enero 28, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La lira sale in ritardo dopo che Erdogan ha sostenuto la valuta

Banconote in lire turche viste in questa illustrazione scattata a Istanbul, Turchia, 23 novembre 2021. REUTERS/Murat Sezer/Illustration

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

ANKARA (Reuters) – La lira turca ha chiuso la sessione lunedì in rialzo di oltre il 20% dopo che il presidente Recep Tayyip Erdogan ha introdotto una serie di misure che, secondo lui, alleggerirebbero il peso di una valuta debole sui turchi, impegnandosi a fare pressione su un tasso più basso . La politica dei prezzi che ha portato in primis al crollo della lira.

La lira, che in precedenza era scesa di oltre il 10% a 18,4 per dollaro, è salita bruscamente e ha chiuso il 25% alla giornata alle 13.15 in risposta all’annuncio di Erdogan, nel suo più ampio intervallo di scambi giornaliero. Quest’anno è ancora in calo del 45%.

Circa 1 miliardo di dollari è stato venduto sui mercati dopo che Erdogan ha presentato le misure, ha affermato il capo dell’Associazione delle banche turche.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

«Immagino che il mercato sia stato molto breve per la lira e le misure annunciate da Erdogan per proteggere i risparmi degli investitori domestici dalle fluttuazioni della lira hanno fornito un certo impulso per coprire tali carenze», ha affermato Sean Osborne, analista senior di Scotiabank a Toronto.

Parlando dopo una riunione di gabinetto, Erdogan ha affermato che le misure assicureranno che i cittadini non debbano convertire la lira in valuta estera a causa del crollo della lira, inclusa una promessa di garantire i depositi.

READ  Le Tesla prodotte in Texas dovranno probabilmente lasciare lo stato prima che il Texas possa acquistarle

«Offriamo una nuova alternativa finanziaria ai cittadini che vogliono alleviare le loro paure causate da alti tassi di cambio quando valutano i loro risparmi», ha affermato Erdogan.

«Con i tagli dei tassi di interesse, vedremo tutti come l’inflazione inizierà a scendere nel giro di pochi mesi», ha detto. «Questo Paese non sarà più un paradiso per chi aggiunge denaro ad alti tassi di interesse, né un paradiso per le importazioni».

Ha anche invitato «tutti coloro che hanno denaro e accesso ai finanziamenti» a contribuire agli investimenti e ha promesso misure per aiutare esportatori e pensionati.

John Doyle, vicepresidente della gestione e del trading presso la società di pagamenti FX Tempus Inc.

«La cosa più importante è che il governo dice che compenserà le perdite sui depositi in lire se il calo della lira supera i tassi di interesse promessi dalle banche. Il governo non ha detto esattamente come implementerà questo piano», ha detto Doyle.

La spinta di Erdogan a tagliare i tassi di interesse di 500 punti base da settembre ha causato il peggio in Turchia crisi valutaria In due decenni, con la lira in calo di quasi il 40% nelle sole cinque settimane fino a venerdì scorso. Per saperne di più

«Penso che se continui a vedere tagli dei tassi (…) dovresti continuare ad anticipare una volatilità significativa in futuro e che molti investitori continueranno a puntare a nuovi minimi storici nonostante questa inversione storica che abbiamo visto», ha affermato Edward Moya. Analista di mercato senior per le Americhe presso Oanda a New York.

Gli economisti hanno descritto il modello a basso tasso di interesse di Erdogan come sconsiderato e hanno affermato che l’inflazione salirà a oltre il 30% l’anno prossimo.

READ  Tesla sta attivando le telecamere di riconoscimento facciale nelle sue auto per la sicurezza

Ipek Ozkardskaya, capo analista di Swissquote Bank, ha affermato che le attuali prospettive economiche sono come un «camion senza freni», aggiungendo che le azioni recentemente annunciate da Erdogan divergono significativamente dalle consuete pratiche di mercato.

«La Turchia sta attraversando un processo complicato e non sta più giocando secondo le regole», ha detto Ozkardiskaya.

Secondo IHS Markit, i default swap a cinque anni della Turchia, il costo dell’assicurazione contro l’insolvenza, sono aumentati di 39 punti base dai quasi 622 punti base di venerdì.

Stati Uniti islamici

Erdogan ha difeso la sua politica economica domenica, paragonando la volatilità valutaria agli attacchi all’economia del paese che hanno radici nelle proteste del 2013. Leggi di più

«Stiamo abbassando i tassi di interesse. Non aspettarti nient’altro da me. Come musulmano, qualunque cosa (gli insegnamenti islamici) richiedono, continuerò a farlo», ha detto, riferendosi alla finanza islamica che ha un alto interesse, o usura. Di solito è evitato.

Nonostante le critiche diffuse e le rapide ripercussioni sull’economia, compresi il rapido deterioramento del reddito e dei risparmi della Turchia, Erdogan ha portato avanti il ​​suo programma economico che dà la priorità all’esportazione e al prestito.

Sotto la pressione del presidente, la banca centrale ha nuovamente tagliato i tassi di interesse la scorsa settimana di 100 punti base, portando i tassi di interesse reali in territorio negativo, un avvertimento per investitori e risparmiatori. Per saperne di più

L’inflazione è balzata al 21% il mese scorso e si prevede che supererà il 30% l’anno prossimo.

Gli analisti affermano che anche dopo i forti guadagni di oggi, la lira ha perso circa la metà del suo valore rispetto al dollaro quest’anno ed è di gran lunga la peggiore tra le economie di mercato emergenti, in gran parte perché la credibilità monetaria è stata danneggiata.

READ  Un avvocato dice che una Tesla Model 1 ha preso fuoco mentre guidava la sua auto

Nel tentativo di rallentare le vendite e contrastare quelli che ha definito prezzi «malsani», la banca centrale è intervenuta cinque volte questo mese, anche se lunedì non vi era alcuna indicazione ufficiale di un intervento. I conti dei banchieri mostrano che ha venduto più di 6 miliardi di dollari delle sue riserve estere già esaurite.

Emma Samani ha dichiarato: «Semmai, le misure (annunciate da Erdogan) metteranno fine alle eruzioni in corso attraverso minimi record, ma affinché la lira venga scambiata ai livelli che abbiamo visto l’anno scorso, sono necessarie ulteriori misure da parte della banca centrale». Analista del mercato Forex presso Monex Europe.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

Segnalazioni aggiuntive di Nevzat Divranoglu e Izci Erkoyon; Mark Jones a Londra, Karen Brittle, Sakib Iqbal Ahmed e Rodrigo Campos a New York.

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.