agosto 6, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La polizia in Honduras ha arrestato cinque persone dopo che una folla di 600 ha giustiziato un italiano

Tegucigalpa (Reuters) – Il governo honduregno ha dichiarato venerdì di aver arrestato cinque sospettati per il loro ruolo nell’omicidio di un uomo italiano giustiziato da una folla di oltre 600 abitanti del villaggio come rappresaglia per la presunta uccisione di un senzatetto.

Giovedì, ha detto il ministero della sicurezza, gli abitanti del villaggio hanno attaccato il 65enne Giorgio Scano con pietre, bastoni e machete nella sua casa nella città di Santa Ana de Yosguar nella provincia di Choluteca, nel sud dell’Honduras.

Una folla è venuta dopo che Scannu avrebbe picchiato a morte un senzatetto di 78 anni mercoledì per aver danneggiato piante ornamentali nel suo giardino, secondo i rapporti della polizia basati sulle denunce dei residenti locali.

“Più di 600 residenti arrabbiati sono entrati nella casa e hanno usato bastoni, pietre e machete per uccidere l’italiano accusato di aver ucciso il signor Juan de Dios Flores”, ha detto Rebecca Martinez, portavoce del ministero della Sicurezza.

Martinez ha aggiunto che parti della casa di Scanno e un’auto sono state incendiate.

La polizia ha arrestato cinque persone di età compresa tra 19 e 55 anni per l’omicidio di Scano, un ingegnere in pensione che viveva in una cittadina rurale con due figli e una moglie che risiedeva a Tegucigalpa, secondo i funzionari.

Le autorità hanno affermato di ritenere che la sua famiglia sia honduregna.

Martinez ha detto che le autorità stavano cercando altre persone coinvolte nell’esecuzione di Scanno e che la polizia era presente in quel momento, ma non è stata in grado di fermarli a causa delle dimensioni della folla.

(Relazione Gustavo Palencia) Scritto da Anthony Esposito; Montaggio di Sandra Mahler

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Il Belgio convoca il suo ambasciatore in Corea del Sud dopo aver fotografato sua moglie che schiaffeggiava un commesso di negozio