septiembre 28, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Lancio di un razzo per testare una soluzione semplice alla spazzatura spaziale

Gli ingegneri si stanno preparando a testare un dispositivo in grado di riportare sulla Terra veicoli spaziali defunti e utilizzare parti di razzi, consentendo loro di bruciare nell’atmosfera senza danni.

I ricercatori della Purdue University di West Lafayette, nell’Indiana, hanno lanciato giovedì un prototipo di vela a bordo di un razzo realizzato da Firefly Aerospace, una società spaziale privata con sede ad Austin, in Texas. La missione è stata progettata per valutare l’efficienza con cui una vela con equipaggio potrebbe far uscire dall’orbita lo stadio superiore di un razzo.

Il lancio è previsto per la base della forza spaziale di Vandenberg in California tra le 18:00 e le 22:00 PT.

Le vele di trascinamento sono una delle numerose tecnologie proposte per affrontare la crescente quantità di rifiuti indesiderati in orbita intorno al pianeta. L’orbita terrestre bassa sta diventando sempre più affollata di detriti, parti di missili, sistemi satellitari di telecomunicazioni, GPS e altre funzioni, aumentando notevolmente il rischio di collisioni in orbita.

Anthony Cover, David Spencer e Arleigh Black posano con Spinnaker3, un prototipo di relè completamente schierato nella hall della Neil Armstrong Hall of Engineering della Purdue University, nel gennaio 2020.Erin Easterling / Purdue University

ha affermato David Spencer, professore associato di aeronautica e astronautica alla Purdue University, che ha guidato lo sviluppo del drag-sail.

“È molto meglio lanciare qualcosa con una capacità di de-orbita compatta o avere quella capacità di sicurezza”, ha detto Spencer, aggiungendo che le vele di trascinamento possono essere utilizzate per trasportare una serie di oggetti sulla Terra, che vanno da piccoli cubi a oggetti più grandi con masse fino a 900 libbre.

READ  Nessuna maschera al lavoro? La proposta della California dice che i dipendenti non devono farlo, se tutti vengono vaccinati

Senza interventi, gli oggetti intorno alla Terra si ritirano lentamente nel pianeta perché la resistenza atmosferica alla fine provoca la disintegrazione delle loro orbite. Le vele drag sono progettate per accelerare questo processo aumentando la superficie di un oggetto che interagisce con l’atmosfera.

La vela di trascinamento del Team Purdue, nota come Spinnaker3, è realizzata in un sottile materiale sintetico che scaturisce dai bracci in fibra di carbonio all’esterno dello stadio superiore del razzo. Quando la vela è completamente sollevata, un processo che richiede circa due minuti e mezzo, la vela misura 194 piedi quadrati.

Spinnaker3, un prototipo di drag-vela.Erin Easterling / Purdue University

La prova velica dovrebbe svolgersi ad un’altitudine di 185 miglia. Gli ingegneri hanno affermato che il dispositivo dovrebbe ridurre il tempo impiegato dalla parte del razzo per disorbitare da 25 giorni a 15 giorni.

Poiché la vela di trascinamento è attaccata all’esterno di razzi e altri veicoli spaziali, non può trascinare pezzi di spazzatura spaziale in orbita. Invece, il dispositivo è progettato per ridurre la quantità di detriti che potrebbero derivare da futuri lanci.

Se ci riuscirà, ha detto Spencer, spera di commercializzare la tecnologia sia per le agenzie governative che per le società spaziali commerciali.

“In questo momento, questa è una prova del concetto”, ha detto, “ma c’è molto interesse per questa capacità”.