septiembre 18, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Maria Kolesnikova, leader della protesta in Bielorussia, condannata a 11 anni di carcere

Il quotidiano ufficiale Belta ha riferito che Kolesnikova e un altro attivista dell’opposizione, Maxim Znak, sono stati accusati di estremismo e cospirazione per “prendere incostituzionalmente il potere statale” in un processo tenutosi nella capitale, Minsk, a porte chiuse.

Znak, che è anche un membro chiave del Consiglio di coordinamento istituito dagli oppositori del governo autoritario di Lukashenko, è stato condannato a 10 anni di carcere.

Kolesnikova, una musicista diventata attivista, era una delle tre donne che si sono unite l’anno scorso per contrastare la campagna dell’opposizione contro Lukashenko dopo che a importanti candidati dell’opposizione era stato impedito di partecipare alla corsa presidenziale.

Il trio era il volto di un movimento di protesta che ha inviato decine di migliaia di bielorussi nelle strade per chiedere un cambiamento politico durante le elezioni del paese. I manifestanti e gli osservatori indipendenti hanno affermato che il voto è stato truccato per estendere il governo di 27 anni di Lukashenko.

Ha affrontato il presidente Lukashenko, che ha negato il verificarsi di brogli elettorali Sanzioni Dagli Stati Uniti e da altri governi occidentali da quando hanno dichiarato vittoria e represso il dissenso l’anno scorso.

Kolesnikova è stata arrestata lo scorso settembre e portata al confine, dove le è stato ordinato di lasciare il Paese. Invece, si dice che abbia strappato il suo passaporto, rifiutando di essere costretta all’esilio.

“Chiediamo l’immediato rilascio di Maria e Maxim, che non sono colpevoli di nulla. È terrorismo contro i bielorussi che osano opporsi al regime. Non ci fermeremo finché tutti in Bielorussia non saranno liberati”. Svetlana TikhanovskayaIl leader dell’opposizione bielorussa, che ha partecipato alle elezioni presidenziali e ha guidato le proteste con Kolesnikova, ha detto su Twitter lunedì, dopo l’annuncio della sentenza.

Tikanovskaya, che ha difeso suo marito come candidato dell’opposizione dopo che era stato imprigionato nel periodo precedente al voto, è fuggita nella vicina Lituania con i suoi figli lo scorso agosto dopo aver contestato i risultati preliminari di un’elezione che ha dato a Lukashenko una vittoria schiacciante.

READ  La scomparsa dell'Apple Daily infligge un altro colpo alla reputazione malconcia di Hong Kongة

Tikanovskaya chiamò Kolesnikova e Znak “Eroi dei bielorussi”.

“Il regime vuole che li vediamo rotti ed esausti. Ma guarda – sorridono e ballano. Lo sanno – li rilasceremo molto prima di questi 11 anni. Le loro condizioni non dovrebbero spaventarci – Maxim e Maria non ci spaventeranno”. Voglio questo” e ha pubblicato un video del mio leader L’opposizione in piedi in una gabbia di vetro per gli imputati in tribunale.

Victor Paprika, un ex banchiere che ha cercato di concorrere contro Lukashenko prima del suo arresto e imprigionamento, ha detto in un post sul suo sito web cavo Lunedì, ha detto il canale, le sentenze contro Kolesnikova e Zanak saranno appellate.

Gli Stati Uniti e diversi paesi europei hanno rilasciato dichiarazioni di condanna della sentenza della corte e continuano gli sforzi per mettere a tacere gli oppositori del governo.

Biden emette un ordine esecutivo contro il regime bielorusso nell'anniversario dei brogli elettorali

“Purtroppo, queste sentenze sono un’ulteriore prova del completo disprezzo del regime per i diritti umani e le libertà fondamentali del popolo bielorusso. La signora Kalisnikava e il signor Znak meritano una sentenza del tribunale trasparente sulle false accuse contro di loro, cosa che non hanno fatto .” Ricezione del Segretario di Stato americano, Anthony Blinken, in una dichiarazione lunedì, ha definito la condanna “politicamente motivata” e “vergognosa”.

Il mese scorso, nel primo anniversario dell’elezione della Bielorussia, il presidente Joe Biden ha emesso un ampio ordine esecutivo contro i membri del regime bielorusso implicati nella soppressione dei diritti umani e della democrazia. Lunedì, Blinken ha citato l’ordine, ribadendo gli appelli dell’amministrazione Biden affinché “le autorità bielorusse avviino un dialogo genuino con l’opposizione democratica e i membri della società civile, portando a elezioni libere ed eque sotto il controllo internazionale”.

READ  Una tempesta colpisce la Spagna, allaga le città, taglia l'elettricità e i servizi ferroviari

La Germania ha promesso lunedì di intensificare la pressione sul regime bielorusso se non cambia il suo comportamento nei confronti dei diritti civili, con il portavoce del governo Stephen Seibert che descrive le sentenze come ingiustificate. Il ministro degli Esteri britannico Dominic Raab ha affermato che la Bielorussia sta attaccando i difensori della democrazia e della libertà incarcerando due oppositori. L’Unione Europea ha chiesto il rilascio immediato e incondizionato di Maria Kolesnikova e Maxim Zanak.