agosto 15, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Le azioni asiatiche ottengono un sollievo globale mentre gli investitori si scrollano di dosso le preoccupazioni di Omicron Da Reuters

© Reuters. FOTO FILE: Un uomo che indossa una maschera facciale, dopo lo scoppio della malattia da coronavirus (Covid-19), si trova di fronte a un quadro elettrico che mostra il Nikkei (il più alto in C) e gli indici azionari di altri paesi al di fuori di una società di intermediazione in un’azienda distretto di Tokyo. Giappone, gennaio

Scritto da Alon John

HONG KONG (Reuters) – Le azioni asiatiche hanno raggiunto il massimo in due settimane mercoledì, estendendo una ripresa del sollievo globale poiché gli investitori hanno applaudito ai segnali che il tipo di coronavirus Omicron potrebbe essere meno distruttivo per l’economia globale di quanto inizialmente previsto.

In rialzo anche i futures USA e Nasdaq, in rialzo rispettivamente dello 0,3% e dello 0,4%, mentre i contratti europei sono rimasti invariati.

«I mercati sono molto sensibili a qualsiasi piccola notizia riguardante Omicron, e l’assenza di cattive notizie è presa molto positivamente dai mercati azionari, anche se – per nulla uno scienziato – sembra troppo presto per chiarire tutto», ha affermato Stefan Hofer, senior investment stratega presso Omicron LGT possiede nella regione Asia-Pacifico.

«Con ogni nuova variabile, attraversiamo un periodo di attesa di alcuni segnali dalla comunità scientifica, che è difficile per i mercati, ma è quello che abbiamo ottenuto ieri».

Il più ampio indice MSCI delle azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è salito dello 0,5% al ​​livello più alto dal 26 novembre, quando sono emerse notizie di nuovi mercati in evoluzione. È aumentato dell’1,2%.

I guadagni sono stati ampi quando la Corea ha toccato il massimo in sei settimane. ()

READ  I guadagni di Home Depot (HD) hanno battuto il secondo trimestre del 2021, ma le tendenze del fai-da-te si indeboliscono

Il produttore farmaceutico britannico GSK ha dichiarato martedì che il suo trattamento a base di anticorpi per COVID-19 con il partner statunitense Vir Biotechnology (NASDAQ 🙂 è efficace contro tutte le mutazioni in Omicron.

Uno studio sudafricano di martedì ha anche suggerito che le dosi di richiamo del vaccino COVID-19 che ha prodotto Pfizer Inc (NYSE 🙂 e il suo partner BioNTech potrebbero aiutare a prevenire l’infezione da Omicron, sebbene lo studio abbia mostrato che il nuovo ceppo potrebbe in parte eludere la protezione da due dosi.

Questi rapporti hanno aiutato l’indice MSCI All-Country World a salire del 2,1% martedì, il suo più grande aumento percentuale da novembre 2020. Anche il petrolio è aumentato di oltre il 3%.

I mercati sono anche concentrati sui dati sull’inflazione degli Stati Uniti che dovrebbero essere pubblicati venerdì, e la lettura più alta probabilmente indirizzerà i responsabili delle politiche verso l’accelerazione della chiusura del massiccio programma di acquisto di obbligazioni della Fed.

«Il buon rialzo potrebbe essere di breve durata se i dati statunitensi di venerdì mostrano che l’inflazione elevata sembra essere piatta o continua – scegli una parola che non sia temporanea», ha detto Hoover.

La scorsa settimana, il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha affermato che potrebbe essere il momento di smettere di considerare l’inflazione come temporanea, suggerendo che la banca centrale potrebbe rallentare.

Mercoledì, il rendimento a due anni, che è aumentato in base alle aspettative di tassi di interesse più elevati, era allo 0,6872%, lontano dal massimo degli ultimi due anni per avvicinarsi allo 0,695% di martedì.

L’indice si è attestato a 1,4614% dopo due giorni di guadagni. [US/]

READ  Elon Musk les dice a los empleados de Tesla: Vuelvan a la oficina o váyanse

Ciò dovrebbe supportare il dollaro nel lungo periodo, specialmente contro altre valute con banche centrali più accomodanti.

Tuttavia, il miglioramento del sentimento degli investitori sta attualmente supportando attività rischiose come il dollaro australiano, che mercoledì ha raggiunto il massimo di una settimana di $ 0,7435, rimbalzando da un minimo di 13 mesi all’inizio della settimana. [FRX/]

Migliorato con unità sia di terra che di mare che raggiungono i loro livelli più stabili contro il dollaro in più di tre anni e mezzo

Anche l’euro è leggermente aumentato e il dollaro canadese è rimasto forte a 1,2637 contro il dollaro USA, sostenuto da un rally notturno dei prezzi del petrolio e in vista della riunione di politica monetaria della Banca del Canada mercoledì.

Gli economisti si aspettano che la Banca del Canada mantenga i tassi di interesse invariati allo 0,25% durante la riunione. All’inizio di mercoledì, la banca centrale indiana ha mantenuto stabile il suo tasso di prestito chiave.

È sceso dello 0,17% a 71,93 dollari al barile. È sceso dello 0,11% a 75,36 dollari al barile.

È salito dello 0,3% a $ 1.789 l’oncia, all’interno del suo ultimo intervallo, e una copertura rivale per l’inflazione, Bitcoin è stato anche tranquillo dopo un fine settimana emozionante, cambiando a malapena a $ 50.300.