octubre 22, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Le azioni scendono per il terzo giorno, i rendimenti salgono mentre i mercati si preparano ad aumentare i prezzi

(Le correzioni di oggi nel primo paragrafo)

FOTO FILE: Gli uffici del London Stock Exchange Group a Londra, Gran Bretagna, 29 dicembre 2017. REUTERS/Toby Melville

LONDRA (Reuters) – Le borse globali sono scese martedì per il terzo giorno consecutivo, mentre i rendimenti obbligazionari e le misure inflazionistiche sono aumentati su entrambe le sponde dell’Atlantico tra le preoccupazioni per la possibilità che le banche centrali aumentino i tassi di interesse.

L’indice MSCI All Country World, che replica le azioni di 49 paesi, è sceso dello 0,36% il giorno dopo l’inizio delle negoziazioni in Europa.

Il rendimento dei titoli del Tesoro USA a 10 anni ha raggiunto l’1,5444%, il più alto dal 17 giugno, facendo salire i rendimenti dei titoli dell’eurozona. I rendimenti dei titoli del Tesoro a due anni sono saliti ai massimi da 18 mesi. [US/] [GVD/EUR]

L’indicatore di mercato delle aspettative di inflazione dell’eurozona è balzato all’1,8308%, il livello più alto dal 2015. Il rendimento dei titoli di Stato USA Treasury Inflation Protected (TIPS) a 10 anni è salito a -0,82%, il livello più alto dalla fine di giugno.

“La svendita nei mercati obbligazionari è legata alla lettura da parte dei mercati dei dati recenti della Federal Reserve e della Bank of England come più aggressivi per quanto riguarda i tempi degli aumenti dei tassi”, ha affermato Sarah Heuen, capo economista di Standard Chartered.

I commenti di Powell di ieri sembravano indicare più nervosismo per l’inflazione e hanno avuto un impatto sui rendimenti dei Treasury. L’incertezza su come i cosiddetti fattori transitori siano in aggiunta ai prezzi più alti dell’energia sembra emergere sempre riguardo all’inflazione che si è incorporata”.

La scorsa settimana i responsabili delle politiche della Federal Reserve degli Stati Uniti hanno previsto che i potenziali responsabili politici sono pronti ad aumentare i tassi di interesse nel 2022 e che è probabile che la banca inizi a ridurre i suoi acquisti mensili di obbligazioni già a novembre.

READ  Piste chiuse e voli deviati a Reagan National dopo che l'aereo dell'American Airlines ha colpito le gomme - NBC4 Washington

Il presidente della Federal Reserve statunitense Jerome Powell e il segretario al Tesoro Janet Yellen testimonieranno a un’udienza del Congresso degli Stati Uniti alle 14:00 GMT. Particolare attenzione sarà anche dedicata ai politici della BCE che parleranno al Forum della Banca centrale europea, a partire dal presidente della BCE Christine Lagarde alle 1200 GMT.

I rendimenti più elevati hanno messo sotto pressione i titoli tecnologici ad alta crescita nei primi scambi in Europa, mentre nuovi segnali di rallentamento dell’economia cinese hanno anche pesato sul sentimento degli investitori, facendo scendere l’indice paneuropeo STOXX 600 di oltre l’1%. [.EU]

Il FTSE 100 britannico è sceso dello 0,6%, mentre il DAX tedesco è sceso di oltre l’1%. L’indice CAC 40 della Francia è sceso dell’1,6% e l’indice FTSE dell’Italia è sceso dell’1,2%.

I futures E-mini per l’S&P 500 sono in ribasso dello 0,9%, indicando un’apertura al ribasso a Wall Street in seguito.

“Il mercato azionario globale sta lottando per riprendersi in mezzo a un muro di timori poiché la crisi energetica e la revisione dei prezzi negli Stati Uniti (e nell’UE nel corso del mese) potrebbero alterare i tempi e la velocità dei futuri aumenti dei prezzi o almeno coni”. Sebastian Galley, Chief Macro Strategist di Nordea Asset Management.

I rendimenti più elevati hanno anche rafforzato il dollaro, poiché l’indice, che misura la sua forza, è salito al massimo in cinque settimane. Lo yen giapponese è sceso nei confronti del dollaro e dell’euro poiché i rendimenti più elevati hanno reso le valute più attraenti per gli acquirenti giapponesi. [FRX/]

In precedenza in Asia, le azioni sono state contrastanti poiché le ricadute della crisi del debito dello sviluppatore immobiliare cinese Evergrande e la crescente carenza di energia in Cina hanno pesato sul sentimento.

