enero 19, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La superstar televisiva italiana Rafella Carr muore a 78

La sua fama ha raggiunto gli Stati Uniti nel 1986 È apparso in «Late Night with David Letterman». Sig. Dopo che Letterman l’ha descritta come «Johnny Carson e Ed Sullivan d’Italia», Mrs. Carey interruppe la sua domanda per sottolineare che erano entrambi uomini. Ha detto che a volte è stato paragonato ad Ann-Margaret e Barbara Walters, ma «sono solo Rafella Carrey», ha aggiunto.

È anche responsabile dell’aggiunta di una parola ai dizionari italiani. Dal 1995 al 2009 è stato il “Karamba! Che Sorbresa ”(“ Caramba! Che sorpresa ”), un progetto di successo in cui riunisce persone con parenti o amici perduti da tempo. La parola “carambatta” è entrata nella lingua italiana, riferendosi a un incontro inaspettato con qualcuno per lungo tempo.

Sig.ra. Carey ha anche avuto uno show televisivo nel 2004 in cui ha contribuito a portare a termine le adozioni. Una foto di lei circondata da bambini è stata posta vicino alla sua bara mentre era a letto per un addio pubblico al municipio di Roma.

Raffella Carey Raffella Roberta Belloni è nata il 18 giugno 1943, sulla costa adriatica a sud di Ravenna, a Bellary. Sua madre, Iris Delutri, gestiva la gelateria di famiglia e si separò dal padre quando la sig.ra Kerr aveva 3 anni.

«Ho imparato in tenera età a fare a meno degli uomini», ha detto una volta.

È cresciuto a Bologna, dove ha iniziato a prendere lezioni di danza classica all’età di otto anni. È andato a Roma all’età di 18 anni per frequentare il Centro Sperimentale de Cinematography, la principale scuola di cinema italiana, e ha avuto alcuni ruoli minori nei film italiani. Van Ryan Express. «

READ  La favola Italia crea clamore e ottimismo con lo sfruttamento dell'euro

Un dirigente della RAI pensò di aver bisogno di un cognome che avesse un impatto maggiore e raccomandò l’auto dopo il suo pittore preferito, Carlo Carev. Amava il nome e lo teneva.

«Raffaella era più di un’attrice; era un genio», ha detto Caderina Rita, assistente di lunga data della signora Carr e autrice di «Cinquant’anni di desiderio», nel suo libro del 2019 sulla vita e la carriera.

Quello stile è una dinamica.

«Ho bisogno di spostare il corpo», ha detto la signora Carey in un’intervista radiofonica del 2014. «Ho più energia.»