septiembre 18, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

No More “Indian in the Cupboard”: “Reservation Dogs” è la nuova direzione della narrazione originale

FX sulla nuova commedia di Hulu “Reservation Dogs” Rappresenta una vittoria rappresentativa decisiva per le comunità aborigene, eppure seduce il pubblico di ogni provenienza con il suo senso dell’umorismo aborigeno sovversivo. Usando una commedia brillante e battute oscure, lo spettacolo esplora i pipistrelli e l’adorabile relazione tra quattro adolescenti nativi americani in un santuario dell’Oklahoma, nei panni di Bear (D’Pharaoh Woon-A-Tai), Elora Danan (Devery Jacobs), Willie Jack (Paulina Alexis)) e Cheese (Lane Factor) commettono una serie di piccoli furti per raccogliere fondi per fuggire dalla cittadina che disprezzavano.

Il progetto, ideato volutamente ed evocativamente da Sterlin Harjo e Taika Waititi, si differenzia dal catalogo dei suoi predecessori nel raccontare storie aborigene.

“C’è stato un tempo in cui il contenuto era frustrante”, ha detto Waititi, parlando alla Television Critics Association la scorsa settimana. “Non vogliamo mettere giù le persone perché c’è molto umorismo nelle nostre società. Ci sono un sacco di barzellette”.

Narrazione indigena Scrive e descrive i popoli indigeni che crescono e si espandonoA causa di progetti come “Reservation Dogs”, la percezione della cultura indigena da parte dei non nativi non è più radicata nella tragedia e nel misticismo bianco. “Non dovremo più simpatizzare con L’indiano nell’armadio”, ha osservato Jacobs, riferendosi all’adattamento cinematografico di un libro per bambini su un ragazzino che fa amicizia con un capo irochese delle dimensioni di un giocattolo del XVIII secolo che prende vita attraverso un armadietto magico.

Nel frattempo, le rapine divertenti in “Reservation Dogs” lasciano il posto a dipingere un quadro più profondo della vita adolescenziale. Contemporaneamente cercano di combattere la noia della vita nella riserva, fanno i conti con il dolore dopo la morte del loro amico un anno fa, difendono il loro posto in città contro una “banda” di adolescenti rivali e sperimentano la crescita dell’età adulta. Un dolore familiare per adolescenti di ogni provenienza, davvero.

Bear ed Elora Danan (sì, dal nome del ragazzo di “Willow”) vengono nominati leader della banda “Reservation Dogs”. Possono essere migliori amici, ma spesso c’è tensione tra i due e le loro priorità contrastanti. Elora muore per arrivare in California, mentre Bear è spesso facilmente distratto, specialmente quando si tratta di cercare l’attenzione del padre assente, il rapper originale Pumpkin Lusty (Steen Judy), o di entrare in conflitto con sua madre. , Rita (Sarah Bodimsky), un’amorevole madre single che cerca il patrigno perfetto per suo figlio adolescente, ignorando le iniziative di quasi tutti gli uomini della città.

Willie Jack e Cheese sono il loro supporto, con un perfetto tempismo comico: quando la banda suggerisce che Bear è depresso dopo essere stato particolarmente calmo un giorno, Cheese è pronto a rispondere perché “la depressione colpisce un nativo americano su cinque”. Prima di allora, quando aveva detto ai ragazzini del vicinato Willie Jack che non avevano amici con cui pubblicizzare per strada attività commerciali che vendevano patatine per i cani di Reese, lei aveva semplicemente detto loro di “farne un po'”.

READ  Cosa significa il mega accordo di Lionsgate con Spyglass per i fan del genere - / film

Sebbene le storie di adolescenti sull’età adulta siano spesso universali, “Reservation Dogs” non è timido nell’essere profondamente e gioiosamente specifico per gli originali. Da ampi riferimenti alle immagini passate sullo schermo dei personaggi originali, alla condivisione di ricette di torte di carne di famiglia, lo spettacolo è una celebrazione imprecisa della cultura indigena.

