diciembre 5, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Nuova Zelanda e Regno Unito firmano un accordo di libero scambio

Secondo una dichiarazione di Downing Street, l’accordo ridurrà la burocrazia per le aziende, porrà fine alle tariffe sulle esportazioni britanniche e creerà nuove opportunità per le società di tecnologia e servizi.

I primi ministri Boris Johnson e Jacinda Ardern hanno siglato l’accordo in una chiamata congiunta dopo 16 mesi di negoziati.

«Questo è un grande accordo commerciale per il Regno Unito, che rafforza la nostra amicizia di lunga data con la Nuova Zelanda e rafforza le nostre relazioni con l’Indo-Pacifico», ha affermato Johnson.

L’accordo segue gli accordi di libero scambio avanzati che il Regno Unito ha già avuto nella regione con Australia e Giappone.

«Questo accordo serve l’economia e gli esportatori neozelandesi mentre ci riconnettiamo, ricostruiamo, ci riprendiamo da COVID-19 e guardiamo al futuro», ha detto Ardern in una conferenza stampa a Wellington.

Tutti i dazi doganali verranno annullati su tutti i prodotti tra i due paesi. Lo scorso anno il commercio tra il Regno Unito e la Nuova Zelanda valeva 2,3 miliardi di sterline (3,2 miliardi di dollari) ed è destinato a crescere con il nuovo accordo.

Durante la chiamata Zoom, Johnson ha affermato che i prodotti neozelandesi che i consumatori britannici amano saranno disponibili a un prezzo più conveniente, dai vini Sauvignon Blanc al miele di manuka e ai kiwi.

Nel frattempo, Ardern ha descritto il Regno Unito e la Nuova Zelanda come «buoni amici e stretti partner».

«I legami storici che ci legano sono profondi», ha detto, aggiungendo che l’accordo commerciale «fa bene alle nostre economie, alle nostre imprese e alla nostra gente».