enero 18, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Le scorte aprono in ribasso, i prezzi del petrolio scendono a causa delle nuove restrizioni di Covid-19

noi I negoziI prezzi del petrolio e i rendimenti obbligazionari sono diminuiti poiché gli investitori temevano che un aumento dei casi di Omicron Covid-19 avrebbe fermato la crescita economica e aumentato la pressione sull’inflazione.

L’S&P 500 è sceso dell’1,3% nei primi scambi di lunedì. L’indice è sceso venerdì, registrando il più grande calo percentuale settimanale in tre settimane. L’indice Nasdaq Composite, incentrato sulla tecnologia, è in calo dell’1,45% e il Dow Jones Industrial Average è in calo dell’1,4%, ovvero circa 500 punti.

I futures su azioni hanno ridotto alcune perdite dopo che Moderna ha affermato che una terza dose del suo vaccino contro il Covid-19 ha aumentato le risposte immunitarie contro Omicron rispetto a due dosi nei test di laboratorio. Le azioni di Moderna Inc sono aumentate di circa l’8%. Le azioni del produttore di vaccini Covid-19 Pfizer sono aumentate del 2,5%, mentre le azioni di Novavax sono aumentate del 7,7% dopo che l’Agenzia europea per i medicinali ha raccomandato l’approvazione del vaccino Covid-19 dell’azienda.

Alcuni stati stanno imponendo restrizioni per fermare la diffusione della variante Omicron all’inizio delle festività natalizie. I Paesi Bassi domenica hanno reimpostato il blocco, con tutti i negozi, i bar e i ristoranti non essenziali chiusi fino a metà gennaio. Anche il primo ministro irlandese Michael Martin ha annunciato nuove restrizioni. Il presidente Biden prevede di fornire un aggiornamento martedì sulla lotta al Covid-19 negli Stati Uniti, dove i casi sono in aumento.

L’Olanda «richiude» per frenare Omicron

L’ondata di infezioni ha sollevato timori che la nuova ondata possa prolungare le interruzioni della catena di approvvigionamento che hanno alimentato l’inflazione.

READ  Jim Cramer afferma che questi 5 titoli "vecchia tecnologia" potrebbero avere un grande anno nel 2022

«Stiamo davvero vedendo Omicron diffondersi a macchia d’olio, e questo sta pesando sul sentimento», ha affermato Estee Dweck, chief investment officer di FlowBank. «Stai vedendo i blocchi in Europa. Stai vedendo sempre più restrizioni e il numero di casi in aumento così tanto che anche se è meno grave, potrebbe portare a più ricoveri».

I prezzi del petrolio sono scesi a causa dei timori che la diffusione della variabile Omicron possa danneggiare la crescita economica globale e ostacolare la domanda di petrolio. I futures sul greggio Brent, il punto di riferimento nei mercati petroliferi globali, sono scesi del 3,6% a 70,85 dollari al barile. I prezzi del greggio negli Stati Uniti sono scesi del 4,3% a 67,71 dollari al barile.

Dopo essere stata colpita all’inizio della pandemia, quest’anno la domanda mondiale di petrolio si è ripresa. Tuttavia, secondo l’Agenzia internazionale per l’energia, è ancora di circa 2 milioni di barili al giorno al di sotto del livello pre-pandemia di 101 milioni di barili al giorno.

L’agenzia ha affermato che si aspetta che l’aumento dei casi di Covid-19 rallenti la ripresa della domanda riducendo i viaggi aerei e colpendo il consumo di carburante per aerei. Ad aggravare la pressione sui prezzi, la produzione è in aumento, in particolare negli Stati Uniti, dove l’attività di perforazione è aumentata.

Il trader John Romulo lavora sul pavimento della Borsa di New York. (Associated Press/Richard Drew)

Nei mercati obbligazionari, lunedì il rendimento del Treasury di riferimento a 10 anni è sceso all’1,394% dall’1,401% di venerdì. Gli investitori tendono ad acquistare titoli di stato, che sono visti come uno degli asset più sicuri da detenere, in tempi di incertezza, causando un aumento dei prezzi delle obbligazioni e un calo dei rendimenti.

READ  Prime offerte Amazon Prime Day per il 2021: Cricut, Roku e AirPods

Nei singoli titoli, i titoli delle crociere sono diminuiti, con Norwegian Cruise Line e Carnival in calo di oltre il 2% ciascuno. I titoli energetici sono scesi insieme ai prezzi del petrolio. Occidental Petroleum è sceso del 5,7% e Marathon Oil è sceso del 4,4%.

Fiducia dei consumatori, vendite domestiche, guadagni Nike più alti nella prossima settimana

Anche i gestori di portafoglio la cui performance viene valutata su base annua hanno maggiori probabilità di chiudere le proprie posizioni e ottenere guadagni dopo un anno positivo sui mercati. Nonostante la recente volatilità del mercato, l’S&P 500 è aumentato di oltre il 20% quest’anno.

Pesa anche sul senatore Joe Manchin (D., W.Va.) che si opporrà al pacchetto di quasi 2 trilioni di dollari per l’istruzione, la sanità e il clima del suo partito, che probabilmente sarà il fulcro dell’agenda economica di Biden così come è attualmente scritta.

Fai clic qui per le attività FOX in movimento

Offshore, lo Stoxx Europe 600 Continental Index è in ribasso dell’1,4%. Le azioni di BNP Paribas sono aumentate dell’1,1%, sovraperformando il più ampio settore bancario dopo aver accettato di vendere Bank of the West a Banque Montreal per 16,3 miliardi di dollari in uno dei più grandi accordi bancari recenti.

La lira turca ha continuato il suo calo, scendendo del 6,7% a 1 dollaro a 17,8306 lire. I ripetuti tagli dei tassi e l’impegno del presidente del Paese a mantenere bassi i tassi di interesse hanno allarmato investitori e residenti locali, provocandone il crollo.

CLICCA QUI PER LEGGERE DI PI SU FOX BUSINESS

I principali indici asiatici hanno chiuso in ribasso. Il Kospi della Corea del Sud ha perso l’1,8% e il Nikkei 225 del Giappone è sceso del 2,1%. Secondo FactSet, il principale indice Hang Seng di Hong Kong è sceso dell’1,9% al livello di chiusura più basso da marzo 2020.

READ  I futures Dow salgono sulle notizie di Evergrande dopo che il rally del mercato vacilla; Cina, la riunione della Federal Reserve sotto il microscopio

L’indice cinese Shanghai Composite è in calo dell’1,1%. La banca centrale cinese ha abbassato il suo tasso primario sui prestiti a un anno a causa di un rallentamento dell’economia, che è stata colpita da un crollo nel settore immobiliare.

Joe Wallace ha contribuito a questo articolo