Waititi ha detto ai giornalisti di aver ricordato “reazioni negative” ai suoi primi film, che ha criticato per non avere “specificità culturale sufficiente” e “delusione”, e ha criticato il suo lavoro sull'”ironia”. Disse: “Ho capito cosa sta succedendo. Tutto quello che vogliono è vederci, come cavalcare balene, parlare con gli alberi”.

“Reservation Dogs” è pieno di barzellette che deridono le aspettative del pubblico aborigeno bianco come mistico chiacchierone di alberi. Un medico non nativo del SSN descrive goffamente i suoi pazienti come “persone maestose” e durante i primi episodi, Bear ha ripetutamente allucinazioni su un allegro guerriero della Battaglia di Little Bighorn che ha una saggezza non spirituale da impartire.

Come ha sottolineato la critica televisiva di Salon Melanie McFarland, lo spettacolo si sposta a un livello di specificità culturale che è stato tradizionalmente riservato esclusivamente a spettacoli e film incentrati sui bianchi, che si basa “sul presupposto che i non bianchi dovrebbero essere consapevoli di cultura bianca senza l’aspettativa di reciprocità.” “. Bene, non più di quello in “Cani riservati”.

Star ottimiste e volti nuovi raccontano la storia dell’educazione di Sterlin Harjo

Prima che i loro personaggi dinamici prendessero vita e assumessero ruoli che sembravano fatti apposta per loro, Woon-A-Tai, Jacobs, Factor e Alexis sono stati strappati da una relativa oscurità. Alla domanda della stampa sulla frequente scusa dei creatori di Hollywood che non scelgono i nativi perché “non riusciamo a trovarli”, Jacobs ha risposto senza mezzi termini: “Nessuno di noi vive a Los Angeles”.

Come sottolinea Harjo, storicamente, prima della creazione di progetti guidati dai nativi come “Reservation Dogs”, non c’erano molte opportunità interessanti per i talenti nativi a Hollywood. “Hollywood crea un personaggio occidentale ogni pochi anni in cui gli attori originali vengono e uccidono davanti al campo, e questo non è l’atto più eccitante”, ha detto Harjo. “Quindi non sono a Los Angeles, bussano alla porta e cercano di ottenere queste parti”.

Ha continuato: “Devi andare in queste comunità per trovare attori. Questo è tutto [‘Reservation Dogs’] lo ha fatto. Siamo andati e siamo stati gettati nelle comunità. Siamo andati a prendere i nastri di tutte le comunità aborigene. Il talento c’è. Non succede sull’Hollywood Boulevard”.

READ  L'ultimo film di GI Joe in arrivo

Gli attori sono anche particolarmente legati ai loro personaggi, in particolare Woon-A-Tai nei panni di Orso, il leader de facto (nella sua mente) dei Rez Dogs. “Quando ho letto la sceneggiatura per la prima volta, ho trovato una connessione diretta con Bear”, ha detto, “Ci sono così tante cose che posso mettere in relazione con la mia vita e quella di Bear. Bear è una persona molto amorevole e tiene molto ai suoi amici: questi amici sono qui. Ho gli stessi identici sentimenti per loro. questa è la mia famiglia.”

È chiaro dalla presenza delle giovani star nel pannello che condividono una vera amicizia e l’amore per la commedia originale. Jacobs ha ricordato il legame con Alexis a causa del loro godimento di Il fumetto originale ambientato nel 1491Gli attori e i produttori hanno descritto il loro amore per gli esilaranti fratelli Alexis e la famiglia dei “comici”. Inoltre, nella stanza degli scrittori originali e degli attori principali dello show, Harjo ha sottolineato quanto fosse importante per lui il loro lavoro insieme come comunità.

Mentre Harjo e Waititi hanno creato “Reservation Dogs” sul pavimento della cucina di quest’ultimo durante il “tè a tarda notte”, rappresenta lo spettacolo di Harjo come l’americano nella partnership creativa. Harjo è nato e cresciuto in Oklahoma, dove lo spettacolo è stato girato e ambientato, e molte storie quotidiane di “Reservation Dogs” sono liberamente basate sugli alti e bassi della sua infanzia.