READ  Come i possessori di Bitcoin, Ethereum e Dogecoin risparmiano le tasse federali usando una scappatoia

L’S&P/ASX200 australiano ha chiuso in ribasso dell’1,47%, guidato da una svendita dei titoli sanitari e tecnologici, mentre il Nikkei giapponese è sceso dello 0,2% dopo aver dimezzato le perdite iniziali.

Il blue chip cinese CSI300 è salito dello 0,1%, mentre l’Hang Seng di Hong Kong ha guadagnato l’1,34%, dopo una serie di recenti sessioni negative.

Durante gli scambi asiatici, il prezzo del greggio Brent ha raggiunto gli 80 dollari al barile per la prima volta in tre anni, trainato dall’inizio dell’apertura delle economie regionali dalla pandemia di COVID-19 e dai problemi di approvvigionamento. [O/R]

Alcune “notizie positive” nel settore immobiliare

I principali indici immobiliari di Hong Kong e della Cina continentale sono aumentati dal 3% all’8% dopo che la People’s Bank of China (OBOC) si è impegnata a sostenere i proprietari di case.

“Ci sono state notizie positive per il settore immobiliare e i mercati lo stanno assorbendo dopo tutto lo sfogo di notizie negative degli ultimi giorni”, ha affermato Tammy Leung, Strategist di Everbright Sun Hung Kai.

Gli investitori sono ancora in allerta sul futuro di Evergrande, che non è riuscito a rispettare una scadenza per il pagamento degli interessi agli obbligazionisti esteri.

Evergrande ha 30 giorni per effettuare il pagamento prima di essere inadempiente e le autorità di Shenzen stanno ora indagando sull’unità di gestione patrimoniale della società.

Martedì i prezzi dell’oro sono scesi al livello più basso in un mese e mezzo, con l’oro spot che ha raggiunto il livello più basso dall’11 agosto a $ 1.735,40 l’oncia. [GOL/]

I prezzi del nichel e dello stagno a Londra hanno esteso le perdite per una seconda sessione martedì, poiché le crescenti interruzioni di corrente nel più grande consumatore cinese del metallo hanno sollevato preoccupazioni sulla domanda a valle. [MET/L]

READ  La crisi energetica potrebbe costringere più fabbriche britanniche a chiudere

Gli analisti hanno affermato che l’interruzione di corrente potrebbe influire sui titoli industriali quotati in Cina.

“Ciò che vediamo in Cina con sviluppatori e interruzioni di corrente avrà un impatto negativo sui mercati asiatici”, ha detto a Reuters Tai Hui, capo analista di mercato asiatico presso JPMorgan Asset Management.

“La maggior parte delle persone sta cercando di capire il potenziale impatto dell’infezione con Evergrande e fino a che punto può arrivare. Stiamo continuando a monitorare la risposta politica e stiamo iniziando a vedere un certo spostamento verso il supporto dell’acquirente domestico che ci aspettavamo. “

Gli economisti della Commonwealth Bank stimano che un razionamento di due mesi nelle province chiave della Cina potrebbe tagliare 0,1 punti percentuali dalla crescita economica quest’anno e 0,3 punti percentuali dal prossimo anno.

“I mercati sono stati nervosi tra l’attenzione sulla repressione normativa cinese e la prospettiva che la Federal Reserve riduca i suoi acquisti di asset”, ha affermato il BlackRock Investment Institute nel suo commento settimanale globale.

“Riteniamo che il percorso verso ulteriori guadagni in attività rischiose possa restringersi dopo un lungo rally, che richiede un approccio selettivo, ma ribadiamo la nostra posizione tattica pro-rischio”.

Ha detto che sta rivolgendo la sua visione a un “modesto” aumento delle attività cinesi, nel contesto di allocazioni di clienti molto piccole per la classe di attività.

(Questa storia è corretta oggi nel primo paragrafo)

(Relazione di Ritvik Carvalho). Segnalazioni aggiuntive di Sujata Rao a Londra e Scott Murdoch a Hong Kong; Montaggio di Timothy Heritage e Giles Elgood