diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

L’Xperia Pro-I di Sony è un telefono da 1800 dollari con un sensore per fotocamera da 1 pollice

All’inizio del 2021, Sony ha introdotto $ 2.500 da Xperia Pro. Era un telefono realizzato dall’azienda per i professionisti del video. Ora Sony è tornata con un secondo smartphone di livello professionale progettato per attirare gli appassionati di fotografia. La caratteristica principale dell’Xperia Pro-I è un sensore da 1 pollice preso in prestito dall’azienda RX100 VII Inquadra e scatta la fotocamera. Questo è un sensore molto più grande di quello che troverai sulla maggior parte dei telefoni.

Per mettere le cose in prospettiva, il sensore primario è acceso Pixel 6 Pro Ha un pixel pitch di 1.2 µm. Al contrario, il sensore principale del Pro-I ha pixel da 2,4 μm, il che lo rende molto migliore in condizioni di scarsa illuminazione. Può anche registrare file RAW a 12 bit e video 4K nativi a 120 fotogrammi al secondo con messa a fuoco automatica con rilevamento degli occhi. Parlando di messa a fuoco automatica, viene fornito con 315 punti che coprono il 90 percento del fotogramma.

Il Pro-I include anche uno dei processori di imaging BIONZ X di Sony, che gli consente di scattare fino a 20 fotogrammi al secondo con l’autofocus e l’esposizione automatica abilitati. L’elevata velocità di lettura del sensore consente di evitare un effetto rolling shutter, una funzionalità che, secondo Sony, aiuta il Pro-I a distinguersi dagli altri telefoni con sensori da 1 pollice come Mi 11 Ultra. Questi telefoni inoltre non hanno l’autofocus a rilevamento di fase come il Pro-I.

A complemento del sensore da 1 pollice c’è un obiettivo in vetro da 24 mm che può passare da un’apertura f/2.0 a f/4.0. Sony ha optato per un design asferico per rendere l’ottica il più piccola possibile. La fotocamera principale è circondata da una fotocamera ultra grandangolare da 16 mm e da un teleobiettivo da 50 mm. Sony afferma di aver scelto questa disposizione di obiettivi dopo essersi consultati con i fotografi che hanno detto all’azienda che volevano una configurazione che corrispondesse alla loro gamma di obiettivi a focale fissa.

READ  Apple ha riportato l'amata lente d'ingrandimento per la selezione del testo in iOS 15

Una volta superata la fotocamera, l’Xperia Pro-I è fondamentalmente un dispositivo che è stato ottimizzato Xperia 1 III. Internamente, il telefono dispone di un interno Snapdragon 888 È supportato da 12 GB di RAM e 512 GB di memoria interna. Puoi aggiungere fino a 1 TB di spazio di archiviazione aggiuntivo con l’aiuto di una scheda microSD. Ad alimentare il tutto c’è una batteria da 4.500 mAh che Sony afferma ti consentirà di utilizzare il Pro-I per un’intera giornata con una singola carica. All’interno della confezione c’è un adattatore di alimentazione da 30 W che può caricare il telefono al 50 percento in 30 minuti.

Il Pro-I presenta anche lo stesso display OLED da 6,5 ​​pollici che si trova sull’Xperia 1 III. È un display 4K con una frequenza di aggiornamento di 120 Hz e un rapporto di aspetto 21: 9. Sul fronte audio, il Pro-I non solo è dotato di un jack per cuffie da 3,5 mm, ma include anche le tecnologie LDAC e DSEE di Sony.

Tutte queste funzionalità hanno un prezzo elevato. Negli Stati Uniti, Sony prevede di vendere l’Xperia Pro-I per $ 1.800. Per come la vede l’azienda, in realtà ottieni un telefono di punta e l’RX100 VII a un prezzo inferiore rispetto all’acquisto di questi dispositivi separatamente. Tuttavia, l’Xperia Pro-I non è un sostituto individuale per l’RX100 VII. La fotocamera point-and-shoot di Sony produce immagini da 20,1 MP, utilizzando la lettura completa del suo sensore. Il Pro-I utilizza un ritaglio perché sfruttare appieno il sensore richiede un obiettivo molto più grande di quello che può essere incluso in uno smartphone.

READ  Guarda Battlefield svolgersi qui alle 11:00 ET

I preordini per l’Xperia Pro-I si aprono il 28 ottobre, con un anno a seguire a dicembre.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati personalmente dalla nostra redazione, indipendentemente dalla casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione.