noviembre 28, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Putin, durante il suo incontro con Bennett, ha detto che mira a continuare le calde relazioni che sono state stabilite sotto Netanyahu

Il primo ministro Naftali Bennett e il presidente russo Vladimir Putin si sono incontrati venerdì mattina a Sochi per i loro primi colloqui faccia a faccia da quando Bennett è entrato in carica all’inizio di quest’anno.

Putin ha detto a Bennett che la coppia aveva «molte questioni problematiche» da discutere, ma anche molti «punti di contatto e opportunità di cooperazione, in particolare quando si tratta di antiterrorismo».

Ha anche detto al presidente russo Bennett – che è diventato primo ministro a giugno e ha estromesso Benjamin Netanyahu 12 anni dopo – che spera e si aspetta che le relazioni israelo-russe continuino senza intoppi.

«Spero davvero che, nonostante le inevitabili battaglie politiche interne in ogni Paese, il vostro governo persegua una politica di continuità nelle relazioni russo-israeliane», ha detto Putin, riferendosi ai suoi stretti rapporti con l’ex governo israeliano.

Nei suoi commenti, Bennett ha osservato che la coppia stava per «discutere della situazione in Siria e degli sforzi per fermare il programma di armi nucleari dell’Iran». Il Primo Ministro ha aggiunto che i colloqui tra i due Paesi «saranno basati sulla profondità delle relazioni tra i due Paesi. Ti consideriamo un vero amico del popolo ebraico».

Bennett ha detto a Putin che si aspetta di «discutere con voi di tutta una serie di questioni attuali, per rafforzare i legami tra le nazioni in materia economica, tecnologica, scientifica e culturale». Il primo ministro ha anche informato il presidente russo sugli sforzi per costruire un museo in Israele per commemorare i soldati ebrei che hanno combattuto in vari eserciti durante la seconda guerra mondiale, inclusa l’Armata Rossa russa.

Il primo ministro Naftali Bennett incontra il presidente russo Vladimir Putin a Sochi, in Russia, il 22 ottobre 2021 (Kobi Gideon/GPO)

Bennett è partito per la Russia da Israele alle 5 del mattino di venerdì, è atterrato circa tre ore dopo e trascorrerà circa cinque ore nel paese prima di tornare in Israele prima che inizi il sabato al tramonto. I suoi colloqui con Putin dovrebbero concentrarsi su Iran e Siria, e sarà accompagnato dal consigliere per la sicurezza nazionale Eyal Holata, dal consigliere diplomatico Shimrit Meir e dal segretario militare generale del primo ministro Avi Gil. Anche il ministro degli alloggi Zeev Elkin, di lingua russa, ha accompagnato il primo ministro per fornire traduzioni e consigli.

READ  La Germania cerca di aumentare i tassi di vaccinazione

“Le relazioni tra Russia e Israele sono una componente importante della politica estera dello Stato di Israele sia per il posto speciale della Russia nella regione e il suo ruolo internazionale, sia per i milioni di russofoni in Israele, che formano un ponte sull’asfalto prima della sua partenza venerdì mattina. In generale, la politica La posizione estera e internazionale di Israele è notevolmente migliorata. C’è grande energia e la direzione è molto buona».

Putin e Bennett hanno parlato due settimane fa quando Bennett si è congratulato con Putin per il suo 69° compleanno.

«I due discuteranno una serie di questioni diplomatiche, di sicurezza ed economiche che coinvolgono i due Paesi, oltre a importanti questioni regionali, primo fra tutti il ​​programma nucleare iraniano», ha dichiarato l’ufficio del Primo Ministro all’annuncio della visita alcuni giorni fa. Il suo portavoce ha detto che il viaggio è avvenuto su invito di Putin.

