septiembre 18, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La testa di serie Medvedev batte la testa di serie americana Opelka per vincere il titolo della National Bank Open

Ci sono aspetti del tennis che rimangono un mistero per il russo Daniil Medvedev.

Ci sono aspetti del tennis che rimangono un mistero per il russo Daniil Medvedev.

Non sa, ad esempio, come è stato in grado di prevedere esattamente dove due dei più grandi server dello sport metteranno i loro colpi al National Bank Open di Toronto questa settimana. Tuttavia, farlo è stato un fattore chiave per vincere il titolo del campionato.

La testa di serie Medvedev ha battuto Riley Opelka nei playoff di domenica 6-4 6-3 per spazzare via facilmente la palla americana di sei piedi-11. Ha risucchiato razzi simili dall’americano John Isner in una vittoria per 6-2 6-2 sabato.

“Ancora non capisco molte cose del tennis”, ha detto Medvedev ai giornalisti dopo aver vinto il torneo.

“Le semifinali e la finale, non so cosa sia successo, ma tranne per alcuni momenti, ho potuto leggere e sentire dove (Opelka e Isner) stavano servendo e lui ha preso una mazza sulla palla e l’ha presa in campo».

Medvedev, 25 anni, ha salvato 4 break point su 4 e ha vinto il 73 percento dei punti al servizio totali nella partita durata un’ora e 25 minuti domenica.

Opelka, che ha giocato la sua prima finale dell’ATP Masters 1000, ha vinto solo il 63% dei suoi punti alla prima di servizio con otto ace e tre doppi falli.

Opelka ha detto che le condizioni sul campo erano ventose, il che ha reso difficile per il 23enne essere costantemente forte.

“Ma anche quando ho fatto dei pezzi grossi, ha risposto bene ed è stato molto difficile metterlo fuori gioco – ha detto -. Era tutto previsto ma ben eseguito”.

Medvedev, numero due al mondo, ha giocato la maggior parte della partita da ben al di sotto della linea di fondo per rispondere al servizio massiccio di Opelka.

Il russo ha affrontato un triplo break point all’inizio del primo set, ma li ha salvati tutti e tre, rimontando da 0-40 per tenere il servizio 2-2.

Opelka è stato rotto nella partita successiva quando Medvedev ha inviato un missile stridente gigante lungo la linea.

READ  Freddy Galvez è fuori uno o due mesi

L’Opelka, 32esimo classificato nel mondo, ha affrontato un’altra pausa nella prima partita del secondo set dopo che Medvedev ha colpito un altro dritto sulla linea di porta, ma l’americano ha tenuto l’allerta.

Un doppio errore ha dato a Medvedev una pausa sul servizio successivo di Opelka, e il russo è passato per 2-1.

A metà del secondo set, Medvedev ha affrontato un break. Opelka sembrava pronto per un momento per avere finalmente una possibilità, quindi ha inviato un ampio rimbalzo e Medvedev ha tenuto il suo servizio per il 4-2.

“È davvero veloce, è davvero veloce. È difficile disabilitarlo. È difficile ferirlo. È davvero difficile ferirlo”, ha detto Opelka.

Medvedev ha suggellato la vittoria con un nuovo break su Opelka, con l’americano che è tornato in cima alla rete.

Medvedev aveva già raggiunto la finale del torneo nel 2019 quando l’evento era noto come Rogers Cup, ma ha perso contro la leggenda del tennis spagnolo Rafael Nadal in due set.

Quest’anno, il giocatore russo ha dovuto adattare costantemente il suo stile di gioco per vincere le partite e ha dichiarato di essere “sul punto di perdere” contro il polacco Hubert Hurkacz nei quarti di finale. Medvedev alla fine ha vinto 2-6, 7-6 (6), 7-6 (5).

“Il modo in cui ho giocato, il modo in cui ho combattuto, il modo in cui ho vinto alcune di queste partite mi dà grande fiducia nel prossimo torneo”, ha detto Medvedev, che gareggerà al West and South Open di Cincinnati la prossima settimana. Verso la fine di questo mese a New York per gli US Open.

“Ma ancora una volta, la fiducia è qualcosa che puoi ottenere molto velocemente, ma puoi anche perdere molto rapidamente, quindi cercherò solo di costruirci sopra e almeno di mantenerla per la serie degli US Open”.

Nel campionato femminile di Montreal, l’italiana Camila Giorgi ha vinto il titolo domenica con una vittoria per 6-3 7-5 sulla quarta testa di serie Karolina Pliskova della Repubblica Ceca.

