septiembre 18, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La Russia afferma che la Siria ha abbattuto 22 missili israeliani su 24 durante un attacco aereo

L’esercito russo ha detto, venerdì, che le forze di difesa aerea siriane hanno abbattuto 22 missili lanciati da aerei da guerra israeliani durante un raid aereo su obiettivi in ​​Siria.

Il generale di brigata Vadim Kolet, capo del Centro di riconciliazione militare russo in Siria, ha affermato che giovedì sera sei aerei da combattimento israeliani hanno preso di mira strutture nei governatorati di Damasco e Homs dallo spazio aereo libanese.

Collette ha affermato che le unità di difesa aerea siriane hanno abbattuto 22 dei 24 missili lanciati dagli aerei da guerra israeliani con i sistemi di difesa aerea Pantsyr-S e Buk-M2 forniti dalla Russia.

Nessuna reazione immediata da parte di Israele, che raramente commenta le sue operazioni militari in Siria.

La Siria afferma regolarmente di abbattere i missili israeliani. Gli analisti della guerra siriana generalmente credono che tali accuse – ascoltate dopo quasi tutti gli attacchi aerei israeliani – siano false e vuote vanterie.

Anche la Russia, che fornisce alla Siria le sue difese aeree, ha interesse a dimostrare che non è inefficace.

La dichiarazione di Colette è arrivata sulla scia di quanto affermato in un rapporto dell’agenzia di stampa ufficiale siriana (SANA) secondo cui le unità di difesa aerea siriana hanno risposto a un raid aereo israeliano contro la campagna di Damasco e la provincia centrale di Homs.

Non ci sono state notizie ufficiali di vittime, ma il monitor di guerra britannico ha detto venerdì che gli attacchi hanno ucciso quattro combattenti filo-iraniani alleati del regime di Damasco.

READ  Regole di viaggio in Inghilterra semplificate a causa di COVID-19 per stimolare l'industria

L’Osservatorio siriano per i diritti umani ha affermato che i missili israeliani hanno preso di mira “depositi di armi e siti militari” appartenenti agli Hezbollah sciiti libanesi, nell’area di Al-Qarrah a nord-ovest del governatorato di Damasco, vicino al governatorato di Homs e al confine libanese.

Un missile di difesa aerea, in basso al centro, si dirige verso quello che sembra essere un missile sparato contro la Siria, in un video distribuito da Syrian Regime News. (Schermata: YouTube/SANA)

Gli attacchi hanno ucciso quattro membri del gruppo sostenuto dall’Iran, ma non è stato immediatamente chiaro se fossero siriani o libanesi, secondo War Monitor, un’organizzazione di opposizione filo-siriana con sede nel Regno Unito con finanziamenti incerti.

I media libanesi hanno anche riferito che due missili sono atterrati nella regione di Qalamoun, sull’aspro confine tra Libano e Siria, anche se non è chiaro se i missili siano il risultato dei presunti attacchi aerei o delle intercettazioni errate.

Israele ha effettuato centinaia di attacchi aerei all’interno della Siria nel contesto della guerra civile del paese, prendendo di mira quelli che si dice siano sospetti spedizioni di armi destinate al gruppo libanese sostenuto dall’Iran Hezbollah, che sta combattendo a fianco delle forze governative siriane. Tali processi sono raramente riconosciuti o discussi.

La Russia sta conducendo una campagna militare in Siria dal 2015, per aiutare il governo del presidente Bashar al-Assad a riprendere il controllo della maggior parte del paese dopo una devastante guerra civile. Mosca ha anche contribuito a modernizzare gli arsenali militari siriani e ad addestrare il suo personale.

Crisi climatica e giornalismo responsabile

In qualità di corrispondente ambientale per The Times of Israel, cerco di trasmettere i fatti e la scienza alla base del cambiamento climatico e del degrado ambientale, di spiegare – e criticare – le politiche ufficiali che influenzano il nostro futuro e di descrivere le tecnologie israeliane che possono far parte della soluzione .

READ  La polizia dice che un uomo morso da un serpente domestico è fuggito mentre era in bagno

Sono appassionato del mondo naturale e sono scoraggiato dalla triste mancanza di consapevolezza delle questioni ambientali che mostra la maggior parte del pubblico e dei politici in Israele.

Sono orgoglioso di fare la mia parte per informare adeguatamente i lettori di Times of Israel su questo argomento vitale, che può influenzare il cambiamento delle politiche e che può effettivamente accadere.

Il tuo supporto attraverso l’adesione a La comunità di Times of IsraelPossiamo continuare il nostro importante lavoro. Ti unirai alla nostra community oggi?

Grazie,

Sue Surkisgiornalista ambientale

Unisciti alla community di Times of Israel

Unisciti alla nostra community

sei già un membro? Accedi per non vederlo più

sei serio lo apprezziamo!

Ecco perché veniamo a lavorare ogni giorno – per fornire ai lettori più esigenti come te una copertura imperdibile di Israele e del mondo ebraico.

Finora abbiamo una richiesta. A differenza di altre testate giornalistiche, non abbiamo messo in atto un paywall. Ma poiché il giornalismo che facciamo è costoso, invitiamo i lettori che The Times of Israel è diventato importante per aiutare a sostenere il nostro lavoro unendosi La comunità di Times of Israel.

Per soli $ 6 al mese, puoi aiutare a sostenere il nostro giornalismo di qualità mentre ti godi The Times of Israel Annunci gratuiti, così come l’accesso a contenuti esclusivi disponibili solo per i membri della comunità di Times of Israel.

Unisciti alla nostra community

Unisciti alla nostra community

sei già un membro? Accedi per non vederlo più