enero 21, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Omicron si dirige a ovest: Oregon, Alaska e Utah ora guidano gli Stati Uniti nella crescita

Mentre l’ondata di Covid alimentata da Omicron appare vicino al suo picco in diversi stati orientali, il virus ha iniziato a dirigersi verso ovest, colpendo altre località del paese. Oregon, Utah e Alaska ora guidano la nazione nella crescita dei casi di Covid nelle ultime due settimane, ponendo fine a una lunga serie di stati lungo la costa orientale come New York, New Jersey, Carolina del Sud e Vermont che guidano la nazione.

Anche i casi sono in aumento in tutti i 50 stati e sono più che raddoppiati nelle ultime due settimane in 43 stati. I casi giornalieri medi a livello nazionale hanno raggiunto il record di 786.416 oggi e 1.822 decessi ogni giorno, il totale più alto da ottobre.

L’Oregon è all’avanguardia, con un aumento del 486% dei casi nelle ultime due settimane, fino a 181 residenti su 100.000 che sono risultati positivi al virus ogni giorno.

Nello Utah, i casi sono aumentati del 468% negli ultimi 14 giorni, con 279 residenti dello stato dell’alveare su 100.000 che segnalano infezioni ogni giorno.

La distanza tra l’Alaska e il resto della nazione e la differenza di clima spesso fanno sì che lo stato veda tendenze diverse rispetto ad altre parti dell’America. Per ora, tuttavia, sta seguendo molte altre persone sulla costa occidentale, con casi in aumento del 443% nelle ultime due settimane, con 197 residenti su 100.000 infetti ogni giorno.

Anche altri paesi della regione hanno registrato aumenti significativi nelle ultime due settimane. I casi sono più che triplicati in ogni stato degli Stati Uniti a ovest del fiume Mississippi, senza Missouri e Kansas, nelle ultime due settimane, mostrando una chiara tendenza con l’espansione della diffusione del virus.

READ  Jessica Watkins sarà la prima donna di colore a far parte dell'equipaggio della stazione spaziale

I grandi aumenti tra gli stati occidentali arrivano quando le mareggiate sulla costa orientale iniziano a diminuire. New York, che ha visto un aumento di dieci volte dei casi quando Omicron è arrivato per la prima volta a dicembre, sta ora registrando un aumento nelle ultime due settimane di appena il 69%.

Anche il vicino New Jersey ha registrato un massiccio aumento dei casi: sono aumentati di sette volte quando Omicron è atterrato per la prima volta a dicembre, ma da allora il numero crescente di casi è diminuito anche a Garden State. Negli ultimi 14 giorni, i casi sono aumentati del 67% nel New Jersey.

I due paesi rimangono tra i leader a livello nazionale nel tasso di infezione, un altro segno che sono al culmine della loro epidemia di Omicron.

A New York, 363 residenti su 100.000 sono risultati positivi al test ogni giorno, mettendo lo stato, dove il 73% della popolazione è completamente vaccinato, al secondo posto nella nazione. Il New Jersey, che ha un tasso di vaccinazione del 71 per cento, registra 328 infezioni ogni 100.000 residenti al giorno, la quarta in America.

Il Rhode Island è lo stato leader nel tasso di incidenza con un ampio margine. I suoi 505 casi giornalieri ogni 100.000 residenti superano di gran lunga tutti gli altri stati degli Stati Uniti. Il recente aumento è particolarmente preoccupante a causa dell’alto tasso di vaccinazione, con il 78% della popolazione completamente vaccinata, legata al Vermont con il tasso più alto d’America.

I casi nello stato sono più che triplicati nelle ultime due settimane, con un aumento del 276% in 14 giorni.

READ  In Australia è stata scoperta una delle specie di dinosauri più grandi al mondo

Altri tre stati hanno un tasso medio giornaliero di infezione di oltre 300 casi ogni 100.000 residenti. Massachusetts terzo nel paese con un punteggio di 345; Delaware, quinto con un punteggio di 308; La Florida è al sesto posto con 305. Tutti e sei gli stati che hanno raggiunto questo livello di infezione hanno tassi di vaccinazione del 64% o superiori, battendo il ritmo nazionale del 63%.

I tassi di infezione in molti stati occidentali non sono affatto vicini al livello statale del nord-est, anche in mezzo a un aumento dei casi.

In Idaho, ad esempio, i casi sono aumentati del 215% nelle ultime due settimane, ma solo 81 residenti su 100.000 risultano positivi al virus ogni giorno. Il Montana è simile, con un aumento del 364%, tranne per il fatto che solo 103 residenti su 100.000 sono risultati positivi. Wyoming, Iowa e Nebraska si trovano in situazioni simili. Ciascuno di questi stati ha anche una vasta popolazione rurale e non è densamente popolato come molti dei suoi coetanei.

Il Maine ha attualmente il tasso di infezione più basso, con 74 residenti su 100.000 che mostrano l’infezione ogni giorno, poiché lo stato sulla punta nord-orientale dell’America è riuscito a tenere sotto controllo il virus nonostante il caos negli stati circostanti.

La Carolina del Sud era il leader nazionale nella crescita dei casi all’inizio di questa settimana, registrando aumenti di oltre l’800 percento in alcuni punti. Lo stato ha visto un calo della crescita, così come gli altri, con il tasso di crescita che è sceso al 440 percento giovedì pomeriggio. Mentre lo stato di Palmetto è ancora il quarto negli Stati Uniti a cambiare stato di due settimane, il numero si sta rapidamente riducendo.

READ  La sonda Curiosity della NASA ha catturato immagini straordinarie di nuvole sulla superficie di Marte

I tassi di crescita dei casi rimangono elevati nella maggior parte della regione. Mississippi, Alabama e Carolina del Nord hanno tutti visto casi giornalieri più del triplo nelle ultime due settimane. Il tasso di infezione in questi stati non ha raggiunto nemmeno il livello di New York, New Jersey e altri leader, il che significa che potrebbe esserci ancora del tempo prima che i casi raggiungano il picco.

L’Indiana detiene ancora l’onore di pubblicare il tasso di mortalità più alto d’America per Covid ed è uno dei cinque stati che hanno registrato più di un decesso ogni 100.000 residenti a partire da giovedì. Hosier ha 1,57 morti ogni 100.000 residenti al giorno.

È seguito da vicino dal Delaware, dove 1,11 residenti su 100.000 muoiono ogni giorno a causa del virus e dalla Pennsylvania all’1,11.

Il Michigan ha nuovamente superato 1 decesso ogni 100.000 residenti – raggiungendo 1,08 giovedì – e anche il Maryland ha raggiunto l’obiettivo nonostante un recente calo dello stato di crescita.