READ  Report: Miami Heat non pensa di aver bisogno di un giocatore per 'aggiustare' nulla, credi in Pam Adebayo e Jimmy Butler

La vittoria è arrivata nella sua prima finale WTA 1000.

La 29enne ha dedicato la vittoria a suo padre, Sergio Giorgi, che è stato anche il suo allenatore e che è rimasto in Italia mentre gareggiava questa settimana.

“Abbiamo messo insieme tutto il lavoro quest’anno. Immagina, 25 anni di lavoro insieme. Quindi penso che sia piuttosto bello.”

Giorgi, attualmente al 71° posto nel mondo, ha vinto il 71 percento dei suoi punti alla prima battuta e ha segnato sette ace.

La vittoria ha coronato una straordinaria corsa al National Bank Open, battendo la nona testa di serie Elise Mertens al primo turno, mandando Petra Kvitova, testa di serie n. 7, agli ottavi, sconfiggendo la testa di serie n. 15 Cory Gauff nei quarti di finale. .

Una massiccia partita di nove minuti a metà del primo set di domenica ha fatto oscillare lo slancio della partita.

Pliskova ha affrontato un break point dopo aver inviato un tiro in rete e l’ha parato, solo per vedere Giorgi vincere più e più volte il punto. L’italiano alla fine ha avuto il break per salire sul 4-3. Pliskova ha risposto lanciando la sua racchetta in campo.

Dopo aver rotto il servizio, la Pliskova ha sbagliato diversi rimbalzi e ha commesso un doppio fallo per formare un double break point e un potenziale set point. Ha salvato la prima con un servizio massiccio, poi ha mandato di nuovo fuori gioco, regalando a Giorgi una vittoria per 6-3.

Era il primo set che la Pliskova perdeva dal secondo turno del torneo, quando perse 6-4 contro la croata Donna Vekic, vincendo tre set.

E’ stata la Giorgi, però, a mostrare la sua frustrazione nel secondo set, lanciando la racchetta in rete dopo aver mandato in campo un tiro lungo.

Costretta a rompere un punto il prossimo, Pliskova lo vince e sale 3-1 quando la ceca sbaglia una rimonta. Giorgi è stato rotto al terzino destro nella partita successiva dopo doppi falli consecutivi.

READ  Euro 2020: Mancini e Vialli sono le menti del successo dell'Italia

Un dritto sbagliato di Pliskova ha dato a Georgi una chance per il match point, ma Pliskova l’ha salvata quando Georgi ha mandato la palla in rete. Giorgi non ha perso la sua seconda occasione e ha battuto l’avversario per prendere il set 7-5.

La numero sei del mondo Pliskova ha dichiarato: “Ho giocato un po’ meglio, forse più aggressivo e sono tornato meglio, e ho inviato meglio, proprio come i piccoli momenti. Ma penso che ne sia valsa la pena.

“Ma nel complesso, sono solo contento della mia settimana. Penso che sia stata una cosa positiva avere qui partite come questa”.

Le lacrime sono sgorgate dagli occhi di Giorgi mentre salutava la folla con una mazza alzata.

L’italiana ha detto di aver lottato con continuità durante tutta la sua carriera a causa di una serie di infortuni.

“Penso che quest’anno ero più in grado di giocare ed essere in buona forma fisica. Ero sicuro che un giorno sarebbe arrivato”.

La canadese Gabriela Dabrowski e la sua compagna brasiliana, Luisa Stefani, hanno vinto il titolo di doppio femminile con una vittoria per 6-2 6-3 sulla croata Darija Jurak e sulla slovena Andrea Klebak.

“Sono davvero orgoglioso della nostra prestazione questa settimana. Non è sempre facile venire qui. Ci sono pressioni diverse”, ha detto Dabrowski. Quindi sono davvero felice che siamo riusciti a giocare meglio di quanto abbiamo fatto la scorsa settimana. E costruiremo solo andando avanti”.

Il torneo è stato fatto apposta per Dabrowski, originario di Ottawa e i cui genitori erano in tribuna. Era la prima volta che li vedevi di persona da novembre 2019.

“È stato fantastico averli lì e così bello condividere la vittoria con loro”, ha detto con un sorriso.

Questo rapporto è stato pubblicato per la prima volta da The Canadian Press il 15 agosto 2021.

Gemma Carstens-Smith, The Canadian Press