del suo sorprendente e inaspettato successo, l’agenzia spaziale statunitense ha esteso a tempo indeterminato la missione Ingenuity.

Il piccolo elicottero è diventato un compagno di viaggio abituale per il perseverante rover, la cui missione principale è cercare segni di vita antica su Marte.

“Tutto sta andando bene”, ha affermato Josh Ravich, capo del team di ingegneria meccanica di Ingenuity. “Siamo in superficie meglio di quanto ci aspettassimo.”

Centinaia di persone hanno contribuito al progetto, anche se solo una dozzina attualmente ricoprono ruoli quotidiani.

Raveesh si è unito alla squadra cinque anni fa.

“Quando ho avuto l’opportunità di lavorare al progetto dell’elicottero, penso di aver avuto la stessa reazione di tutti gli altri: ‘È possibile?”

I suoi sospetti iniziali erano comprensibili: la densità dell’aria su Marte è solo l’1% dell’atmosfera terrestre. In confronto, pilotare un elicottero su Marte è come volare in aria a 20 miglia (30 chilometri) sopra la Terra.

E non è stato facile arrivare su Marte in primo luogo. La creatività ha dovuto sopportare lo shock iniziale del decollo dalla Terra, per poi atterrare il 18 febbraio sul Pianeta Rosso dopo un viaggio di sette mesi nello spazio, legato alla pancia del rover.

Una volta nel nuovo ambiente, il minuscolo elicottero (quattro libbre o 1,8 chilogrammi) ha dovuto sopravvivere al freddo gelido delle notti di Marte, traendo calore dai pannelli solari che caricano le batterie durante il giorno. I suoi voli vengono instradati utilizzando una serie di sensori, poiché un ritardo di 15 minuti nelle comunicazioni da terra rende impossibile il routing in tempo reale.

READ  Lo studio sui criceti del National Institutes of Health valuta la trasmissione aerea di SARS-CoV-2

Compiti scout

Il 19 aprile, Ingenuity ha compiuto il suo primo volo, entrando nella storia come il primo veicolo robotico a volare su un altro pianeta.

Superando tutte le aspettative, ha volato di nuovo 11.

“Siamo stati davvero in grado di gestire venti più forti di quanto ci aspettassimo”, ha detto Ravic all’AFP.

ha detto Ravich, che lavora presso il famoso Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA, che ha sviluppato l’elicottero.

Da allora, Ingenuity ha volato per 39 piedi (12 metri) e il suo ultimo volo è durato 2 minuti e 49 secondi. Complessivamente, ha percorso 1,6 miglia.

A maggio, Ingenuity ha effettuato la sua prima missione di sola andata, atterrando fuori dall'”aeroporto” relativamente piatto che era stato scelto con cura come prima casa.

Ma non tutto è andato liscio. Il suo sesto volo ha portato un po’ di eccitazione.

Dopo aver subito una grave perdita di equilibrio a causa di un malfunzionamento che ha interessato le foto scattate in volo per aiutarla a stabilizzarsi, il piccolo velivolo è riuscito a riprendersi. Sei atterrato sano e salvo e il problema è stato risolto.

La creatività viene ora inviata per esplorare il percorso verso la perseveranza con la fotocamera a colori ad alta risoluzione.

L’obiettivo è duplice: tracciare una rotta sicura per il rover, ma è anche di interesse scientifico, in particolare dal punto di vista geologico.

Ken Farley, che dirige il team scientifico di Perseverance, ha spiegato come le immagini scattate da Ingenuity durante il suo dodicesimo viaggio hanno mostrato che l’area soprannominata South Seitha era meno interessata di quanto gli scienziati avessero sperato.

READ  Pesce balena raro visto nella baia di Monterey dal veicolo rover d'altura MBARI

Di conseguenza, il rover potrebbe non essere inviato lì.

condizioni favorevoli

Dopo più di sei mesi sul Pianeta Rosso, la minuscola imbarcazione simile a un drone ha guadagnato un seguito crescente sulla Terra, apparendo su tazze di caffè e magliette vendute online.

Cosa spiega la longevità?

“Finora l’ambiente è stato molto collaborativo: le temperature, il vento, il sole, la polvere nell’aria… Fa ancora molto freddo, ma avrebbe potuto andare molto peggio”, ha detto Ravic.

In teoria, l’elicottero dovrebbe poter continuare a funzionare per qualche tempo. Ma l’imminente inverno marziano sarà difficile.

Gli ingegneri della NASA, ora armati dei dati dei voli Ingenuity, stanno già lavorando alla prossima generazione dei loro successori.

“Qualcosa nella gamma da 20 a 30 chilogrammi (intervallo) sarebbe probabilmente in grado di trasportare carichi scientifici”, ha detto Ravic.

Quei carichi utili futuri potrebbero includere campioni di roccia raccolti con perseveranza.

La NASA prevede di recuperare quei campioni durante una missione futura, negli anni 2030.

(Questa storia non è stata modificata dalla troupe di NDTV ed è generata automaticamente da un feed condiviso.)