diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Russia: sale a 52 il bilancio delle vittime dell’esplosione di una miniera di carbone in Siberia

Funzionari russi affermano che 52 minatori e soccorritori sono morti dopo un’esplosione devastante in una miniera di carbone siberiana a circa 250 metri (820 piedi) sotto terra.

Un’esplosione devastante in una miniera di carbone siberiana giovedì ha ucciso 52 minatori e soccorritori a circa 250 metri sottoterra, hanno detto funzionari russi.

Ore dopo che un’esplosione di gas metano ha provocato un incendio che ha riempito la miniera di fumi tossici, i soccorritori hanno trovato 14 corpi ma poi hanno dovuto interrompere la ricerca di altri 38 a causa di un accumulo di metano e monossido di carbonio dalle fiamme. Altre 239 persone sono state salvate.

Le agenzie di stampa TASS e RIA Novosti hanno citato funzionari dell’emergenza dicendo che non c’era alcuna possibilità di trovare altri sopravvissuti nella miniera di Listvaiznaya nella regione di Kemerovo, nel sud-ovest della Siberia.

L’agenzia di stampa Interfax ha citato un rappresentante dell’amministrazione regionale secondo cui il bilancio delle vittime nell’incidente di giovedì è arrivato a 52 e ha affermato che sono morti a causa di avvelenamento da monossido di carbonio.

Questo è stato l’incidente in miniera più mortale in Russia dal 2010, quando due esplosioni di metano e un incendio hanno ucciso 91 persone nella miniera di Raspadskaya nella stessa regione di Kemerovo.

Un totale di 285 persone si trovavano nella miniera di Listvyazhnaya giovedì quando l’esplosione ha emesso fumo che ha rapidamente riempito la miniera attraverso il sistema di ventilazione. I soccorritori hanno portato sul tetto 239 lavoratori, di cui 49 feriti, e hanno trovato 11 corpi.

READ  L'accordo fiscale globale si avvicina mentre l'Irlanda si rifiuta di firmare

Le notizie hanno riferito che sei soccorritori sono morti nel corso della giornata mentre cercavano altri intrappolati in una zona remota della miniera.

I funzionari regionali hanno dichiarato tre giorni di lutto.

Il vice procuratore generale russo Dmitry Demshin ha detto ai giornalisti che l’incendio è stato molto probabilmente causato da un’esplosione di metano provocata da una scintilla.

I minatori sopravvissuti descrivono il loro shock dopo aver raggiunto la superficie.

Aria. Polvere. Uno dei minatori salvati, Sergei Golubin, ha detto in un commento televisivo: «E poi, abbiamo sentito odore di gas e abbiamo iniziato a uscire, come meglio potevamo». un po’ di benzina».

Un altro minatore, Rustam Chipelkov, ha ricordato il momento drammatico in cui lui ei suoi compagni sono stati salvati quando il caos ha travolto la miniera.

«Stavo gattonando e poi ho sentito che mi stavano trattenendo», ha detto. «Ho allungato le braccia verso di loro, non potevano vedermi, la visione era brutta. Mi hanno preso e mi hanno portato fuori, se non fosse stato per loro saremmo morti».

Le esplosioni di metano dai giacimenti di carbone durante l’estrazione sono rare, ma causano il maggior numero di morti nell’industria mineraria del carbone.

L’agenzia di stampa Interfax ha riferito che i minatori hanno una fornitura di ossigeno che in genere dura sei ore e può essere estesa solo per poche ore in più.

Il comitato investigativo russo ha avviato un’indagine penale sull’incendio per violazione delle norme di sicurezza che ha portato alla morte. Ha aggiunto che il direttore della miniera e due alti dirigenti erano stati arrestati.

Il presidente Vladimir Putin ha espresso le sue condoglianze alle famiglie dei morti e ha ordinato al governo di fornire tutta l’assistenza necessaria ai feriti.

READ  Corte internazionale principalmente schierata con la Somalia nella disputa di confine con il Kenya

L’incendio di giovedì non è stato il primo incidente mortale nella miniera di Listvyazhnaya. Nel 2004, un’esplosione di gas metano ha ucciso 13 lavoratori.

Nel 2007, un’esplosione di gas metano nella miniera di Ulyanovskaya nella regione di Kemerovo ha ucciso 110 minatori nell’incidente in miniera più mortale dai tempi dell’Unione Sovietica.

Nel 2016, 36 minatori sono stati uccisi in una serie di esplosioni di gas metano in una miniera di carbone nell’estremo nord della Russia. Sulla scia dell’incidente, le autorità hanno analizzato la sicurezza di 58 miniere di carbone nel paese e hanno dichiarato che 20 di esse, ovvero il 34%, non sono sicure.

La mia Listvyazhnaya non era tra loro in quel momento, secondo i resoconti dei media.

L’Autorità di vigilanza statale russa per la tecnologia e l’ambiente, Rostekhnadzor, ha ispezionato la miniera ad aprile e ha registrato 139 violazioni, comprese violazioni delle norme sulla sicurezza antincendio.