diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Musk dice che venderebbe azioni Tesla se le Nazioni Unite potessero descrivere come 6 miliardi di dollari potrebbero risolvere la crisi della fame

  • David Beasley, direttore del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite, ha affermato che i miliardari hanno bisogno di aiuto.
  • Beasley ha detto che $ 6 miliardi aiuterebbero 42 milioni «che moriranno letteralmente se non li raggiungiamo».
  • Elon Musk, l’uomo più ricco del mondo, ha detto che venderebbe azioni di Tesla se le Nazioni Unite potessero dimostrare come il denaro avrebbe risolto la crisi.

Il miliardario Elon Musk ha detto che venderebbe azioni Tesla e donerebbe i proventi se le Nazioni Unite potessero dimostrare che solo una piccola percentuale della sua ricchezza potrebbe risolvere la crisi della fame nel mondo.

Musk stava rispondendo ai commenti di David Beasley, direttore del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite, che ha affermato: La CNN collega il mondo la scorsa settimana che a $6 miliardi donati da miliardari come Musk e Bezos Potrebbe aiutare 42 milioni di persone che «muoiono letteralmente se non li raggiungiamo».

Musk è attualmente l’uomo più ricco del mondo e la prima persona sempre a nord di 300 miliardi, secondo Indice dei miliardari Bloomberg. Il patrimonio netto del CEO di Tesla è attualmente di 311 miliardi di dollari, quindi 6 miliardi di dollari sarebbero il 2% della sua fortuna, e una donazione del genere supererebbe comunque Il secondo uomo più ricco, Jeff Bezosdi almeno 100 miliardi di dollari.

Ma Musk sfida l’affermazione che i soldi risolveranno l’attuale crisi della fame Twitter che se il Programma alimentare mondiale potesse dimostrarlo, «venderebbe azioni Tesla ora e lo farebbe». Ha anche chiesto responsabilità su come vengono spesi i soldi.

Beasley ha risposto alla maschera Twitter: «Posso assicurarvi che disponiamo di sistemi di trasparenza e responsabilità open source. Il vostro team può esaminare e lavorare con noi per esserne assolutamente sicuri.»

READ  Il presidente di El Salvador disegna piani prima di emanare la legge sui bitcoin

Ha anche spiegato che il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite non ha mai detto che 6 miliardi di dollari avrebbero risolto la fame nel mondo. «Questa è una donazione una tantum per salvare 42 milioni di vite durante questa crisi della fame senza precedenti», Ha twittato.

Beasley del World Food Program ha ribadito il suo appello ai miliardari, chiedendo loro di assumersi il compito di risolvere la fame nel mondo.

«Non è complicato. Non chiedo loro di farlo ogni giorno, ogni settimana, ogni anno», ha detto Paisley durante un’apparizione alla CNN.

«I 400 più grandi miliardari negli Stati Uniti, il cui patrimonio netto è aumentato di 1,8 trilioni di dollari l’anno scorso», ha continuato. «Tutto quello che chiedo è un aumento dello 0,36% del tuo patrimonio netto. Sono per le persone che fanno soldi, ma Dio sa che sono tutto per te per aiutare le persone che hanno un disperato bisogno di aiuto in questo momento. Il mondo è nei guai .”