Waititi è di eredità Maori dalla Nuova Zelanda, e mentre descrive la condivisione di molte esperienze con gli Sterlin come popolo indigeno, ha sottolineato che “non era il mio posto per fare questo spettacolo”.

“Credo davvero che le persone abbiano bisogno di raccontare le proprie storie, specialmente da qualunque regione provengano”, ha detto. Harjo è un membro della Nazione Seminole e ha un’eredità Muskogee. Waititi ha continuato, “Non sarebbe stato appropriato se fossi venuto e fossi stato coinvolto, come ‘Let’s Taika – in questo spettacolo’. Ruba la storia”. [Harjo’s] la città. L’entità del coinvolgimento di Waititi, ha detto, doveva essere “quello che spingeva quella cosa nell’acqua, e Sterlin era quello che remava la barca e si assicurava che non ci fossero buchi sul fondo della barca”. . “

“La risata è medicina”: commedia e realtà oltre la tragedia

“Reservation Dogs” è divertente, ma nel miglior modo possibile, ciò non significa che sia una fuga senza cervello e soffice. Tra i fatti banali ed esilaranti presso la clinica IHS locale e il senso di colpa dei bambini per il fatto che rubare un camion della spesa avrebbe indirettamente portato alla morte per diabete del camionista cliché, lo spettacolo non era pesante e deprimente, ma a suo modo, anche No. Vergognarsi delle realtà del sottoinvestimento nelle risorse nelle comunità e delle riserve indigene, della mancanza di accesso all’assistenza sanitaria e delle disparate lotte con la dipendenza tra le popolazioni indigene a causa del razzismo sistemico.

READ  A Owen Wilson non piacciono le moto d'acqua come Loki

La commedia onesta dello spettacolo, e anche la sua profonda specificità rispetto alle esperienze originali, è particolarmente piacevole per la sua rilevanza, anche per i non nativi, che possono vedere le loro controparti culturali specifiche nei vari fatti dello spettacolo. Chiunque può affrontare la paura di voler lasciare la tua città natale noiosa e senza uscita, o l’imbarazzo di lavorare a un progetto di gruppo (in questo caso, commettere crimini per fuggire in California) con un amico che non lo prende sul serio. Come sei, o una giornata frustrantemente lenta trascorsa nella sala d’attesa del tuo pronto soccorso locale.

“Ogni società ha problemi di assistenza sanitaria e dipendenza”, ha detto Harjo. “Che tu sia indigeno o non indigeno, queste comunità, specialmente nelle aree rurali, se ne occupano”. Ha continuato, “In sottofondo, avrai alcune cose più serie. Ma è proprio come le nostre vite, giusto? Abbiamo un sacco di problemi e cose serie, ma … proviamo a riderci sopra. E Penso che le nostre comunità indigene, è così che siamo sopravvissuti, provengano da una risata.

“Ci sono molti errori che ci sono capitati per mano del governo degli Stati Uniti e di altri governi, ma siamo sopravvissuti, penso, in parte grazie all’umorismo, e per me, questa è la parte importante dello spettacolo”.

Il trionfo di “Reservation Dogs” è che rovina la lunga storia della narrazione frustrante esclusivamente aborigena, spesso scritta da creatori e scrittori bianchi pieni di sensi di colpa. Né è in alcun modo inteso a garantire il comfort delle persone bianche e non native o per coprire l’oppressione in corso e gli stereotipi razziali attraverso la commedia non politica. Ciò che fa “Reservation Dogs” è riconoscere che, come i creatori e gli attori dello show hanno parlato al Television Critics Committee, la commedia è una caratteristica inestricabile delle comunità indigene.

“La risata è una medicina”, disse semplicemente Alexis. “Questo è il punto. Spero che i nostri dipendenti si uniscano e ridano, perché la nostra gente ha bisogno di medicine. Questo è il mio obiettivo con tutto questo: far ridere la gente”.

“Reservation Dogs” sarà presentato in anteprima lunedì 9 agosto su FX su Hulu.