noviembre 27, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

L’ASEAN esclude il leader della giunta del Myanmar dal vertice con una mossa rara

BANDAR SERI BEIGUAN (Reuters) – Le nazioni del sud-est asiatico inviteranno un rappresentante non politico del Myanmar a un vertice regionale questo mese, dirigendo un disprezzo senza precedenti per il leader militare che ha guidato un colpo di stato contro un governo civile eletto a febbraio.

La decisione dei ministri degli esteri dell’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN) in una riunione di emergenza venerdì sera segna una rara mossa audace per il blocco guidato dal consenso, che ha tradizionalmente favorito una politica partecipativa e non interventista.

Sabato il ministero degli Esteri di Singapore ha affermato che la decisione di rimuovere il capo della giunta Min Aung Hlaing è stata «una decisione difficile, ma necessaria, per sostenere la credibilità dell’ASEAN».

La dichiarazione ha rilevato la mancanza di progressi sulla tabella di marcia per il ripristino della pace in Myanmar che il consiglio militare ha concordato con l’ASEAN ad aprile.

Un portavoce del governo militare del Myanmar ha accusato «l’ingerenza straniera» della decisione.

Il portavoce della giunta militare Zaw Min Tun ha dichiarato al canale di notizie birmano BBC che i rappresentanti degli Stati Uniti e dell’UE hanno esercitato pressioni su altri membri dell’ASEAN.

«Anche qui si possono vedere interferenze esterne», ha detto. «Abbiamo appreso che alcuni inviati di alcuni paesi si sono incontrati con gli affari esteri degli Stati Uniti e sono stati sottoposti a pressioni dall’Unione europea».

Le forze di sicurezza del Myanmar hanno ucciso più di 1.000 civili e arrestato altre migliaia, secondo le Nazioni Unite, nel mezzo di una repressione di scioperi e proteste che hanno fatto deragliare la democrazia temporanea del paese e hanno attirato la condanna internazionale.

READ  Europa Covid: i leader avvitano le viti ai non vaccinati

Il consiglio militare dice che queste stime del numero di morti sono esagerate.

Il Brunei, l’attuale presidente dell’ASEAN, ha affermato che una figura non politica del Myanmar sarà invitata al vertice del 26-28 ottobre, dopo che non è stato raggiunto un consenso sulla presenza di un rappresentante politico.

«Poiché ci sono stati progressi insufficienti… così come le preoccupazioni per l’impegno del Myanmar, in particolare per l’instaurazione di un dialogo costruttivo tra tutte le parti interessate, alcuni Stati membri dell’ASEAN hanno raccomandato che l’ASEAN dia modo al Myanmar di ripristinare i suoi affari interni e tornare alla normalità .” Brunei ha detto in una nota.

Non ha menzionato Min Aung Hlaing o il nome di chi sarà nominato.

Il Brunei ha affermato che alcuni Stati membri hanno ricevuto richieste dal governo di unità nazionale del Myanmar, istituito da oppositori della giunta, per partecipare al vertice.

«cascata giustificata»

L’ASEAN ha dovuto affrontare crescenti pressioni internazionali per adottare una linea più dura contro il Myanmar, dopo che in passato è stato criticato per la sua inefficacia nel trattare con i leader accusati di violazioni dei diritti, di minare la democrazia e di intimidire gli oppositori politici.

Un funzionario del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha detto ai giornalisti venerdì che è «del tutto appropriato e in effetti del tutto giustificato» che l’ASEAN riduca la partecipazione del Myanmar al prossimo vertice.

Nella sua dichiarazione, Singapore ha esortato il Myanmar a cooperare con l’inviato dell’ASEAN, il secondo ministro degli esteri del Brunei, Eriwan Yusuf.

Erewon ha rinviato una visita programmata da tempo nel Paese nelle ultime settimane e ha chiesto di incontrare tutte le parti in Myanmar, incluso il leader deposto Aung San Suu Kyi, che è stato arrestato durante il colpo di stato.

READ  L'ANC subisce la peggiore battuta d'arresto elettorale dalla fine dell'apartheid

Il portavoce della giunta militare Zaw Min Tun ha detto questa settimana che Iriwan sarebbe la benvenuta in Myanmar, ma non le sarebbe permesso vedere Suu Kyi perché accusata di crimini.

(Rapporto Ain Bendyal). Segnalazioni aggiuntive di Aradhana Aravindan a Singapore e Simon Lewis a Washington. Scritto da Rosana Latif. Montaggio di William Mallard, Simon Cameron Moore e Mike Harrison

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.