Netanyahu si vantava di una stretta relazione con Putin, che secondo lui aveva creato lo spazio per consentire a Israele di lanciare una campagna aerea di anni contro i combattenti sostenuti dall’Iran in Siria. Quella campagna continuò sotto la guida di Bennett Rapporti recenti hanno indicato tensioni nelle relazioni israelo-russe sulle politiche verso la Siria.

secondo Rapporto All’inizio di questa settimana, Netanyahu ha promesso a Putin che sarebbe «presto tornato» in carica dopo essere stato estromesso a giugno. Netanyahu, che ha ripetutamente cercato di delegittimare Bennett e il suo nuovo governo, ha a lungo sostenuto che solo i suoi rapporti personali con Putin hanno impedito a Israele di scontrarsi con la Russia in Siria, dove operano i loro militari.

Il presidente russo Vladimir Putin incontra il primo ministro Benjamin Netanyahu al Cremlino di Mosca, 30 gennaio 2020 (Maxim Shemetov/Pool/AFP)

La Russia è anche un membro del gruppo cinque più uno di paesi che hanno negoziato l’accordo nucleare iraniano e i colloqui sull’adesione degli Stati Uniti all’accordo moribondo probabilmente riprenderanno presto, secondo i funzionari.

READ  Il 2020 è stato un anno record per lo stress, colpendo più duramente le mamme con i bambini a casa

Israele ha fatto pressioni contro la ripresa dell’accordo e ha fatto pressione per uno sforzo internazionale concertato per impedire all’Iran di sviluppare armi nucleari. Giovedì, il ministro delle finanze Avigdor Lieberman, la cui base politica è costituita in gran parte da portavoce russi dell’ex Unione Sovietica, ha affermato che uno scontro militare con l’Iran «era solo una questione di tempo».

L’altro punto all’ordine del giorno dovrebbe essere israeliano Riconoscimento Vaccino russo Sputnik COVID tra i turisti in arrivo. Giovedì Israele ha annunciato che i turisti saranno vaccinati ammissibile Per entrare in Israele dal 1 novembre, ma solo coloro che hanno vaccini approvati dall’Organizzazione mondiale della sanità, che non includono il vaccino Sputnik.

La visita di Bennett segue quella del ministro degli Esteri Yair Lapid a Mosca il mese scorso, dove ha incontrato il suo omologo russo, Sergei Lavrov. Il sito di notizie Walla ha poi riferito che durante quell’incontro, Lavrov ha chiesto a Israele di spingere gli Stati Uniti ad accettare di tenere colloqui a tre sul conflitto in corso in Siria.

Israele ha effettuato centinaia di attacchi aerei all’interno della Siria nel contesto della guerra civile del paese, prendendo di mira quelli che si dice siano sospetti spedizioni di armi destinate al gruppo libanese sostenuto dall’Iran Hezbollah, che sta combattendo a fianco delle forze governative siriane. Israele raramente riconosce o discute tali operazioni.

Impara l’ebraico in un modo divertente e unico

Hai la notizia di Israele… ma tu? Ottenere Lui lei? Ecco la tua occasione per capire non solo il quadro generale che trattiamo in queste pagine, ma anche Dettagli critici ed emozionanti della vita in Israele.

READ  Panico come un grattacielo alto 300 metri vacilla in Cina | Cina

in un Ebraico Streetwise per The Times of IsraelOgni mese impareremo molte frasi ebraiche colloquiali su un argomento comune. Queste sono lezioni audio di ebraico di piccole dimensioni che pensiamo ti piaceranno molto.

Per saperne di più

Per saperne di più

sei già un membro? Accedi per non vederlo più

sei serio lo apprezziamo!

Ecco perché veniamo a lavorare ogni giorno – per fornire ai lettori più esigenti come te una copertura imperdibile di Israele e del mondo ebraico.

Finora abbiamo una richiesta. A differenza di altre testate giornalistiche, non abbiamo messo in atto un paywall. Ma poiché il giornalismo che facciamo è costoso, invitiamo i lettori che The Times of Israel è diventato importante per aiutare a sostenere il nostro lavoro unendosi La comunità di Times of Israel.

Per soli $ 6 al mese, puoi aiutare a sostenere il nostro giornalismo di qualità mentre ti godi The Times of Israel Annunci gratuiti, così come l’accesso a contenuti esclusivi disponibili solo per i membri della comunità di Times of Israel.

Unisciti alla nostra community

Unisciti alla nostra community

sei già un membro? Accedi per non vederlo più