septiembre 20, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Saturno ha un cuore “misterioso”, appaiono le increspature dell’anello

Immagine composita di Saturno illuminato da dietro dai suoi anelli illuminati dal sole, scattata da Cassini nel 2006.

Un team di astrofisici che esamina i dati del volo della sonda Cassini su Saturno ha stimato che ci sono circaquesta taglia per il cuore del pianeta. Studiare gli effetti della gravità on anelli ghiacciatiIl team ha determinato che il nucleo di Saturno è una miscela di ghiaccio, roccia e idrogeno. L’elio è di circa 50. volte la massa della Terra, rendendola più diffusa di quanto si pensasse.

L’immagine tradizionale dice che l’interno di Saturno ha un’elegante divisione tra un nucleo compatto di roccia e ghiaccio L’involucro è principalmente idrogeno ed elio. Abbiamo scoperto che, a differenza di questa immagine tradizionale, la sostanza è in realtà ‘sfocato’ha affermato Christopher Mankovitch, ricercatore al Caltech e autore principale di un documento di ricerca sui risultati, pubblicato oggi su Naturalistic Astronomy.

Ha detto che le rocce e il ghiaccio all’interno di Saturno lasciano lentamente il posto alle parti gassose del pianeta mentre ti allontani dal nucleo.. Il team ha scoperto che il kernel non ha un punto finale chiaro; Aveva invece una zona di transizione che rappresentava circa il 60% Dall’intero diametro di Saturno, Questo rende il nucleo gran parte del volume totale del pianeta e una porzione molto più grande del 10% al 20% Il diametro di un pianeta deve essere il nucleo più compatto.

In precedenzaSi pensava che Saturno avesse un nucleo metallico roccioso sotto tutto quel gas liquido congelato. “Quando le osservazioni erano limitate ai dati del campo gravitazionale convenzionale, il modello del nucleo compatto ha fatto un buon lavoro”, ha detto Mankovitch, ma i dati più recenti di Cassini ci hanno fornito un’immagine diversa e migliore dell’interno del pianeta. Come National Geographic segnalato nel 2015, l’idea di studiare l’interno di Saturno usando i suoi anelli è affiorata negli ultimi decenni. Ma Cassini, in 13 anni di volo Attraverso gli anelli di Saturno (prima che finissimo il carburante nel 2017) ha fornito dati reali su queste strutture abbaglianti e sui processi al loro interno.

Schema del nucleo di Saturno.

Un esempio che mostra come i ricercatori pensano che il nucleo di Saturno sia organizzato.
una precisazione: Caltech / R. Hurt (IPAC)

Saturno può essere pensato come un gigantesco miscelatore spaziale, che fa girare i suoi elementi costituiti da ghiaccio, rocce e gas che in alcuni punti sono così freddi da comportarsi come liquidi. La superficie del pianeta si muove un po’ in tutto il rumore – circa 3 piedi ogni poche ore, quiescente rispetto a un oggetto delle sue dimensioni – questa oscillazione provoca fluttuazioni nel campo gravitazionale del pianeta, che si estende verso l’esterno in spirali verso gli anelli del pianeta, deformandoli. Le particelle ghiacciate che compongono gli anelli di Saturno si muovono in risposta a quei cambiamenti gravitazionali dall’interno in deterioramento del pianeta, equivalenti all’attività sismica di un pianeta non roccioso.

Gli anelli sono un aereo per la ricerca astrofisica Saturno è unico tra gli altri giganti gassosi, come Giove, a cui manca un punto di accesso così utileoh l’interno. Mankovic ha detto che le nuove scoperte su Saturno aggiunge credibilità all’idea che l’evoluzione di un gigante gassoso sia un processo graduale, che inizia con la costruzione di nuclei dalla coagulazione di frammenti di roccia spaziale per poi passare all’accumulo di gas per formare il resto del pianeta.

Questa è solo l’ultima in Cosa era Serie A partire dal idee da Cassini Sulla parte interna di Saturno e sui processi che può causare. Più dati Cassini su altre oscillazioni Non ancora guardato, e misteriosa accelerazione È stato avvertito dalla navicella spaziale nelle fasi successive della sua operazione che deve ancora essere spiegata. Potrebbe volerci del tempo prima di tornare su Saturno con un altro Veicolo spaziale (attualmente avvistato su su Venere e Marte), ma fortunatamente Cassini ha lasciato gli astrofisici con le mani occupate.

ALTRO: Cassini ha lasciato il suo sguardo più strabiliante sugli anelli di Saturno di sempre

READ  Il lancio del razzo Wallops della NASA può essere visto dal New Jersey, da altri stati orientali