diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

L’italiano Brittini salterà la Coppa Davis per infortunio

TENNIS – ATP Tour Finals – Torino, Italia – 14 novembre 2021, l’italiano Matteo Berrettini festeggia durante la sua partita della fase a gironi contro il tedesco Alexander Zverev.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

ROMA (Reuters) – L’italiano Matteo Berrettini ha detto venerdì che non prenderà parte alle finali di Coppa Davis che inizieranno questo mese a causa di un infortunio, e ha descritto il suo ritiro come «doloroso e frustrante».

Il 25enne è stato costretto a ritirarsi dalle ATP Finals martedì a causa di un infortunio addominale ed è stato sostituito al torneo di fine stagione dal connazionale Yannick Sener.

Berrettini, miglior giocatore d’Italia, salterà le finali di Coppa Davis, che si svolgeranno dal 25 novembre a dicembre. 5. L’Italia incontrerà Stati Uniti e Colombia nel girone E del torneo a 18 squadre.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

«Questa è l’ultima cosa che volevo annunciare per concludere la migliore stagione della mia carriera. È stato un anno fantastico pieno di emozioni, vittorie, sconfitte dolorose e purtroppo infortuni», ha scritto Brittini su Instagram.

«Quest’ultimo è il motivo per cui non potrò partecipare alla Coppa Davis quest’anno. È assurdo dirvi quanto siano stati dolorosi e deludenti gli ultimi giorni; di tutti gli scenari possibili, questo è sicuramente il più difficile.»

Berrettini ha raggiunto la sua prima finale del Grande Slam a Wimbledon quest’anno, perdendo contro Novak Djokovic e salendo al numero sette del mondo.

Avrebbe dovuto far parte della potente squadra italiana di Coppa Davis che comprende anche Sener, Fabio Fognini, Lorenzo Sonego e Lorenzo Mossetti.

READ  Giorgi caccia la testa di serie Sabalenka a Eastbourne

«Sto fermo, ma solo per tornare più forte e regalare a me ea tutti voi più vittorie e sentimenti», ha detto Berrettini.

«La nostra squadra è una delle più forti di sempre e sono sicuro che porteranno i colori della nostra bandiera a grande altezza. Il 2021 si è concluso con molti rimpianti ma guardando indietro non posso che essere orgoglioso del percorso che ho fatto».

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

(Aldair Mackenzie riferisce). A cura di Srivathsa Sridhar

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.