mayo 16, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La sesta estinzione di massa della biodiversità globale è già in corso

Conchiglie di lumache di terra di Rurutu (Isole Australi, Polinesia francese) – recentemente estinte prima di essere raccolte e descritte scientificamente. Crediti: O. Gargominy, A. Sartori

Cinque volte la storia della vita sulla Terra è stata segnata da eventi di estinzione di massa della biodiversità causati da fenomeni naturali estremi. Oggi molti esperti avvertono che è in corso la sesta crisi di estinzione di massa, questa volta causata interamente dalle attività umane.

Una valutazione completa delle prove di questo evento di estinzione in corso è stata recentemente pubblicata sulla rivista Recensioni biologiche da biologi dell’Università delle Hawaii a Manoa e del Museo Nazionale di Storia Naturale di Parigi, Francia.

Ha detto Robert Coy, autore principale dello studio e professore di ricerca presso l’UH Mānoa Pacific Biosciences Research Center presso la School of Earth and Ocean Science and Technology (SOEST). «Questa smentita si basa su una valutazione altamente parziale della crisi che si concentra su mammiferi e uccelli e ignora gli invertebrati, che ovviamente costituiscono la stragrande maggioranza della biodiversità».

Estrapolando dalle stime ottenute da lumache di terra e lumache, Coe e coautori hanno stimato che dal 1500 la Terra potrebbe aver già perso tra il 7,5 e il 13% dei suoi due milioni di specie conosciute, l’incredibile cifra di 150.000–3.260.000 specie.

«L’inclusione di invertebrati è stato un fattore chiave nel confermare che stavamo effettivamente assistendo all’inizio della sesta estinzione di massa nella storia della Terra», ha detto Coy.

Un esempio dell'habitat di una lumaca di terra

L’habitat della lumaca nativa hawaiana si trova a Pu’u Kukui, Maui. Credito: Robert Coy

Tuttavia, la situazione non è la stessa ovunque. Sebbene le specie marine debbano affrontare minacce significative, non ci sono prove che la crisi stia colpendo gli oceani tanto quanto la terraferma. Sulla terraferma, i tipi di isole, come quelle delle Hawaii, sono più colpiti di quelli continentali. Il tasso di estinzione delle piante sembra essere inferiore al tasso di estinzione degli animali selvatici.

READ  La contea di Yolo richiede che le maschere siano indossate al chiuso indipendentemente dallo stato di vaccinazione

Sfortunatamente, oltre a negare che la scienza stia prendendo piede nella società moderna su una serie di questioni, il nuovo studio suggerisce che alcune persone negano anche che la sesta estinzione sia iniziata. Inoltre, altri lo accettano come un nuovo e naturale percorso evolutivo, perché gli esseri umani sono solo un’altra specie che svolge il suo ruolo naturale nella storia della Terra. Alcuni addirittura sostengono che la biodiversità dovrebbe essere manipolata solo a beneficio dell’umanità, ma chi la determina?

«Gli esseri umani sono l’unica specie in grado di manipolare la biosfera su larga scala», ha affermato Coy. «noi Non Solo un’altra specie che si evolve di fronte alle influenze esterne. A nostra volta, siamo l’unica specie con una scelta consapevole riguardo al nostro futuro e al futuro della biodiversità terrestre».

Per combattere la crisi sono riuscite diverse iniziative di conservazione di alcuni animali carismatici. Ma queste iniziative non possono prendere di mira tutte le specie, né invertire la tendenza generale all’estinzione delle specie. Tuttavia, è imperativo che questi sforzi continuino, continuino a inculcare le meraviglie della natura ea documentare la biodiversità prima che scompaia definitivamente.

«Nonostante la retorica sulla gravità della crisi, e nonostante l’esistenza di soluzioni correttive e la loro portata all’attenzione dei decisori, è chiaro che manca la volontà politica», ha affermato Coy. “Negare la crisi, accettarla senza reagire, o addirittura incoraggiarla, nega la responsabilità condivisa dell’umanità e pone le basi affinché la Terra continui il suo triste percorso verso la sesta estinzione di massa”.

Riferimento: «La sesta estinzione di massa: realtà, finzione o congettura?» Scritto da Robert H. Coy, Philip Bouchet e Benoit Fontaine 10 gennaio 2022e Recensioni biologiche.
DOI: 10.1111 / br.12816

READ  Fauci afferma che i vaccinatori possono godersi il Ringraziamento senza mascherina. Notizie sul coronavirus.