septiembre 18, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Nuova variante del virus Covid: i ricercatori sudafricani prestano attenzione alla variante C.1.2

I ricercatori riferiscono che la forma che stanno vedendo, chiamata C.1.2, è apparsa in tutta l’Africa meridionale e in altri sette paesi in Africa, Asia e Pacifico. Non sono sicuri se la sua costellazione di mutazioni lo renderebbe più pericoloso, ma porta cambiamenti che hanno dato ad altre varianti una maggiore trasmissibilità e la capacità di eludere in una certa misura la risposta del sistema immunitario.

Avere più mutazioni non significa necessariamente più rischi: alcune mutazioni possono indebolire il virus e la combinazione di cambiamenti influisce sul fatto che il virus diventi più efficiente. Una mutazione aggiuntiva può annullare altri effetti.

Ma il team, che include il virologo Benny Moore del National Institute of Infectious Diseases del Sudafrica, afferma che lo stanno monitorando.

“Stiamo attualmente valutando l’effetto di questa variante sugli anticorpi neutralizzanti in seguito all’infezione da SARS-CoV-2 o alla vaccinazione contro SARS-CoV-2 in Sud Africa”, hanno scritto in un rapporto di stampa. Il rapporto è stato pubblicato online Come introduzione alla stampa.

“Questa variante è stata rilevata durante la terza ondata di infezioni in Sudafrica da maggio 2021 in poi ed è stata rilevata in altri sette paesi in Europa, Asia, Africa e Oceania. L’identificazione di nuove varianti di SARS-CoV-2 è comunemente associata a nuove ondate. di infezione”.

Troppo presto per impostare la variabile come variabile di interesse o come file alternativa all’ansia dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, quindi non ha ancora una designazione dell’alfabeto greco. L’Organizzazione Mondiale della Sanità identifica attualmente quattro varianti di preoccupazione, che sono più facilmente trasmesse, influenzano la gravità della malattia o evitano test, vaccini o trattamenti: alfa o b 1.1.7; Beta o B.1.351; gamma o p.1; e Delta o B.1.617.2. Le varianti di interesse, che hanno mutazioni inquietanti e hanno causato cluster di malattie, includono Eta o B.1.525; Iota o B.1.526; Kappa, o B.1.617.1, e Lambda, o C.37, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Maria Van Kerkhove, Chief Technical Officer di Covid-19 per l’Organizzazione mondiale della sanità, ha osservato che sono state diagnosticate pochissime persone Corona virus È stato scoperto che era infetto dalla variante C.1.2.
“Ad oggi, ci sono circa 100 sequenze di C.1.2 segnalate a livello globale, le più antiche segnalazioni del maggio 2121 dal Sud Africa”, Ha detto su Twitter.

“In questo momento, C.1.2 non sembra essere in aumento in circolazione”, ha aggiunto. Ha detto che l’OMS aggiornerà le persone sul suo sito Web e attraverso una conferenza stampa se le cose cambiassero.

READ  La Guinea militare consolida il controllo, il leader dell'opposizione segnala apertura alla trasformazione

“Il monitoraggio e la valutazione delle variabili sono in corso ed è fondamentale per comprendere l’evoluzione di questo virus, nella lotta contro il COVID-19 e adattare le strategie secondo necessità”, ha aggiunto. Finora, ha detto Van Kerkhove, la variante delta è ancora dominante.

Alcune varianti, come Alpha e Delta, si sono diffuse rapidamente fino a diventare le varianti dominanti nella maggior parte del mondo. Altri si diffondono a livello regionale, inclusi Beta e Gamma. Altri sembravano fastidiosi ma causavano solo sporadiche epidemie.